Quanti abitanti ci sono in Giappone?

La popolazione giapponese è composta da oltre 125 milioni di abitanti con una densità media di 334 per km².

In particolare, più della metà dei Giapponesi vive in città, soprattutto nella parte meridionale e in quella occidentale dell’isola di Honshu.

Non sorprende che il più alto grado di sviluppo urbano ed economico sia compreso fra Tokyo e Nagoya e nella regione di Osaka. Le grandi aree metropolitane, megalopoli dovute principalmente alla volontà delle grandi società industriali giapponesi per l’ampliamento delle proprie iniziative, ma ormai ampiamente popolate, si concentrano invece a Tokyo, Yokohama, Kawasaki (oltre 30 milioni di abitanti); Nagoya (6 milioni e mezzo); Osaka, Kobe, Kyoto (17 milioni e mezzo); Kitakyushu (5 milioni).

Abitanti in Giappone: come organizzano la città?

Le città giapponesi più antiche, come le ex-capitali Nara e Kyoto, avevano una pianta molto regolare, quadrata e a scacchiera, secondo un modello importato dalla Cina.

La struttura era la seguente: al centro c’era il castello fortificato dell’Imperatore che divideva la città simmetricamente in parti uguali. Quando però i nuclei urbani originali si sono ingranditi, si sono sviluppati in modo disordinato e completamente asimmetrico.

Una pianta riscontrabile in molte città moderne, come Tokyo, che appare dall’alto come una distesa grigia di edifici con appartamenti moderni e grattacieli che si mescolano tra pagode, antichi templi e castelli imperiali. Non è un caso quindi che le zone centrali delle grandi città somiglino alle metropoli occidentali con grandi magazzini e luci ovunque.

Nonostante gli edifici moderni però, rimane largamente diffusa in tutto il Giappone, la casa tradizionale, costruita con materiali vegetali quali legno, paglia e carta.

abitanti in Giappone

Foto di ESB Professional su Shutterstock

Abitanti in Giappone: stime e organizzazione urbana

Il Giappone è suddiviso in otto regioni geografiche (Hokkaido, Tohoku, Kanto, Chubu, Kansai-Kinki, Chugoku, Shikoku, Kyushu) e in 47 prefetture ed è caratterizzato da una forte contrapposizione fra zone rurali, poco abitate, e zone urbane molto sviluppate.

Ogni prefettura fa riferimento a un governatore elettivo e a un’assemblea mentre ogni municipalità all’interno delle prefetture ha una propria assemblea legislativa e i rappresentanti sono eletti a suffragio universale.

L’organizzazione meticolosa è anche frutto del censimento della popolazione, che fu introdotto in Giappone nel 1920 e da allora si svolge ogni cinque anni. Ogni anno viene rilasciata una stima ufficiale, basata sulle tendenze evidenziate dal censimento.

Prima si è provato ad effettuare delle stime, come emerge dai dati risalenti al 1872 che rivelano che in Giappone vi erano quasi 35 milioni di abitanti. L’ultimo censimento ne ha registrati 125,5 milioni, mentre l’ultima stima ufficiale è 126,6 milioni. Il Giappone è quindi il settimo paese al mondo più popolato, dopo Cina, India, Russia, Stati Uniti, Indonesia e Brasile anche se ora il tasso di crescita della popolazione è quasi nullo e alcune prefetture hanno già una crescita negativa.

Per quanto riguarda la densità, si è passati dalle 91,2 persone per km² del 1872 alle 336,8 del censimento, fino alle 339,8 dell’ultima stima. La densità media della popolazione deve essere ricondotta agli 80.000 km² di pianure, il che la fa salire vertiginosamente.

La leggenda di Sakura, il fiore che salva gli abitanti giapponesi

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • In Giappone ci sono circa 30 città con più di 300.000 abitanti, mentre quelle con oltre un milione di abitanti sono 10: Tokyo, Osaka, Yokohama, Nagoya, Kyoto, Kobe, Sapporo, Kitakyushu, Kawasaki e Fukuoka.

  • L’isola di Honshu ha la massima densità di popolazione nella prefettura di Tokyo, che è grande come la provincia di Padova, con 5473 abitanti per km². Anche le isole di Shikoku (223), Kyushu (315) e Okinawa (540) sono densamente abitate mentre l’isola di Hokkaido ha solo 72 abitanti per km² (su un totale di 5 milioni e mezzo di abitanti).

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continua a seguirci su www.habitante.it

In copertina: foto di Sean Pavone su Shutterstock

Post Tags
Share Post