Come scegliere la giusta rubinetteria in casa

Arredare casa vuol dire scegliere con accuratezza ogni singolo elemento in essa inserito. Questa attenta selezione include anche la scelta della rubinetteria di bagno e cucina.

Con un’attenta valutazione sarà semplice selezionare la tipologia di rubinetti che meglio rispondono alle singole esigenze e che risultano più adatte anche da un punto di vista estetico. Per acquistare il rubinetto giusto bisogna capire in quale ambiente deve essere inserito (cucina, zona bagno), selezionare la tipologia di comando (mono comando o multi comando), il numero di fori, il materiale (ottone, acciaio) e così via.

Come scegliere il rubinetto giusto

Il rubinetto mono comando o multi comando

Il multi comando è dotato di due tradizionali manopole attraverso cui, per raggiungere la temperatura desiderata, vengono regolate singolarmente acqua calda e acqua fredda. Il rubinetto mono comando, invece, ha una sola impugnatura per la regolazione della temperatura dell’acqua. È bene ricordare anche di predisporre il giusto numero di fori. Questo dipende dalle caratteristiche del rubinetto che va quindi scelto prima di procedere con i lavori di muratura. Il numero dei fori varia da uno a tre.

Il materiale più adatto

Nonostante si rivolga alla rubinetteria la giusta cura, il prodotto tenderà comunque a rovinarsi negli anni quindi la scelta del materiale è fondamentale. L’acciaio inox, lucido o satinato, è uno dei materiali più adatti per la realizzazione di rubinetti ed è ottimo nel rapporto qualità prezzo. L’acciaio è molto resistente all’acqua, non si ossida e non si opacizza con facilità. L’ottone, il bronzo e il rame sono molto apprezzati negli ambienti più rustici o chic (la tipologia lucida ricorda l’oro). Tali materiali risultano abbastanza durevoli e dai costi accessibili. Gomma e materiali sintetici sono economici e leggeri. Oro e cristallo sono senz’altro materiali più costosi. La loro durata non è paragonabile ai precedenti e in quanto a praticità si posizionano agli ultimi posti.

Rubinetti per la zona bagno

Le tipologie della rubinetteria da bagno sono molto variegate. Nella zona bagno la scelta della rubinetteria di doccia, vasca, lavabo e bidet tende ad essere coordinata. Una stessa tipologia di prodotto dunque, per ciascun elemento della stanza.

Rubinetto per la cucina

La rubinetteria da cucina deve essere robusta, bella esteticamente e allo stesso tempo pratica. Per il lavabo della cucina sono molto apprezzati i rubinetti dalla testa a becco e con una traiettoria di un quarto di giro. È possibile scegliere tra mescolatori multi comando e miscelatori mono comando. Alcuni modelli più moderni sono dotati di doccetta estraibile molto funzionale. Il prezzo dipenderà naturalmente anche dalle rifiniture.

Rubinetti termostatici e led

I miscelatori termostatici e led sono sicuramente delle tipologie lontane dai classici rubinetti. Si tratta di prodotti innovativi sia per quanto riguarda il design sia per i meccanismi di funzionamento. I miscelatori termostatici sono rubinetti provvisti di un’impostazione per la regolazione di portata e temperatura dell’acqua. I rubinetti a led funzionano invece tramite l’attivazione di un sensore che rileva la presenza delle mani in movimento. Questo tipo di tecnologia consente un risparmio in termini di consumo grazie alla corretta fuoriuscita del getto d’acqua.

 Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu? 

10 modi per limitare i consumi d’acqua in casa

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web