Chiese di Roma: quali sono le più belle da visitare?

Roma è una delle città più belle del mondo. Custodisce un patrimonio enorme, fatto di cultura, tradizioni, storia e bellezze architettoniche. Qui un piccolo elenco delle chiese più belle di Roma da visitare.

Roma possiede circa 900 chiese, per questo è definita la “madre di tutte le chiese”. Ognuna è unica nel suo genere, per la sua personale storia. L’architettura, le sculture e gli affreschi degli edifici fanno di ogni chiesa un luogo dal fascino impareggiabile.

Le più belle chiese di Roma da visitare


1 – La Basilica di San Pietro

Tra le chiese più belle di Roma vi è senza dubbio la Basilica di San Pietro (nonostante tecnicamente si trovi nella Città del Vaticano). Si tratta della chiesa di culto cristiano più nota al mondo cui fa da coronamento la piazza San Pietro. È la principale chiesa della cristianità, sede universale della Chiesa Cattolica e dimora del Papa. Progettata dal Michelangelo, nasce sulla tomba di San Pietro Apostolo e ospita la tomba di due papi, una grande sacrestia e un museo che raccoglie opere di impareggiabile bellezza. All’interno della Basilica di San Pietro è possibile ammirare numerose opere d’arte, come la Pietà di Michelangelo.

L’ingresso alla Basilica di San Pietro è gratuito, ma per via dell’alto numero di visitatori è consigliabile prenotare una visita guidata di gruppo o una visita con audioguida, abbinando un tour dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina o la visita dello Studio del Mosaico.

Basilica di San Pietro

Basilica di San Pietro – Canva

2 – La Chiesa di Santa Maria del Popolo

In Piazza del Popolo, una delle piazze più famose di Roma, sorge la chiesa di Santa Maria del Popolo. Questo tempio ha un’origine curiosa. Si racconta che il fantasma di Nerone spaventava i romani i quali iniziarono a pensare che nel luogo della sepoltura fosse nato un albero stregato, pieno di corvi. Per porre fine alla leggenda Papa Pasquale II ordinò di abbattere l’albero ed edificare al suo posto una cappella che fu poi ampliata e ristrutturata e a cui lavorarono Pinturicchio, Raffaello, Caravaggio e Bernini. Santa Maria del Popolo è una tra le chiese più belle di Roma per lo straordinario apparato decorativo delle sue cappelle. È possibile visitarla gratuitamente.

3 – Il Pantheon

Il Pantheon è il monumento meglio preservato dell’antica Roma. Un luogo che unisce arte e fede, splendido dal punto di vista architettonico. Costruito intorno al 118 d.C. questo edificio era in origine un tempio dedicato alle divinità romane. Furono i primi cristiani a decidere di trasformare il Pantheon di Roma nella Basilica di Santa Maria e dei Martiri, anche conosciuta come Santa Maria Rotonda. Il Pantheon è caratterizzato da una sala circolare che forma una sfera perfetta insieme alla cupola. Al suo zenit si apre un oculo che funge da sole.

Il Pantheon è aperto dal lunedì al venerdì fino alle ore 18.30. Nel caso si desideri visitarlo il sabato o nei giorni festivi, è necessario prenotare una visita con audioguida e guida cartacea oppure una visita guidata.

Il Pantheon

Il Pantheon – Canva

4 – La Basilica di San Giovanni in Laterano

Costruita per volere di Costantino il Grande, la Basilica di San Giovanni in Laterano rappresenta la prima chiesa edificata in Roma. Fu costruita nel IV secolo in onore di San Giovanni Battista. I pontefici, prima di stabilire la loro residenza nella zona Vaticana, vivevano proprio in questo edificio. La Basilica è caratterizzata da uno splendido Obelisco Lateranense, il più antico tra i tredici obelischi di Roma. San Giovanni ha anche una porta santa che viene aperta solo nell’Anno Santo. Negli anni l’artista Borromini ha arricchito l’edificio con numerose opere d’arte come le grandi statue dei 12 Apostoli situate nella navata centrale. Ubicata nell’omonima piazza di San Giovanni in Laterano, offre un ingresso gratuito.

Basilica di San Giovanni in Laterano

Basilica di San Giovanni in Laterano – Canva

5 – Santa Maria in Aracoeli

Santa Maria in Aracoeli è una piccola basilica di Roma situata in cima ad una scalinata vicino Piazza del Campidoglio e i Musei Capitolini. La Basilica di Santa Maria in Aracoeli si trova vicino al Monumento a Vittorio Emanuele II ed è famosa in quanto conserva nel suo altare una scultura ricavata dal legno di un ulivo del giardino del Getsemani, considerata miracolosa, del Bambin Gesù. All’interno della chiesa convivono in perfetto equilibrio architettura romanica e gotica, con tre imponenti navate illuminate da una fila di lampadari che proiettano riflessi colorati all’interno dell’edificio.

