Assicurare la casa contro i terremoti conviene?

La casa è un rifugio dalle tempeste, da qualsiasi tipo di tempesta.
William Bennett

Assicurare la casa contro i terremoti può essere una scelta giusta. Infatti, l’Italia è uno dei Paesi ad alto rischio sismico, ma solo il 1% delle abitazioni è coperto da un’assicurazione terremoto.

Assicurare la casa contro i terremoti conviene? In Italia, stipulare una polizza contro eventi sismici non è obbligatorio per legge. Altri Paesi come: Giappone, Turchia, California e Nuova Zelanda prevedono che i cittadini si proteggano obbligatoriamente contro eventi di questo genere. Secondo le stime dell’Ania (l’associazione di categoria delle imprese assicuratrici), soltanto l’1% delle abitazioni italiane sono coperte contro i terremoti. Purtroppo, gran parte del territorio italiano è classificato ad alto rischio sismico, pertanto potrebbe essere utile stipulare una polizza che protegga la propria abitazione. Con questa tipologia di assicurazione è possibile ottenere una somma pari al valore del danno, tramite il versamento annuale di una quota, che varia in base alle condizioni contrattuali.

Assicurare la casa contro i terremoti conviene?

Secondo quanto riporta l’Ania, il costo medio di queste polizze, si aggira sui 75 euro all’anno. Molto dipende dai fattori di rischio, la zona di residenza è quello che incide maggiormente. Infatti, nelle zone sismiche la tariffa è più alta. Poi, c’è da considerare la superficie dell’immobile e l’anno di costruzione. Naturalmente, una casa con struttura antisismica sarà meno costosa rispetto ad abitazioni di antica fattura.

casa

shutterstock Di altafulla

L’assicurazione contro eventi sismici è classificata come polizza a valore, al pari di quelle per le calamità naturali. Il rimborso dei danni varia in base al territorio in cui si trova l’abitazione e alla compagnia di assicurazione. In linea di massima, questa tipologia di polizza prevede un rimborso per la ricostruzione, la sistemazione a nuovo o l’acquisto di un nuovo immobile. Il calcolo si basa sull’entità dei danni subiti. Infatti, prima di sottoscrivere un contratto, è necessario verificare il massimale entro il quale la compagnia assicuratrice rimborsa il danno.

Assicurare la casa contro i terremoti conviene?

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • L’Italia è la patria del moderno concetto di assicurazione. Il più antico contratto assicurativo di cui si abbia conoscenza viene infatti sottoscritto a Genova nel 1347.
  • Il terremoto di Valdivia, conosciuto anche come il Grande terremoto Cileno, è stato il sisma più forte mai registrato.
    Con epicentro a circa 900 km a sud di Santiago del Cile, si verificò il 22/05/1960, durò circa 13 minuti (probabilmente il terremoto più lungo della storia) e raggiunse l’incredibile magnitudo momento del 9.5°.

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA