Come organizzare il menù settimanale per vivere meglio

Organizzare il menu settimanale è una buona abitudine molto in voga in questi ultimi anni che permette di suddividere e preparare in anticipo i pasti della settimana.

In questo modo è possibile consumare i propri cibi in maniera equilibrata, organizzata e veloce per non dover stare troppo ai fornelli durante il giorno.

La prima cosa da fare quindi è stabilire che cosa mangiare dal lunedì al venerdì, considerando che sono giorni in cui non si ha molto tempo per cucinare poiché presi dal lavoro.

Il sabato quindi, è opportuno seguire un piano alimentare per la settimana che verrà, in modo da bilanciare tutti i menu e avere sempre presenti i nutrienti di cui non si può fare a meno.

L’importante è privilegiare sempre le verdure, la frutta, lo yogurt, i cereali e concedersi qualche snack.

Distribuire in maniera equilibrata carne, pesce, uova, legumi e formaggi e integrare anche carboidrati come pane, cereali e pasta.

Il sabato e la domenica non devono essere necessariamente incluse nel “meal prep” perché qui ci si può concedere qualche sgarro. Ricordarsi poi che se si trascorre un pranzo o una cena fuori è necessario organizzarsi di conseguenza perché quei pasti non rientrano nel programma.

Organizzare il menù settimanale: la spesa

Dopo aver scelto il menù, è il momento della spesa. L’ideale è andare al mercato un giorno solo a settimana ed evitare di comprare il superfluo, sia per evitare gli sprechi che per non mangiare più del necessario.

Potrebbe essere utile avere anche dei recipienti per dividere i pasti ma non necessaria. È però fondamentale preparare i pasti già porzionati così da non avere pensieri durante la settimana, tranne i condimenti da aggiungere per consumare il pasto.

In questo modo vi scaricherete anche dalla responsabilità di controllare le scadenze per non sprecare cibo.

organizzare menu settimanale
Foto di Africa Studio

Consigli per organizzare un menù settimanale

Controllare prima di tutto la dispensa e le scadenze dei prodotti già presenti in frigo e vedere se è possibile preparare il primo menù con gli ingredienti già aperti. Anche il congelatore va controllato cercando di consumare ciò che si è conservato prima.

La fase di “smaltimento” dei cibi è fondamentale fino a quando non abbiamo ristabilito il loro ordine.
Ci sono alcune agende-ricettario molto complete, per inserire i tempi di cottura della pietanza, la difficoltà di preparazione, cosa berci insieme e gli spazi in cui indicare gli ingredienti necessari, le loro quantità e le procedure di cottura o preparazione.

Anche i Post-it possono tornare utili. Basta scegliere un colore per ogni categoria di pasto.

Il metodo Post-it colorati è molto comodo perché quando mancano le idee, puoi tranquillamente sfogliarli per trarre ispirazione. Meglio dunque scegliere due o tre piatti al massimo per categoria

In ogni caso, se si avanza del cibo, meglio mangiarlo il giorno dopo per limitare gli sprechi. Ci si può aiutare con dei foglietti e posizionali nelle sottocategorie del Menù Settimanale.

L’organizzazione con Post-it è importante perché consente di cambiare idea sulle pietanze da preparare nella settimana qualora dovessero esserci cambi di programma.

L’ultimo consiglio, per non esagerare mai con l’acquisto di cibo è quello di fare sempre la spesa con stomaco pieno. Andare al supermercato con la pancia vuota fa acquistare molte cose inutili e caloriche rispetto ad andarci con la pancia piena e la fame porta a scelte meno salutari.

È davvero importante consumare cibi di stagione?

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo e tu?

  • Per diventare più organizzati una biro e alcuni fogli di carta oppure smartphone o computer facilitano di molto la vita.

  • Per rendere la vita meno stressante e meno impegnativa bisogna organizzarla il più in fretta possibile. Non procrastinare quindi è la prima regola da seguire.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post