È possibile visitare questa basilica tutti i giorni gratuitamente.

Santa Maria in Aracoeli

Santa Maria in Aracoeli – Canva

6 – La Basilica di San Clemente

La Basilica di San Clemente, una delle chiese più belle di Roma, è un tempio cristiano dedicato a Papa Clemente I. Questa piccola chiesa possiede una ricca decorazione al suo interno. È possibile in questo caso non solo visitare la basilica, ma anche percorrere le famose antiche case romane in mattoni. In una delle stanze del tempio è possibile vedere l’acqua che circola per la Cloaca Massima, il principale sistema fognario dell’antica Roma. La basilica di San Clemente è visitabile dal lunedì al sabato e la domenica lontano dall’orario delle messe. Il costo del biglietto per accedervi è dimezzato per minorenni e over 65.

7 – La chiesa di Santa Maria in Trastevere

Santa Maria in Trastevere è una delle chiese più antiche di Roma, fondata da Papa Callisto I nel III secolo, quando il Cristianesimo era ancora una religione minoritaria.

Le immagini custodite all’interno della chiesa raffigurano sei momenti della vita della Vergine Maria. La facciata presenta una scena di Maria in trono con Gesù bambino, accompagnata da dieci donne. Secondo la leggenda, nell’anno 38 a.C., nel punto in cui ora sorge questa chiesa, sgorgava dal terreno un flusso di olio interpretato come l’annuncio della venuta di Cristo. Questa sorgente prese il nome di Fons Olei e rappresenta oggi il presbiterio del tempio: è il primo luogo ufficiale di culto cristiano nella città di Roma.

L’ingresso per visitare la chiesa è gratuito. La Basilica è aperta fino alle 21.00.

Santa Maria in Trastevere

Santa Maria in Trastevere – Canva

8 – La Chiesa del Gesù

La Chiesa del Gesù, costruita fra il 1568 e il 1584, sorge nelle vicinanze di Piazza Venezia. Rappresenta la prima chiesa gesuita di Roma.

Tra le chiese più belle di Roma, ha una decorazione interna in stile barocco sontuoso. La pianta è costituita da una sola navata. Non ci sono infatti navate laterali, bensì piccole cappelle che aiutano a direzionare lo sguardo verso l’altare maggiore. Tra gli affreschi della chiesa, quello appartenente a Giovan Battista Gaulli è il più suggestivo per via della sua tridimensionalità realizzata con dei rilievi in legno e stucco. In una delle cappelle è possibile contemplare la Madonna della Strada. Una delle cappelle più belle è la Cappella di San Francesco Saverio, monaco che con Sant’Ignazio di Loyola fondò la Compagnia di Gesù.

La chiesa di Gesù è aperta al pubblico tutti i giorni fino alle 19:30, con ingresso gratuito.

9 – Santa Maria in Cosmedin

Costruita sui resti del Tempio di Ercole del Forum Boarium, Santa Maria in Cosmedin è una chiesa medievale. Conosciuta per il portico della famosa Bocca della Verità e per il reliquiario in vetro ospitante le reliquie di San Valentino, il santo patrono degli innamorati, questa chiesa è quasi priva di decorazioni, ad eccezione dei mosaici sul pavimento, il baldacchino e il trono del vescovo. Sotto l’altare si trova una cripta dalla forma di una piccola basilica.

Questo tempio è aperto tutti i giorni con ingresso gratuito.

Santa Maria in Cosmedin

Santa Maria in Cosmedin – Canva

10 – La Basilica di San Paolo fuori le mura

La Basilica di San Paolo fuori le Mura è il luogo di sepoltura dell’apostolo San Paolo: ciò rende la basilica luogo di pellegrinaggio. Costruita nel IV secolo d.C., è una delle quattro basiliche più grandi di Roma, la seconda per dimensioni dopo San Pietro. Costituisce una delle basiliche papali. Contornata da un cortile che ospita una statua in marmo di San Paolo, è introdotta da 150 colonne imponenti che presentano la maestosità della chiesa il cui prospetto è ricoperto da un enorme mosaico dorato. Al di sopra degli archi sono presenti i ritratti di tutti i pontefici esistiti, da San Pietro a Papa Francesco. L’interno della Basilica di San Paolo fuori le mura ha un fascino impareggiabile costituito da enormi colonne d’alabastro e preziosi mosaici. Sotto un enorme baldacchino in marmo giace sepolto l’apostolo San Paolo.

San Paolo fuori le Mura è senza dubbio una delle chiese più belle di Roma: aperta tutti giorni, fino alle 18:30, consente un ingresso gratuito.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sulle tendenze, consigli e idee sulla casa e il giardino continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi su
Scritto da

Dottoressa in Lingue Moderne per il Web. Giornalista pubblicista. Specializzata in Giornalismo dell’Architettura e dell’Interior Design.