Come sostituire un rubinetto rotto in cucina

Piccoli lavori che si possono svolgere da soli senza chiamare l’idralico o quando un tecnico non è reperibile: un modo per risparmiare, ma anche la soddisfazione di aver fatto da soli.

Il lavabo in cucina è una parte molto soggetta a usura. Potrebbe occorrere di dover sostituire il miscelatore o riparare i componenti interni all’improvviso, quando c’è un’emergenza oppure il tecnico non è reperibile. Non si tratta di un intervento complesso: bastano alcuni attrezzi, tanta pazienza e la nostra mini guida che vi spiega come sostituire il rubinetto in cucina.

Come smontare il rubinetto 

Prima di iniziare a smontare il rubinetto occorre chiudere la chiavetta dell’acqua generale, aprire il rubinetto e far defluire tutta l’acqua rimasta nei tubi. Dopo di che:

  • Mettere una bacinella sotto i tubi per raccogliere le eventuali perdite d’acqua;
  • Scollegare i raccordi con una chiave poligonale: allentare il dado che ferma il rubinetto e quindi sfilarlo. A questo punto ci si trova davanti ad alcuni cavi e tubi;
  • Nel caso del miscelatore, ci sono tre elementi da tenere in considerazione: i tubi dell’acqua, uno per la calda e un altro per la fredda e un perno che fissa il rubinetto con lavello;
  • Svitare tutto con molta attenzione;
  • Estrarre il rubinetto.

Queste operazioni potrebbero essere ostacolate da eventuali tracce di calcare o sporco che rendono difficile lo svitamento. In questo caso occorre trattare prima le parti con uno sgrassatore o un anti calcare e poi procedere come descritto.

Come sostituire un rubinetto rotto in cucina

Foto di SeventyFour su Shutterstock

Come sostituire il rubinetto

Una volta rimosso il rubinetto guasto è possibile montare quello nuovo. Ecco come:

  • Posizionare il nuovo miscelatore dall’alto, inserendo i tubi nel foro del lavello;
  • Serrare con una chiave o una pinza il dado;
  • Collegare i tubi (flessibili o tubo rigido) ai tubi del muro con i relativi accordi, individuabili dal diametro diverso.

Verificare

Occorre testare la riuscita della riparazione e per farlo bisogno riaprire il contatore generale dell’acqua. Può accadere che l’acqua inizi a fuoriuscire sotto il lavabo o dalla base del miscelatore. A questo punto dovrebbe bastare stringere di più i bulloni o far aderire meglio tutti i componenti. 

Come riparare la guarnizione del rubinetto

Dopo aver visto come sostituire il rubinetto della cucina, vediamo come riparare le guarnizioni. Quando il rubinetto gocciola è il segno che la guarnizione va sostituita ed è bene farlo al più presto, per evitare sprechi. Prima di procedere con la riparazione, è sempre bene chiudere il contatore dell’acqua e procurarsi la guarnizione della misura adatta al vostro rubinetto.

Per cambiare la guarnizione del miscelatore, generalmente occorre smontare la vite della leva o della manopola che regola l’acqua, svitare il vitone a guarnizione e quindi estrarlo. Togliere quindi la guarnizione, facendo leva con un giravite  oppure servendosi di una pinza. A questo punto, sostituire la vecchia guarnizione.

Ricordiamo che le guarnizioni differiscono a seconda del modello del rubinetto e che quindi la nostra guida generica potrebbe variare.  Suggeriamo in caso di difficoltà o di dubbi di chiedere consiglio da parte di un tecnico, anche solo telefonicamente.  

Foto di copertina di Rawpixel.com su Shutterstock

 

Come districarsi nella scelta di artigiani per le riparazioni domestiche

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Sesso debole? Non esiste. In crescita i lavori tipicamente riservati agli uomini.

    In Italia sono 140 le donne idraulico, lo 0,3% del totale. Crescono le donne imprenditrici con un’attività nel settore idraulico, di circa il 10% ogni anno, al contrario dei colleghi uomini che stanno diminuendo. Lo dice uno studio della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese.

  • “Sensate Touchless” della Kohler, presentato alla fiera CES 2019, è il primo rubinetto da cucina smart in grado di essere comandato vocalmente da Alexa, Assistente Google e Siri.

 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it