10 cose da fare in casa assolutamente al rientro dalle vacanze

Se soffrite della sindrome di fine estate e accusate stress e preoccupazioni per l’inizio della solita routine. Ecco 10 cose da fare in casa assolutamente al rientro delle vacanze per sentirvi felici.

Superare lo stress da rientro e non accusare l’ansia della quotidianità

La bella stagione delle vacanze estive è arrivata agli sgoccioli, le ferie sono finite e il lavoro in ufficio con le dovute precauzioni, la scuola e le preoccupazioni di tutti i giorni ricominciano. Se desiderate ripartire con sprint, senza accusare l’ansia della quotidianità, seguite queste 10 cose da fare per superare lo stress e arrivare alla prossima estate senza accorgervene.  

Rientro traumatico? Ecco 5 consigli per ridurre stress e malumori

Fare una gita fuori porta nel weekend:

approfittate del primo weekend libero per progettare una gita fuori porta con gli amici. Scegliete una destinazione suggestiva e movimentata, meglio se la meta è una città d’arte. Vi farà sentire ancora in vacanza, nonostante la vita in ufficio sia ricominciata.

Comprare un paio di scarpe nuovo:

è una maniera inconscia per rinnovare l’immagine di sé, infatti oltre ad avere una funzione estetica, hanno anche una funzione pratica. L’acquisto di un paio di scarpe determina l’aumento dell’autostima e migliora l’umore. Le nuove tendenze autunno-inverno 2020/2021 accontentano tutte le esigenze, in questo modo la nostalgia dell’estate scomparirà passo dopo passo.

rientro vacanze

Unsplash foto di Kelly Sikkema

Ascoltare buona musica:

è risaputo che ascoltare buona musica dal vivo sia un vero e proprio toccasana. Non importa che sia jazz, rock, pop, l’unica cosa che conta è lasciarsi cullare in spensieratezza dalle vostre note preferite.

Tagliare i capelli:

un nuovo look vi aiuterà a stupire amici e colleghi. Scegliete uno tra i tanti tagli alla moda, sarete piacevolmente al centro dell’attenzione e lo stress da rientro sarà solo un ricordo lontano.

Curare l’orto:

per curare la nostalgia delle vacanze, reinventate gli spazi esterni o il balcone con un piccolo orto fai da te. Il fresco aroma di rosmarino, basilico e menta vi aiuterà a mantenere vivido il ricordo di uno stato d’animo felice.

10 consigli per un orto perfetto

Aperitivo con gli amici:

organizzare un happy hour con chi non è venuto in vacanza a casa vostra o in uno dei vostri bar preferiti, sarà il momento ideale per raccontare e condividere con chi non c’era le avventure estive in massima allegria.

Brunch domenicale:

la domenica è il giorno di festa ideale per riunirsi e preparare un sacco di leccornie. Ricette salate, stuzzichini e dolci per prendersi una pausa in compagnia dalla solita routine lavorativa.

rientro vacanze

Unsplash foto di Jessy Smith

Comprare un elemento d’arredo nuovo:

per dare una svolta al vostro appartamento potete decidere di comprare un tappeto nuovo da mettere all’ingresso o una pianta da interni per il salotto. Ogni volta che entrerete a casa sarete felici e soddisfatti della nuova scelta.

Seguire un corso yoga:

le tecniche di meditazione e di respirazione di questa disciplina aiutano a ritrovare la serenità. Se non l’avete mai fatto potete iniziare anche da casa con i corsi online. Iniziate con gli esercizi per principianti al rientro in città. Inizierete a beneficiare sin da subito degli effetti positivi di questa antica attività fisica.

Profumare la casa:

le fragranze per la casa sono molteplici. Gli aromi naturali come lavanda, menta, vaniglia, cannella, agrumi o gelsomino vi garantiranno un vero e proprio viaggio sensoriale, in tutti gli ambienti della vostra casa.

Profumoterapia, aromaterapia, stimolazione olfattiva: le molecole che ci emozionano

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • Le vacanze come le intendiamo oggi, sono state inventate nell’Ottocento, con l’avvento dell’industrializzazione. Con l’aumento della popolazione nelle città nacque il bisogno di lasciarle d’estate, almeno per un po’.
  • Il nome “vacanze” viene dal latino “vacare”, cioè “essere vuoto”. All’inizio era riferito a una carica o a un impiego, da qui “posto vacante”, ma poi è passato a indicare anche il tempo libero.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni continua a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.