I pannelli solari trasparenti e la finestra fotovoltaica in Italia

Condividi L'articolo su

I pannelli solari trasparenti e la finestra fotovoltaica in Italia sono le innovazioni di ultima generazione in questo campo. Le celle solari sperimentali sono state sviluppate dai ricercatori dell’Università Coreana di Incheon. Mentre gli esperti dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca studiano una versione trasparente del fotovoltaico.

Pannelli solari trasparenti

Tra gli ultimi progressi in capo di energie rinnovabili, c’è l’obiettivo di creare pannelli solari trasparenti e provare ad integrarli per comodità ed estetica alle finestre di palazzi ed edifici. Ciò per ottenere energia elettrica pulita. Questa è una sfida su cui la comunità scientifica lavora da tempo e che non ha dato poche difficoltà. Le attuali celle solari, nonostante producano energia pulita e siano sempre più economiche ed efficienti, sono scure e opache per via dei materiali semiconduttori che trasformano la luce in corrente elettrica.

I pannelli solari trasparenti e la finestra fotovoltaica in Italia

I pannelli solari trasparenti e la finestra fotovoltaica in Italia – shutterstock foto di Gorodenkoff

I nuovi materiali per i pannelli solari trasparenti

I ricercatori coreani della Incheon National University stanno lavorando alla creazione di nuovi materiali per pannelli solari trasparenti. La ricerca è condotta dal professor Joondong Kim che con il suo team sta utilizzando semiconduttori noti, quali il biossido di titanio (TiO2) e l’ossido di nichel (NiO), materiali entrambi dotati di trasparenza. Questi due materiali sono stati combinati e integrati in modo da ottenere una eterogiunzione. Quest’ultima è costituita da pellicole sottilissime di tali materiali, che genera corrente elettrica quando viene illuminata. L’innovativa cella solare pur essendo ancora agli inizi rappresenta un passo decisivo verso la realizzazione di celle solari trasparenti e la creazione e diffusione di “finestre fotovoltaiche“.

Il costo dell’energia solare continua a calare

La ricerca italiana e la finestra intelligente

Anche la ricerca italiana ha fatto passi importanti in questo campo. Basti pensare a “Glass to Power” (G2P), lo spin-off dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca la cui ricerca scientifica, diretta da Franco Meinardi e Sergio Brovelli, ha già prodotto i primi prototipi di finestre fotovoltaiche già pronte ad essere installate in condomini ed edifici di grandi dimensioni per contribuire alla loro sostenibilità energetica, una volta ottenuta la certificazione energetica. Queste, diverse da quelle create in Corea, sono formate da due elementi distinti. Il primo è un pannello che assorbe la luce solare, la converte in radiazione infrarossa e la guida verso i suoi bordi. Il secondo è costituito da celle solari tradizionali, installate sul perimetro del pannello principale e nascoste nell’infisso.

Le iniziative sostenibili nel mondo: la scoperta della Finestra Intelligente all’Università Bicocca

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • L’interesse per le Finestre Intelligenti non riguarda soltanto il settore dell’edilizia e dell’efficienza energetica. Infatti, sono possibili applicazioni anche in altri campi, come l’automotive o i display per smartphone e tablet. Infatti, i vetri super smart se inseriti in una macchina possono produrre l’elettricità sufficiente per alimentare tutti i meccanismi che non sono legati al motore, migliorare l’efficienza e risparmiare sui consumi.
  • Le nuove finestre fotovoltaiche dovrebbero vantare un’efficienza del 9,8-10% un costo d’installazione del 20% maggiore rispetto ai classici moduli sul tetto.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.