Venezia: calo di abitanti nel centro storico. I dati aggiornati

Quanti sono gli abitanti di Venezia? La storica città italiana costruita sull’acqua registra un continuo calo demografico. Di seguito i dati aggiornati.

Se un tempo era una delle città più grandi del mondo, oggi Venezia è segnata da una gigantesca perdita di abitanti nella zona del centro storico. Ma quanti sono gli abitanti di Venezia oggi?

Abitanti Venezia

Quanti sono gli abitanti di Venezia? – Pixabay – foto di Helen Jank

La straordinaria storia della città

Venezia è formata da 120 isole adagiate su una laguna e si estende fra la terraferma e il mare. L’origine del nome risale alla popolazione longobarda e significa letteralmente ‘città dei canali’, in riferimento alla vicinanza con il mare. Fin dalla sua fondazione, fissata nel  marzo del 421 d.C, la Serenissima è stata una delle più grandi potenze marittime europee, aggiudicandosi il predominio sull’Adriatico. Nel corso dei secoli, la città divenne sempre più ricca di arte, pittura e architettura, diventando una delle sedi più lussuose al mondo ricca di stili unici. Grazie a personalità quali Bellini, Veneziano, Casanova, Marco Polo e molti altri, già nel XVIII secolo Venezia era diventata simbolo e centro culturale e artistico a livello mondiale.

Unesco Italia: alla scoperta delle Opere di difesa veneziane

Gli abitanti di Venezia: gli ultimi dati

Il comune di Venezia conta oggi 254.367 abitanti. A spaventare però, è il forte calo demografico subito dal centro storico (zona limitata ai sestieri della città lagunare). In passato il centro storico, grazie al grande sviluppo culturale e commerciale, ha attirato un numero sempre più elevato di individui intenti a stabilirsi definitivamente nella città. Nel 1951, per esempio, il tasso demografico di Venezia centro storico aumenta a tal punto da toccare la cifra massima di 174.808 abitanti. Ciò fu possibile grazie al grande benessere diffusosi con la rivoluzione industriale. In generale però la curva si era sempre mantenuta medio-alta. Almeno sino alla seconda metà del secolo scorso. Dal 1957 si iniziano a notare i primi cali: si scende velocemente a 158 mila, seguito poi dal 1961 con 137 mila. La discesa continua così lentamente, per i decenni successivi, sino a raggiungere i 66 mila nel 2001. Nel 2021 si segnano quasi 52 mila abitanti e oggi, nel 2022 Venezia è al di sotto dei 50 mila abitanti.

Quali sono i motivi del calo demografico veneziano?

La causa principale dello spopolamento è legata al forte flusso turistico. La città è testimone di un continuo turismo sempre in espansione. Si parla di più di 35 mila turisti al giorno, arrivando a superare gli 8 milioni all’anno. Oggi nel centro storico, è impossibile comprare o affittare un appartamento ad un prezzo normale; ormai i venditori favoriscono l’affitto turistico che è molto più redditizio. Parlando dei mezzi pubblici, i residenti pagano un biglietto ridotto rispetto al turista, ma i prezzi sono molto lenti a calare. Si parla anche, tra le cause, dei pochi spazi ludici concessi ai bambini, che a causa dell’affollamento turistico sono limitati nei movimenti esterni. Negli ultimi anni, il turismo veneziano è stato addirittura definito overtourism, letteralmente ‘sovraffollamento turistico’, facendo riferimento all’impatto negativo che il turismo ha sulla città e gli abitanti. Tra le cause principali, oltre quelle già citate, ricordiamo anche tutti i danni causati ai beni culturali e storici e all’ecosistema della laguna.

Abitanti Venezia

Quanti sono gli abitanti di Venezia? – Pixabay – foto di Lunar Sea Art

Venezia combatte l’overtourism: da Gennaio 2023 tassa d’ingresso

Per limitare l’overtourism e tutte le sue conseguenze, il comune veneziano ha deciso che dal 16 Gennaio 2023, l’accesso alla città per i turisti sarà limitato. Si parla di inserire un Venice Pass, che sarà possibile ottenere prenotandosi in un’apposita app e pagando una quota d’ingresso. La tassa d’ingresso varierà da 3 o 8 o 10 euro, a seconda dei bollini (verde, rosso o nero) con cui viene contrassegnata la giornata, in base al crescere dei visitatori. Come spiega il sindaco Luigi Brugnaro “Stiamo procedendo per gradi, prima i tornelli e poi bisogna agire sulle norme che regolano la prenotabilità per impedire quei picchi che non sono più accettabili. Una cosa posso dire con certezza: non sarà più come prima”.

Turismo e sostenibilità: bioagriturismi più green d’Italia

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu? 

  • Nel 2021 Venezia ha festeggiato i 1600 anni dalla sua fondazione. Secondo la storia, il 25 marzo 421 d.C, tre consoli padovani furono mandati nel territorio veneziano per trovare un posto sicuro per un porto commerciale.
  • Il simbolo storico di Venezia è il leone di San Marco, patrono della città. Si tratta di una raffigurazione simbolica dell’evangelista, rappresentato da un leone alato.
  • Serenissima era un appellativo attribuito anticamente ai dogi di Venezia. Il termine poi è passato, per antonomasia, alla città stessa.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by