Come progettare al meglio uno spazio per la piscina

Per progettare una piscina è necessario creare grande armonia con il contesto in cui è inserita: non solo materiali, dimensioni e forme della vasca ma anche pavimentazione, giardino e arredi sono fattori da non trascurare.

Come progettare al meglio uno spazio per la piscina. Una piscina, proprio come il resto degli ambienti della casa, deve rispecchiare i gusti e le esigenze di chi ne dovrà usufruire. Per riuscire a progettare al meglio uno spazio per la piscina risulta fondamentale capire in che modo verrà utilizzata la zona living circostante. È di primaria importanza studiare lo spazio intorno alla piscina, in modo da realizzare un progetto armonioso.

Come progettare al meglio uno spazio per la piscina

Come progettare al meglio uno spazio per la piscina

shutterstock_1130383994Di Maciej Czekajewski

1. Ottimizzare gli spazi

Collocare la piscina al centro del giardino non è sempre la scelta ideale. Per ottimizzare gli ambienti di piccole dimensioni è meglio optare per una posizione decentrata così da riuscire ad avere un comodo spazio utilizzabile su almeno uno dei lati della piscina. Bordi, camminamenti e solarium sono elementi essenziali per la buona riuscita dell’ambientazione perché danno carattere al progetto. I camminamenti più larghi di un paio di metri risultano spesso esagerati e non lasciano spazio a sdraio e altri arredi che costituiscono il solarium.

2. Creare una zona d’ombra

Per progettare al meglio uno spazio per la piscina è essenziale non trascurare la necessità di avere a disposizione una zona d’ombra intorno alla vasca. Progettare e studiare per tempo l’inserimento di un gazebo o di piccolo pergolato in prossimità del solarium è senza dubbio la scelta ideale, migliore rispetto al “triste” ombrellone. L’ambiente che si ottiene sarà sicuramente più fresco, arieggiato, spazioso e confortevole.

Come progettare al meglio uno spazio per la piscina

shutterstock_486032752Di alexandre zveiger

3. Studiare l’esposizione al sole

Nella scelta del posizionamento della vasca è essenziale studiare con attenzione l’esposizione al sole, tenendo presente che le piscine all’aperto vengono utilizzate soprattutto nelle ore pomeridiane e serali. La scelta migliore sarebbe quella di evitare di esporre lo spazio di sosta a sud ovest dell’acqua.

4. Studiare uno spazio per vari servizi

Non sempre la zona dedicata alla piscina si trova nei pressi dell’abitazione. In tal caso, può risultare difficile raggiungere servizi come frigorifero, doccia, spogliatoio o bagno perciò per un buon progetto è fondamentale valutare la costruzione di una piccola casetta (anche in legno) in cui organizzare i vari servizi.

5. Scegliere l’arredamento giusto

Per progettare al meglio uno spazio per la piscina è necessario anche arredare l’ambiente in modo da renderlo accogliente, gradevole e soprattutto funzionale. Le zone d’ombra sono perfette per la realizzazione di un salotto all’aperto. Tettoie, gazebo e casette per i servizi possono essere realizzate in legno, ferro battuto o muratura. Questi materiali sono duraturi ma naturalmente più pesanti e non mobili. Per quanto riguarda gli arredi leggeri, essi possono essere realizzati in bambù, rattan, plastica, acciaio o leghe leggere. I modelli per sedie, divanetti, lettini e tavolinetti sono tanti e possono essere di design o più pratici e meno eleganti. Esistono anche modelli di seduta pieghevoli e impilabili perfetti nel caso in cui risulti necessario spostarli spesso o riporli durante l’inverno.

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • Per progettare al meglio uno spazio per la piscina bisogna anche non sottovalutare gli edifici e gli elementi naturali circostanti, per motivi sia estetici che pratici: essi potrebbero creare delle zone d’ombra sullo specchio d’acqua e alterarne la temperatura.
  • Per progettare al meglio uno spazio per la piscina è altresì necessario valutare accuratamente il posizionamento di alberi e arbusti nelle vicinanze della piscina per evitare che pollini e foglie contaminino l’acqua e intasino condotti, filtri e scarichi.
  • Il solarium è maggiormente sfruttato se collocato sul lato est, per prendere il sole al mattino, esul lato nord est, per prendere il sole nel pomeriggio.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web