5 buoni motivi per guardare l’alba o il tramonto

Il nostro benessere psicofisico passa anche per il godimento di momenti semplici a contatto con la natura. Ecco 5 buoni motivi per guardare l’alba o il tramonto.

C’è un momento in ciascuna alba in cui la luce è come sospesa; un istante magico dove tutto può succedere. La creazione trattiene il suo respiro. – Douglas Adams

Perché guardare l’alba o il tramonto ci fanno stare così bene?

Sono una vera e propria medicina, per metereopatici e non solo: alba, aurora, tramonto. Ecco come migliorare la nostra salute guardando il panorama. Si tratta di un gesto semplice che può davvero influenzare positivamente sul nostro umore, grazie a tante vibrazioni positive.

Guardare una bella alba o un tramonto rappresenta un momento di riflessione, di relax, di concentrazione su ste stessi e sulle proprie energie. Si tratta di un medicamento senza alcuna contro indicazione che anzi può migliorare molto la propria salute mentale e fisica.

5 buoni motivi per guardare l’alba o il tramonto

Credits: www.unsplash.com

Guardare l’alba o il tramonto ci fanno bene: trovare il posto giusto

Il primo step è quello di trovare un bel posto da cui guardare l’inizio o il termine del giorno: la finestra di casa, il terrazzino in ufficio, uno scorcio che incontriamo sul tragitto per andare a lavoro. Trovare il posto giusto ci aiuterà a familiarizzare con un luogo fisico della nostra pausa, del nostro benessere. Diventerà il nostro piccolo appuntamento personale, dove prendere un ritmo diverso e ri-sintonizzarsi con il nostro Pianeta.

5 buoni motivi per guardare l’alba o il tramonto

Credits: www.unsplash.com

Guardare l’alba o il tramonto ci fanno bene: gestire la respirazione

Un altro buon motivo è quello di imparare a gestire la respirazione. Chi pratica yoga lo sa già: ma non si tratta di una pratica complicata, se non iniziare a fare respiri regolari e a riappropriarci di un ritmo più lento e rilassato. Questo ci aiuterà a svuotare la propria mente, dimenticando per qualche instante le infinite incombenze quotidiane, le liste delle cose da fare, le scadenze, gli impegni, cercando di tranquillizzare corpo e mente. Spezzando la spirale della frenetica routine quotidiana.

5 buoni motivi per guardare l’alba o il tramonto

Credits: www.unsplash.com

Guardare l’alba o il tramonto ci fanno bene: un appuntamento con sé stessi

Lo stabilire un momento preciso in cui staccare, da dedicare a sé stessi, alla meditazione, alla riflessione è importante. E l’alba e il tramonto, non solo aiutano con il loro spettacolo naturale, ma rappresentano un punto certo nella giornata da riservare al piacere olistico di spegnere tutte le voci esterne per sentire parlare il proprio io più profondo. Una pausa dallo stress quotidiano facile da programmare. Da riservarsi o a inizio o fine giornata. Un momento per sé!

5 buoni motivi per guardare l’alba o il tramonto

Credits: www.unsplash.com

Guardare l’alba o il tramonto ci fanno bene: regolare il metabolismo

Alcuni ricercatori della Brigham Young University, nello Utah, hanno analizzato l’effetto che il sole ha sul nostro stato d’animo, analizzando come le ore dall’alba al tramonto agiscono sui comportamenti delle persone e i risultati sono davvero interessanti. I dati raccolti dai ricercatori non lasciano dubbi: le ore di luce solare hanno un importante effetto sullo stato mentale di ognuno. Lo studio mette in evidenza come le persone sono più tristi quando le giornate sono meno soleggiate e le ore fra l’alba e il tramonto sono meno numerose, mentre sono più felici quando invece la luce del giorno, fra alba e tramonto, dura di più.

5 buoni motivi per guardare l’alba o il tramonto

Credits: www.unsplash.com

Guardare l’alba o il tramonto ci fanno bene: riconnettersi alla natura

In ultimo, meditare al mattino o alla sera ci connette con la natura, con le stagioni, per cui a seconda che sia estate o inverno, primavera o autunno, con il cambiamento della luminosità e della temperatura ne ricaveremo sicuro beneficio.

5 buoni motivi per guardare l’alba o il tramonto

Credits: www.unsplash.com

Travel therapy: Il viaggio come terapia dell’anima

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • La tecnica della contemplazione del sole è nota a moltissime culture antiche, dai maya, ai nativi americani, ai greci, agli egiziani. In India, comparve oltre duemila anni fa con gli insegnamenti di Mahavira, il fondatore del jainismo. È tornata in auge in anni recenti grazie a Hira Ratan Manekun indiano che, praticando il Sun Gazing, ha praticato lunghi digiuni, durati anche oltre un anno.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.