Arredare il bagno in stile urban eco

Lo stile urban riscuote molto successo nell’arredo, anche nel bagno. Case piccole e ambienti contemporanei richiedono arredi semplici ma molto funzionali. Il bagno deve essere un angolo di relax ma sempre pratico e accogliente. Quindi linee semplici e materiali facili da pulire, senza mai tralasciare l’aspetto estetico. Si punta su metallo e superfici materiche, abbinate ad un tocco green e ad uno stile che mescola antico e moderno, industrial ed eco. 

Un vecchio magazzino, un’officina o un laboratorio artigiano dismesso, questi gli spazi che, recuperati, danno vita ad ambienti in stile urban. Qui è facile trovare pareti di mattoni, tubature e travi a vista, grandi finestre vetrate, finiture in ferro o rame e pavimenti in cemento. Tutti elementi che possono essere sfruttati per creare un ambiente dai dettagli unici. Il segreto è rendere l’atmosfera più calda e accogliente aggiungendo finiture, accessori ed elementi d’arredo in stile eco. Vediamo come arredare il bagno in stile urban eco.

Il bagno urban eco

Tra tutti gli ambienti domestici il bagno è quello che ha bisogno di maggiori attenzioni perché il suo arredo non ci complichi la vita per la sua pulizia. Quindi deve essere bello, accogliente e molto pratico. Lo stile urban eco si sposa bene a queste necessità. Pochi elementi ma molto funzionali e materiali e rivestimenti diversi, per creare un contrasto, saranno sufficienti per ottenere l’effetto desiderato.

Resina effetto cemento alternata a superfici in resina spatolata, gres e legno, piastrelle bianche per dare luce. E poi un box doccia ampio, con cristallo trasparente e piatto doccia a filo pavimento. Sanitari bianchi ed elementi d’arredo in legno naturale e metallo. E per rendere l’ambiente più accogliente delle piante o una carta da parati effetto jungle che metta in risalto una nicchia o una porzione di parete.

Leroy Merlin

Cemento

Con il cemento si possono ottenere superfici o elementi d’arredo dal grande fascino. Un materiale compatto e resistente ma che può essere modellato in moltissime forme per ottenere lavabi, ripiani, ma anche vasche da bagno. Le sue tonalità del grigio e le diverse finiture si offrono per creare contrasti con altri materiali e colori.

Se trattato correttamente il cemento è impermeabile, economico e facile da pulire, quindi adatto anche ad arredare lo spazio del bagno.

Effetto cemento
Se il cemento ci lascia perplessi, si può sempre ricorrere alla scelta di rivestimenti o elementi di arredo in altri materiali ma con superfici trattate con effetto cemento. Moltissime le soluzioni proposte in gres porcellanato, ma anche le pitture decorative che offrono questa opzione.

Leroy Merlin

Cemento spatolato o microcemento

Un’altra alternativa è la resina con particelle di cemento. Un prodotto in polvere che si applica a spatola e che permette di ottenere superfici del tutto simili al cemento. Anche qui si può scegliere il diverso tipo di finitura, spatolato o increspato, a seconda dell’effetto che più si adatta ai nostri gusti.

Resine

Le resine sono molto adatte all’ambiente del bagno perché sono idrorepellenti e molto resistenti, ma anche facili da pulire. Un altro vantaggio è la possibilità di poterle applicare su superfici già esistenti senza rischiare di dover intervenire sulle porte perché raggiungono spessori minimi, di circa 3 mm. Con le resine si può scegliere di realizzare superfici continue ma anche di utilizzare colorazioni differenti per creare dei contrasti che rendano l’ambiente bagno più confortevole, magari aggiungendo dettagli con toni di verde. Il ripiano del lavandino o la sua struttura, o anche creare un elemento di contrasto su una parete.

Carta da parati

Oggi è possibile applicare la carta da parati anche in bagno. Grazie alle nuove soluzioni proposte da diverse aziende la carta da parati è resistente anche agli ambienti umidi, basta scegliere il giusto tipo. Questo ovviamente apre numerosissime possibilità per personalizzare l’ambiente bagno e ottenere un effetto originale. Per il bagno in stile urban eco possiamo optare per una carta da parati foliage, darà il giusto tocco green e scalderà l’ambiente rendendo più armonioso l’abbinamento tra i materiali freddi, come resine, cemento e metallo e il legno naturale.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Le nuove carte da parati si possono installare anche nella doccia! Si tratta di un particolare prodotto in fibra di vetro che viene trattata per essere impermeabile.  

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it