Viaggiando in Provenza per ammirare la fioritura della Lavanda

Una volta vorrei andare in Provenza e camminare su una strada costeggiata da campi di lavanda. Dicono che gli steli di quei fiori siano così alti che i prati dove crescono sembrano una distesa blu come l’oceano.
Lisa Kleypass

La Provenza è una provincia nel sud-est della Francia che corrisponde all’attuale regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Luogo ricco di panorami incantevoli, dal mare della costa azzurra alle impressionanti gole del Verdon, passando per i villaggi arroccati su roccia del Luberon. Da sempre meta turistica perché gode di un fenomeno naturale che rende queste zone ancora più pittoresche di quanto lo siano già durante l’anno: la fioritura della lavanda.

Quando andare in Provenza per ammirare la fioritura della Lavanda

La lavanda  fiorisce nei mesi di giugno-luglio-agosto, a seconda della zona e dell’altitudine in cui si trova. Nella Provenza l’estate è il momento ideale per assistere alla fioritura di questo profumatissimo fiore, che trasforma i campi francesi in lunghe distese viola che incantano ogni anno migliaia di turisti.

Di ronnybas frimages – Shutterstock

Dove andare per ammirare la fioritura della Lavanda: alla scoperta dei borghi di Provenza

La zona con il maggior numero di campi coltivati è quella intorno al paese di Valensole, “Le Plateau de Valensole” , circondato da distese di lavanda a perdita d’occhio e inoltre è ottimo come base per visitare la zona. Ma la Provenza è ricca di città e borghi dove è possibile godersi una vacanza romantica alla scoperta della lavanda.

Ecco qui una lista delle città e borghi di Provenza dove ammirare la fioritura della Lavanda:

  1.  Valensole, Gole del Verdon, Moustiers 

    La Valensole porta questo nome a causa delle condizioni estremamente soleggiate in cui si trova: la sua conformazione fa si che durante le estati il sole batta diretto per molte ore al giorno, così da renderla una vera valle assolata. La Valensole si trova nel sud della Francia, nella regione conosciuta come Provenza, della quale è praticamente un simbolo. Più precisamente il territorio coperto da questa valle si allunga tra il lago di Sainte-Croix e la cittadina di Manosque.

  2. Simiane-La-Rotonde, Roussillon, Abbey de Senanque

    Il nome del borgo deriva dalla Rotonde la cui sagoma a tronco di cono, sormonta il poggio intorno al quale sono state costruite addossate una all’altra, le alte case di pietra del paese abbarbicato. Questo torrione circolare costituisce la più antica testimonianza civile dell’arte romanica provenzale. Simiane-la-Rotonde offirà ai vostri occhi ricchezze che risalgono al Medioevo e al Rinascimento.

  3. Aix-En-Provence, Noli 

    fioritura lavanda borghi provenza

    Di Boris Stroujko – Shutterstock

    Aix è elegante, molto regale, ha un fascino un po’ retrò, ed è una città tranquilla ma viva e sempre brulicante di gente. Ogni angolo ha qualcosa di speciale, qualcosa da raccontare. I palazzi in stile barocco, i fiori colorati ai balconi, la solarità e il sorriso delle persone rendono questo posto davvero magnifico.

  4. Les Calanques

    Vicino Marsiglia si annidano le più belle calette di tutta la Provenza, le selvagge Calanques, piccole insenature di roccia bianca affacciate su un mare cristallino. È possibile raggiungerle a piedi lungo i numerosi percorsi di trekking, oppure in barca dal porto vecchio di Marsiglia o dal paese di Cassis.  Una tra le più belle calette è la “Calanque d’En-vau”.

  5. Arles e Nimes

    Arles è un’interessante cittadina a circa 100 chilometri ad ovest di Marsiglia, famosa per aver ospitato Van Gogh alla fine del 1800, ispirando tante delle sue immortali creazioni. Vicino ad Arles non mancate il bel borgo arroccato di “Les Baux-de-Provence” e lo spettacolare Carrieres de Lumieres, un’innovativa mostra dove le opere sono proiettate sulle pareti della cava, creando spettacolari giochi di luce .Poco più ad ovest si trova Nimes, un’altra bella cittadina che merita di essere visitata.

  6. Avignone e dintorni

    Si chiama “Vancluse” la pittoresca zona che si apre attorno ad Avignone, ricca di villaggi arroccati, distese di lavanda e buon vino. Per i seguaci di Bacco una tappa a Châteauneuf-du-Pape è d’obbligo, paese famoso per il vino omonimo, dove si possono trovare numerose cantine per degustare ottimo vino.  Tappa d’obbligo in questa zona è il pittoresco centro storico di Orange, con le case multicolore.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La Lavandula angustifolia è una pianta originaria dei paesi del  Mediterraneo ed è una pianta particolarmente adatta a formare siepi basse o bordure di viali. Ha le foglie tipiche della specie solo più strette e di un verde più intenso. I  fiori sono portati da spighe lunghe fino a 6 cm di colore azzurro, molto profumati che si schiudono d’estate. Di questa specie esistono in commercio numerosissime varietà con i fiori variamente colorati dal rosso, al bianco, al blu.

Ecco alcuni link utili per organizzare il tuo viaggio alla scoperta della Provenza per ammirare la fioritura della Lavanda:

Ecco le sette meraviglie del mondo moderno

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by