Come risparmiare con gli infissi in PVC

Grazie agli infissi in PVC, il risparmio in bolletta è una realtà concreta di cui vale la pena di approfittare. La conferma ci arriva dagli esperti di www.infissiaroma.it, che ci guidano nel mondo dei serramenti per saperne di più sulle caratteristiche e sui pregi di questo materiale plastico.

I serramenti in PVC

Nel momento in cui si pensa di sostituire le vecchie finestre, merita di essere presa seriamente in considerazione la possibilità di ricorrere a serramenti in pvc altamente performanti, le cui prestazioni permettono di ammortizzare la spesa e di ripagarla nel giro di pochissimi anni grazie al risparmio garantito dall’isolamento termico offerto. Come noto, l’elemento più significativo che determina l’entità delle bollette della corrente è rappresentato dall’efficienza energetica dell’involucro abitativo, e in tal senso un ruolo di primo piano è quello che viene ricoperto dai serramenti, spesso responsabili delle dispersioni termiche più dispendiose, fino a un quarto del totale.

Perché gli infissi sono così importanti?

La scelta degli infissi da acquistare è di fondamentale importanza poiché essi condizionano il bilancio energetico e il clima interno: non è esagerato sostenere che essi influenzino perfino il nostro benessere, visto che sono correlati al comfort abitativo assicurato da un edificio. Ebbene, con l’aiuto delle finestre in pvc a risparmio energetico, in qualsiasi periodo dell’anno si può avere la certezza di beneficiare di un clima interno perfetto senza spendere molto. La portata del risparmio energetico può essere incrementata attraverso un posizionamento delle finestre strategico: per beneficiare della migliore ventilazione naturale, infatti, occorre tenere conto dell’orientamento nord-sud sia delle falde del tetto che delle pareti.

Come risparmiare con gli infissi in PVC

Sarebbe preferibile optare per infissi in PVC dotati di vetri selettivi a controllo solare, grazie a cui le temperature superficiali del vetro e del telaio sono simili alla temperatura dei locali interni: in questo modo, non si rischia di avere a che fare con escursioni termiche poco piacevoli. Il PVC è un materiale altamente isolante, e da questo punto di vista offre prestazioni più elevate rispetto a quelle che vengono assicurate dall’alluminio o da altri metalli. Può essere utile ricorrere a tende esterne o persiane al fine di usufruire di una protezione ottimale dal sole durante l’estate e per trattenere il calore quando le temperature si abbassano. Per ridurre i costi di climatizzazione nel corso della stagione estiva, soprattutto in caso di facciate sud molto esposte al sole, è consigliabile una protezione ad hoc dal surriscaldamento.

Guida al risparmio

Il risparmio economico che deriva dalla scelta di serramenti in PVC è tanto più consistente quanto più è elevata la cosiddetta trasmittanza termica, che viene indicata con la sigla Uw e che corrisponde alla capacità di isolamento termico degli infissi. Ovviamente, se si vive in una zona caratterizzata da un clima rigido, il risparmio che si può ottenere è ancora più consistente, perché si pagherà meno per il riscaldamento rispetto a quel che accade di norma. Ipotizzando di avere a che fare con un appartamento in cui le finestre occupano circa 10 metri quadri di superficie, l’installazione di serramenti in PVC garantisce nel giro di un anno un risparmio di più di 100 euro, sempre che si opti per infissi con un valore di trasmittanza termica ridotto.

Il calcolatore energetico

Le variabili in gioco per il risparmio energetico sono, comunque, molteplici: oltre al valore di trasmittanza termica degli infissi, c’è da tenere conto del valore Uw di quelli vecchi, della superficie complessiva dei serramenti che devono essere cambiati e del tipo di alimentazione che si impiega.