Illuminare il giardino risparmiando

Risparmiare sull’illuminazione del giardino è possibile se ci si affida alle Lampade da esterno a LED, che sono in grado di assicurare performance molto elevate e, non a caso, sono decisamente apprezzati nel settore illuminotecnico.

Il merito deve essere attribuito soprattutto alle doti della tecnologia LED, che fa della versatilità il proprio tratto peculiare: è per questo che i lampioni riescono ad adattarsi senza problemi non solo a un contesto classico come il giardino, ma anche alle caratteristiche e alle esigenze di un bordo piscina, di un terrazzo o di un cortile.

Perché scegliere il LED: comodità, estetica e versatilità 

Grazie al LED si beneficia della comodità assicurata da lampioni ad alta visibilità, le cui prestazioni sono perfette nelle più diverse condizioni atmosferiche, anche con la nebbia e con la pioggia. Non ci sono problemi di integrazione neppure dal punto di vista estetico: qualunque sia lo stile di arredamento con cui si ha a che fare, i lampioni da giardino trovano un equilibrio perfetto con la morfologia degli spazi. Del LED sono noti i consumi ridotti, che si traducono in un consistente risparmio di energia e, quindi, in bollette meno salate rispetto a quelle a cui si è abituati. In base al punto in cui i lampioni vengono collocati, inoltre, è possibile modificare il tipo di luce, che sarà naturale, fredda o calda.

L’efficienza energetica

costi ridotti e la grande efficienza energetica sono le peculiarità principali dei lampioni a LED consigliati per l’illuminazione di un giardino. Ma essi sono indicati, più in generale, per tutti gli ambienti esterni, a maggior ragione se ad alta percorrenza: è il caso dei cancelli di ingresso e di uscita, ma anche dell’ingresso del garage, della porta di casa, e così via. La luce può essere diffusa anche 24 ore su 24, ma ovviamente è sempre preferibile adottare un sensore di movimento per risparmiare: così l’illuminazione si attiva solo nel momento in cui viene rilevato un passaggio.

Il LED in piscina: fari e piccoli lampioni 

Per chi ha un giardino con piscina, il LED è comunque consigliabile: per la zona dedicati ai lettini e alle sdraio, ma anche per le passerelle e per il bordo piscina, i fari a LED garantiscono prestazioni di alto livello. I lampioncini impermeabili sono resistenti non solo all’acqua, ma a tutti i liquidi, oltre che ai fenomeni atmosferici: insomma, si può essere certi che il loro funzionamento sia sempre garantito, a dispetto della pioggia o di altri potenziali contatti con l’acqua.

I vantaggi del LED e la vicinanza alle piante

Nell’esame dei vantaggi che vengono garantiti dalla tecnologia a LED, non sempre si presta la dovuta attenzione al fatto che la sua emissione di calore è pari quasi a zero: di conseguenza, in un giardino non ci sono rischi se un lampioncino – ma anche un faro, o qualsiasi altra soluzione di illuminazione – viene posizionato vicino a un vaso di fiori, a delle piante o a dei cespugli, dal momento che la vegetazione non corre il pericolo di essere danneggiata dal calore. Per di più, il fatto che non venga prodotto calore fa sì che gli insetti non siano attirati dalla luce: finalmente si può dire addio ai classici sciami di moscerini che siamo abituati a vedere vicino ai lampioni classici.

Il LED ha bisogno di manutenzione?

Se non si può parlare di manutenzione assente, certo è che il LED necessita di una manutenzione ridotta ai minimi termini: è difficile che ci sia bisogno di sostituire le lampade, anche perché la loro vita media ormai non scende sotto le 30mila ore. Ma i numeri sono perfino più sorprendenti quando si parla di soluzioni integrate, perché in questo caso si può arrivare a una vita utile addirittura pari a 100mila ore.

 

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  •  I LED non emettono radiazioni nell’infrarosso e nell’ultravioletto (al contrario della luce solare e delle lampadine a incandescenza alogene o fluoresenti). Non scaldano dunque le superfici illuminate e non le degradano i colori. Ad esempio possono illuminare quadri e stampe illimitatamente senza danneggiarli.
  •  I LED sono ecosostenibili. Non utilizzano sostanze nocive per l”ambiente come il mercurio che invece è presente in altri tipi di lampade.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it