Sisma Bonus 2020: come funzionano le agevolazioni

Rientrano tra le spese detraibili anche quelle sostenute per realizzare interventi antisismici

.

Per saperne di più sull’argomento abbiamo intervistato un esperto in materia, l’Ing. Giuliano Confortini, professionista specializzato in analisi e costruzione in zona sismica.

.

Sisma Bonus 2020: cos’è, a chi spetta? 

A seconda del risultato ottenuto con l’esecuzione dei lavori, della zona sismica in cui si trova l’immobile e della tipologia di edificio, sono concesse detrazioni differenti. Per le spese sostenute tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021, la percentuale di detrazione può arrivare fino all’85% e deve essere ripartita in 5 quote annuali di pari importo. Ne beneficiano tutti i contribuenti IRPEF (per abitazioni civili) ed IRES (per le imprese).

Per qual interventi?

Gli interventi (validi per le zone a rischio sismico 1,2,3) previsti sono:
quelli di ristrutturazione, ove le categorie di manutenzione ordinaria quali tinteggiature, pavimenti, ecc.. vengono assorbiti dalla categoria superiore
quelli di demolizione e ricostruzione facenti capo ad una pratica di ristrutturazione (SCIA)

Come si  ottiene la detrazione fiscale? A chi posso rivolgermi per una consulenza? 

Per ottenere la detrazione fiscale si apre una pratica SCIA dedicata. In tal senso si effettua a monte una analisi dello stato di fatto e si valuta attraverso una analisi costi-benefici se raggiungere il grado massimo di miglioramento sismico (2 classi maggiori all’esistente) con conseguente 80% di detrazione, oppure fermarsi allo stato inferiore di miglioramento di una classe con detrazion e al 70%. I vari passaggi vengono veicolati dal tecnico di riferimento che creera’ presupposti e documentazione necessaria da poter consegnare al proprio commercialista.

E nel caso di interventi sulle parti comuni di edifici condominiali?

Capitolo diverso è il discorso per interventi condominiali ove tutto quello detto in precedenza deve essere sottoposto ed approvato in assemblea. Qui però le percentuali di detrazione salgono fino all’85%.

Cosa si intende per cessione del credito?

Elemento interessante e fondamentale in chiave ristrutturazione ed efficentamento energetico per i condomini è la cessione del credito di imposta. Si tratta della possibilita’ di cedere fino all’80% dell’importo lavoro o alla ditta esecutrice o alle societa’ di servizi energetici denominate ESCO (tra cui compaiono ditte importanti come ENEL e SNAM)

E per l’acquisto di case antisismiche? Sono previste detrazioni?

Il decreto legge n. 50/2017 ha previsto un nuovo incentivo per l’acquisto di case antisismiche, che consiste in una detrazione d’imposta. Valido sempre per le zone a rischio simico 1,2,e 3.

Foto in copertina  di annca da Pixabay

Ing. Giuliano Confortini: dopo aver conseguito la laurea in ingegneria civile all’università di Bologna inizia a lavorare come tecnico di cantiere prima e come project manager poi per imprese edili della zona di Modena.
Dal 2012, sviluppa capacità  di analisi e costruzione in zona sismica grazie al lavoro sul campo.
Dal 2018 mette a frutto le esperienze precedenti lanciandosi come libero professionista ed occupandosi a tutto tondo di ristrutturazioni.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by