Le migliori piante per profumare il bagno

Il bagno è uno dei luoghi più amati, per questo va reso accogliente il più possibile. L’idea di scegliere delle piante per profumare il bagno rientra alla perfezione all’interno di questo concetto.

Oltre lo specchio: quali sono le tipologie di legno adatte in bagno

La scelta delle piante per profumare il bagno e gli aromi

Tempo fa si era soliti usare bucce di limone o d’arancia per profumare piacevolmente ogni ambiente. Posizionarle in bagno sul termosifone o su un piccolo fornellino permetterà di scaldare l’atmosfera con il loro aroma persistente, fresco e fruttato.

Inoltre, mescolandole con bastoncini di cannella, chiodi di garofano e anice stellato, sarà possibile profumare il bagno con un pizzico di creatività. Anche i petali essiccati doneranno all’ambiente un buon profumo.

E cosa c’è di meglio delle piante verdi che assorbono l’umidità e aiutano a migliorare la qualità dell’aria? Vediamo quali sono le piante per profumare il bagno più adatte.

piante per profumare il bagno - quali sono

Le migliori piante per profumare il bagno – Shutterstock1247288629 di ImageFlow

Piante per profumare il bagno: una premessa

La scelta delle piante in bagno non è solo un vezzo estetico. Il verde ha un influsso benefico sulla mente umana, aiuta a essere più rilassati e ottimisti. Le piante fanno anche sembrare più grande lo spazio.

Certe sono in grado di migliorare la qualità dell’aria, assorbendo le sostanze tossiche sprigionate da detersivi, detergenti, lacca, legno trattato e vernici. Per esempio le felci, sono perfette contro formaldeide e xilene, e il Ficus è attivo anche contro l’ammoniaca, il benzene e la trielina di solventi e vernici. Queste proprietà sono possedute anche dai filodendri, dall’edera, dall’aloe. Attenzione però a non schizzare le foglie con sapone o prodotti per la toilette che possono essere anche corrosivi.

Quali sono le migliori piante per profumare il bagno

Oltre alle caratteristiche di purificazione dell’aria, è importante che le piante per il bagno abbiano anche un buon odore. Ecco quindi quali scegliere.

1. Giglio della pace

Dai fiori bianchi, oltre a essere purificatori d’aria, sono un’ottima scelta per il bagno. Uno dei modi migliori per innaffiarli è proprio sotto la doccia per inumidirne le foglie.

2. Orchidea

Si tratta di piante tropicali, perciò si inseriscono bene nell’ambiente bagno che ricrea le condizioni ideali per la loro crescita in termini di umidità.

3. Violetta

La violetta è uno dei fiori più resistenti. Appartiene alla famiglia delle violacee ma si distingue dalla viola per il numero di petali che la compongono: due verso l’alto e tre verso il basso. Grazie al suo intenso profumo è spesso utilizzata in profumeria.

4. Lavanda

Pianta di piccole dimensioni, circa 60-100 cm, ha fusti eretti e foglie lineari e lanceolate di colore verde-grigiastro. I fiori viola sono alquanto profumati e raggruppati in sottili spighe blu.

Bagno cieco: la normativa utile per la progettazione

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il settore dell’arredo bagno italiano vale 2,7 miliardi di euro. È quanto emerso durante l’assemblea di Assobagno, l’associazione nazionale delle aziende produttrici di arredo bagno.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Sono laureata in giornalismo e lavoro come redattrice, traduttrice e copywriter. Mi piace parlare di tutto con approccio scientifico, soprattutto di enogastronomia. Scrivo di moda e la creo (sono anche ricamatrice e modellista sartoriale).