Demolire casa per ristrutturare: quanto costa?

Demolire casa è la prima cosa a cui si pensa quando bisogna ristrutturare un appartamento.

La demolizione di un appartamento quindi dà inizio a una ristrutturazione completa o con spostamenti di stanze. Nello specifico, si tratta della demolizione dei tramezzi e delle pareti interne esistenti sia in muratura che in cartongesso, oppure di un controsoffitto. Si procede con la demolizione del pavimento e del massetto.

Se si prevede anche di rifare completamente i bagni e la cucina, anche questi devono essere inizialmente demoliti. Questo accade tramite la rimozione dei sanitari esistenti e la demolizione delle piastrelle del bagno. In alcuni casi, bisogna portare a vivo la muratura sottostante.

Demolire casa: i costi

Il costo dipende dalla tipologia di lavoro. Se vogliamo sapere quanto costa demolire bisogna considerare i costi per muri, tramezzi e pareti interne che vanno da 8€ a 15€ al mq o per lauratura in pietra o mattoni pieni, da 60€ a 300 al mc. L’intonaco va da 11€ a 14€ al mq mentre il controsoffitto da 8€ a 12€ al mq.

Nella spesa vanno poi calcolati pavimento e massetto, da 10€ a 20€ al mq e rivestimenti e piastrelle, da 10€ a 20€ al mq.

I costi per solaio e Tetto si aggirano tra i  30€ e i 60€ al mq e quelli per il calcestruzzo armato tra i 250€ e i 300€ al mq. Smontaggio e rimozione vecchi sanitari possono costare da 18€ a 50€ cad mentre finestre e porte da 20€ a 50€ cad.

A questi prezzi bisogna comunque aggiungere, sulla base del proprio comune e della distanza della discarica dalla casa, i costi del trasporto e dello smaltimento.

Demolizione tramezzi, muri e pareti interne

La demolizione di una parete interna è un’operazione che viene fatta o manualmente. In genere il costo della demolizione di un tramezzo interno dipende dal materiale e dallo spessore del tramezzo da demolire.

Per abbattere un muro portante, il costo può arrivare a diverse migliaia di euro perché bisogna prevedere anche i costi dei vari permessi e del professionista che segue il lavoro. 

Demolizione intonaco

Questa attività serve a portare a vivo un muro in pietra o una parete in mattoni senza demolire la struttura. Un intonaco di un muro ha in genere uno spessore medio di 3-4 cm. La lavorazione comprende la scrostatura dell’intonaco e dell’eventuale malta, la spazzolatura finale delle superficie, il lavaggio e pulizia finale per la corretta preparazione del muro.

demolire casa

Foto di hanohiki su Shutterstock

Demolire casa: pavimento e massetto

In molti casi non si prevede la sola rimozione e demolizione del pavimento ma necessariamente di deve prevedere anche al demolizione del massetto dai 5 cm fino a 10cm per fare un buon lavoro.

Se dovete anche posare dei nuovi impianti la rimozione del massetto è obbligatoria almeno fino a 10 cm per poter posare i tubi e rifare il nuovo massetto in malta di cemento.

Demolizione tetto

La demolizione del tetto consiste in diverse attività. La prima è la rimozione delle tegole o coppi che compongono la copertura del tetto. Poi si rimuove la struttura portante del tetto. In ultimo eventuali parti metalliche da eliminare.

Per il costo demolizione tetto in cemento armato o in laterocemento, in genere ci si riferisce ad i costi del solaio in cemento armato o in laterocemento.

Sul tetto ci potrebbe essere un camino o una canna fumaria da rimuovere.

Demolizione scala

La demolizione di una scala interna ad una casa o esterna è un’attività che deve essere fatta da un professionista. La stima è complessa da fare al mq o al ml, in genere il costo per la demolizione di una scala interna è a corpo e il prezzo partono da 1.000€. Se poi la scala è in cemento armato il costo è ancora più alto. Chiedete un preventivo per la demolizione di una scala interna o esterna.

Demolizione balcone

La demolizione di un balcone consiste nella rimozione della pavimentazione della guaina bituminosa e del massetto fino 10 cm. I costi sono analoghi a quelli di un pavimento con la rimozione del massetto.

Se sul balcone avete una veranda dovete considerare anche il costo della demolizione della veranda.

Demolizione impianto idraulico, termico ed elettrico

Demolire l’impianto idraulico richiede la demolizione e rimozione dei vecchi sanitari, delle tubazioni esistenti e dell’eventuale scaldabagno. Significa rimuovere i termosifoni e l’eventuale caldaia, oltre alle tubazioni così come rimuovere il quadro elettrico dell’impianto.

Edilizia Libera: ecco come ristrutturare casa senza chiedere permessi

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Lo smaltimento in discarica è regolamentato dal Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152. In genere lo smaltimento viene effettuato da ditte iscritte presso l’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali. Il costo dello smaltimento in discarica si calcola in mc ed è circa 20€/mc. Per il trasporto dipende dalla distanza della discarica. Nel preventivo bisogna quindi chiedere sempre di includere gli oneri e i costi per il trasporto e lo smaltimento in discarica.

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

In copertina: foto di hanohiki su Shutterstock