Cromoterapia: quali pietre scegliere in base al colore

Il colore è un potere che influenza direttamente l’anima.
Wassily Kandinsky

Cromoterapia: quali pietre scegliere in base al colore. La cromoterapia è una pseudo-scienza antichissima e molto diffusa anche in India e in Cina. Infatti, sin dai tempi antichi si faceva molta attenzione ai colori delle stanze, non solo per gusto personale ma anche per un fattore di benessere, cercando di realizzare una specifica atmosfera in ogni stanza sulla base del suo utilizzo.

Attenzione: La cromoterapia non va confusa con gli studi e le eventuali applicazioni della psicologia del colore.

decorazione casa

shutterstock Di wacomka

Cromoterapia: quali pietre scegliere in base al colore

Ecco i principali colori che secondo la cromoterapia possono contribuire ad avere un’abitazione armoniosa, anche nel caso della scelta delle pietre:

  • Il verde simboleggia l’armonia, la natura, l’equilibrio e la speranza: sembra agire a livello del sistema nervoso, calmando emicrania e patologie nervose; contribuisce a diffondere armonia e calma.
  • Il rosso è simbolo del fuoco, del sangue e degli impulsi sessuali: è collegato alla forza, alla vita e alla passione. Si ritiene che una parete dipinta di rosso possa incrementare la pressione del sangue ed accelerare il polso. Ancora, la cromoterapia utilizza il rosso nella medicina convenzionale contro bruciature e patologie esantematiche (eruzioni cutanee). Il rosso sembra essere utile contro depressione, asma, tosse e impotenza.
  • Il blu si contrappone al rosso con effetto calmante, tranquillizzante e rinfrescante. Per questo motivo, la cromoterapia utilizza il blu nelle pareti per far dimenticare lo stress e tutti i problemi ad esso annessi come ansia, insonnia.
  • Il giallo raffigura la parte intellettuale del cervello; secondo i cromatisti funge d’aiuto allo studio per favorire la concentrazione. Sembra essere in grado di infondere felicità, gioia e protezione; a livello gastrico, il giallo simboleggia l’eliminazione delle tossine.

Cromoterapia: quali pietre scegliere in base al colore

La cromoterapia, alla luce del pensiero scientifico, è una pratica inefficace perché non risulta alcuna prova dimostrabile o dimostrata riguardante l’efficacia di questa dubbia “medicina”: in base alla ricerca scientifica, anche le ipotesi della cromoterapia risultano prive di coerenza.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • La Treccani definisce la parola mineralogia come: mineralogìa s. f. [comp. aplologico di minerale e –logia, sul modello del fr. minéralogie]. – Scienza che studia i minerali dal punto di vista delle loro proprietà morfologiche, fisiche, chimiche e strutturali, nonché della loro genesi e delle trasformazioni che subiscono per processi naturali; ha come scienza ausiliaria fondamentale la cristallografia (poiché la maggior parte dei minerali si trova allo stato cristallino), ed è strettamente legata alla petrografia (avendo in comune con questa metodi e laboratorî d’indagine, campi di studio, ecc.), insieme alla quale fornisce alla geologia elementi fondamentali per lo studio dell’evoluzione della crosta terrestre; mapplicata, volta allo sfruttamento dei giacimenti di minerali.

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA