Bow-window: il fascino della finestra bovindo

Condividi L'articolo su

Il bow-window è un elemento di design in grado di combinare fascino vintage e originalità. Si tratta di un tipo di finestra che può cambiare volto alla facciata e all’interno di un’abitazione.

Il termine bovindo traduce l’inglese bow-window, finestra ad arco. È un cantuccio sporgente tipicamente presente negli edifici vittoriani e nelle abitazioni del Nord Europa. Nella parte interna di un ambiente corrisponde a delle finestre con un’apertura concava che protende appunto verso l’esterno. Il bow-window aiuta a creare dentro casa un piccolo angolo, quasi intimo, da arredare in base a gusti ed esigenze personali.

Il bow-window come balcone chiuso

Come particolare tipologia di finestra che non segue il profilo della muratura dell’abitazione ma crea uno spazio aggiuntivo che tende verso l’esterno, il bow-window rappresenta quasi una sorta di veranda dal design unico, un “balcone chiuso” che consente di potersi affacciare sul giardino di casa o sulla città. Il bovindo costituisce quasi un salottino attiguo alla zona giorno principale, e consente di potersi dedicare alla lettura, ascoltare della buona musica o fare una chiacchierata in modo più rilassante ed intimo.

Bow-window

Bow-window: il fascino della finestra bovindo – foto Canva

Com’è strutturato un bow-window?

Il bow-window può avere essere strutturato in due modi diversi.

Il bovindo a forma poligonale installato allo stesso livello del calpestio, è conosciuto come “bay window” ed è caratterizzato da finestre frontali e laterali che presentano linee squadrate.

Il bovindo a forma circolare, progettato in altezza, ha una forma ad arco, quindi lo spazio interno alla casa presenta una superficie arrotondata.

Perché scegliere le finestre a bovindo?


Disporre di uno spazio aggiuntivo

Il bow-window, quasi come un balcone, aumenta lo spazio fruibile in casa offrendo la sensazione di un grande ambiente unico sia nella zona giorno che nella zona notte della casa. A differenza di un balcone, però, il bovindo è coperto e quindi utilizzabile anche durante la stagione più fredda.

Usufruire di maggiore luce

Un bovindo consente di avere in casa maggiore luce naturale in quanto è caratterizzato da più finestre, grandi e contigue. Allo stesso modo offre la possibilità di ammirare con estrema piacevolezza lo spazio esterno.

Architettura unica e d’impatto

Il bow-window è piacevole non solo dall’interno bensì anche dall’esterno. Le finestre a bovindo rendono più accattivante l’architettura della facciata di un edificio grazie alla loro struttura assolutamente unica.

Bow-window

Bow-window: il fascino della finestra bovindo – foto Canva

Finestre a bovindo: idee per diversi stili d’arredo


Bow-window in stile inglese

Il bow-window all’inglese è il design per così dire più tradizionale. Un’apertura a bovindo in stile inglese è costituita da tre finestre disposte in successione in modo da formare una sorta di arco. Qui gli infissi sono tipicamente in legno, bianchi e con apertura a ghigliottina. Lo spazio interno che si viene a creare può essere trasformato in un piccolo angolo lettura o studio.

Bow-window

Bow-window: il fascino della finestra bovindo – foto Canva

Bow-window in stile country

Il bovindo si adatta bene anche agli ambienti in stile country. In questo caso la colorazione ideale è quella del legno naturale o bianco in grado di dar vita ad uno spazio caldo e particolarmente accogliente. Lo spazio internamente fruibile può essere sfruttato per creare un piccolo salottino con tavolinetto e divano o poltroncine.

Bow-window

Bow-window: il fascino della finestra bovindo – foto Canva

Bow-window con panca

Spesso lo spazio creato dal bow-window viene occupato da una comoda panca che se in sala da pranzo rimane a disposizione come sedute aggiuntive per il tavolo, in soggiorno è utilizzata come divanetto relax.

Bow-window di vetro in stile moderno

Nonostante la finestra bovindo costituisca un’apertura ideale in contesti in stile inglese, vintage e rustico country, è adattabile anche ad ambienti più tendenti al moderno. In tal caso è necessario preferire dei materiali differenti rispetto al legno, più innovativi, oppure optare per aperture totalmente in vetro.

Bow-window

Bow-window: il fascino della finestra bovindo – foto Canva

Bow-window in stile shabby chic

Il bovindo con infisso in legno color bianco si adatta bene agli ambienti shabby chic. Qui lo spazio che si ricava nell’ambiente domestico può essere decorato con cuscini, tappeti e vasi con fiori.

Bow-window nella zona notte

Le finestre a bovindo sono apprezzate non solo nella zona giorno della casa, ovvero living e sala da pranzo, ma anche nella zona notte. In camera da letto, un bow-window crea lo spazio perfetto per un angolo relax lettura. Per rendere quest’area non solo piacevole dal punto di vista estetico ma anche funzionale è possibile integrare una panca contenitore o una serie di cassetti, utili per dare posto a libri, biancheria e oggetti di altro genere.

Bow-window in stile nordico

L’arredamento in stile nordico mira a conferire un certo calore agli ambienti di casa, puntando su essenzialità, ordine e tinte neutre. Un living in stile nordico si completa bene con un bow-window proprio perché questo tipo di finestra regala luminosità, semplicità, leggerezza e calore alla stanza. Un bovindo ideale in questo caso può essere accompagnato da una panca in legno chiaro rifinita con tessuto color bianco o avorio.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sulle tendenze, consigli e idee sulla casa e il giardino continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su
Scritto da

Dottoressa in Lingue Moderne per il Web. Giornalista pubblicista. Specializzata in Giornalismo dell’Architettura e dell’Interior Design.