Come abbinare il viola per uno stile naturale e rilassante

“Per tanto amore la mia vita si tinse di viola
e andai di rotta in rotta
come gli uccelli ciechi
fino a raggiungere la tua finestra, amica mia

(Pablo Neruda)

.

Il viola è il colore della spiritualità e della quiete. Nelle  sue nuance malva, glicine, lilla è un colore primaverile e dona all’ambiente un aspetto elegante e raffinato

Prende il suo nome dall’omonimo fiore e, oltre a rilassare i nervi, stimola la creatività. Viene spesso utilizzato sia a livello domestico sia negli uffici; infatti, lo si incontra soprattutto negli studi femminili a scopo terapeutico e creativo. Basta pensare allo yoga, un’attività di meditazione e relax.

.

fiore di loto viola

Fiore di Loto. Foto di Devanath da Pixabay

.

Tinta dalle proprietà “nobili”, è il risultato dell’unione fra un colore caldo ed uno freddo, rispettivamente il rosso ed il blu. Difatti è un colore secondario che può generare moltissime sfumature di questa splendida tonalità.

Che sia un viola porpora, melanzana, lilla, geranio, malva, ametista, orchidea, glicine, mora o fucsia, questo colore trova spazio in tutti gli ambienti della casa.

.

Immaginate di essere in vacanza, in una campagna francese per esempio e dal balcone della vostra stanza si estende il panorama di una distesa di campi di lavanda. Guardate l’immagine. Cosa provate? Cosa vi suscita? Sicuramente l’effetto di quel lilla sarà molto rilassante e rigenerante. Si, perchè questo splendido colore, a livello psichico, ha potere calmante.

.

Come, dove e quando utilizzare il viola nell’Interior Design

Che sia chiaro o scuro, lo potete abbinare con vari colori:

  • il giallo, che è il suo complementare: per un look moderno e colorato;
  • il verde-acido; solo come contrasto, per qualche accenno o sfumatura;
  • il grigio e il nero; ottimi neutri con cui giocare per un effetto ancora più elegante;
  • il rosa, per gli inguaribili romantici e sognatori!
  • il bianco; per un perfetto stile Provenzale.

Se volete utilizzarlo all’ingresso o nel bagno, per esempio, meglio solo con degli accenti di colori: sugli oggetti, potendo utilizzare dei viola saturi. In bagno va bene anche sulle pareti, purchè risulti molto chiaro, un lilla pallido.

.

Nelle camere da letto, salotto e cucina, potete sbizzarrirvi, ma non troppo. Bene il viola sulle superfici, arredi e oggetti, ma con criterio; una stanza viola scuro potrebbe rendere cupo un salotto. Meglio, se proprio la desiderate, pitturare solo una facciata scura e lasciare neutre le altre pareti.
Utilizzate più gli oggetti per il saturo: cuscini, lampade, appendini, stoviglie, tappeti, coperte, soprammobili o scaffali.

.

Per quanto riguarda i materiali, il viola, è molto versatile: marmo, legno bianco, superfici laccate, resina  o materiali plastici, velluto e ciniglia vanno a risaltare questo elegante e raffinato colore.

sedia viola

Foto di SDSPrinting da Pixabay

.

Il viola è adatto a tutti, colore versatile e di stile; soprattutto se siete sempre molto stressati o avete uno stile di vita “movimentato”, tornare a casa vi rilasserà il doppio! Sia perchè è un luogo sicuro, sia per l’effetto di questa tinta. Ed ora, tutti a decorare di viola la casa.

violetta

Foto di Alexander K da Pixabay

.

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu? 

• In antichità, nella città fenicia di Tiro, la sfumatura porpora, veniva prodotta dal muco delle lumache di mare;
• Nel XVI sec. solo i membri della royal family d’Inghilterra potevano indossare il colore viola. Ai sudditi fu proibito;
• Il feng Shui consiglia in casa di utilizzarlo nelle sue tonalità più tenui, come il porpora, l’indaco e il lilla;
• In toni chiari rappresentano la sensualità, quelli scuri la spiritualità;
• Il viola porta male a Teatro? Come è nata questa credenza?  Nel Medioevo durante la Quaresima si esponevano drappi viola in segno di penitenza e si sospendevano tutti spettacoli teatrali. Va da sé che le entrate scarseggiavano in quel periodo. Dunque il viola era associato al danno economico dagli artisti;
• Il viola (Ultra Violet) è stato scelto da Pantone come “colore dell’anno” nel 2018.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Foto in copertina di Free-Photos da Pixabay

Post Tags
Share Post