100% rinnovabile: ecco le 4 nazioni che ce l’hanno fatta

Islanda, Costa Rica, Norvegia e Paraguay hanno raggiunto, o quasi, l’obiettivo di essere 100% rinnovabili ed azzerare le emissioni di CO2. Come avranno fatto in così poco tempo? Vediamolo insieme.

In questo mondo in cui chiunque cerca di risparmiare ed ogni nazione studia nuove fonti di energia rinnovabili, c’è qualcuno che ha avuto più risultati degli altri? Abbiamo visto che qualcuno ha raggiunto il 100% di energia rinnovabile necessaria per il mantenimento della nazione. E se ogni nazione del mondo fosse così?

Islanda 100% rinnovabile grazie all’energia geotermica

Credits: www.pixabay.com

Probabilmente solo poche altre nazioni possono vantare un territorio così particolare come quello dell’Islanda. La quantità di attività geotermica all’interno del suolo del paese erano solo un consiglio. L’Islanda utilizza il 73% dell’energia dalle centrali idroelettriche ma è il restante 27% che più ha sorpreso il mondo. L’energia geotermica ha condotto l’Islanda all’obiettivo del 100% ed è proprio questa fonte di energia rinnovabile quella che viene utilizzata dalle famiglie islandesi. Le famiglie, con un sistema idraulico molto ingegnoso, ottengono il 90 per cento dell’energia geotermica per riscaldamento della casa. Gli islandesi sono i primi ad aver trasformato il proprio stato, in passato dipendente dal carbone, in un esempio di nazione rinnovabile con standard di vita elevati.

Costa Rica 100% rinnovabile e addio al combustibili fossili

Credits: www.pixabay.com

Il Costa Rica in passato dipendeva da completamente dalle fonti d’energia derivanti dal combustibile fossile. Guardala oggi invece. Il 2015 ha utilizzato per 300 giorni solo energia rinnovabile, e nel 2016 invece ha raggiunto il 98% di fabbisogno energetico solo con le rinnovabili. Nel 2017, nuovamente, hanno vissuto 300 giorni solo con l’energia derivante dalle fonti idroelettriche, eoliche e geotermiche. Un ennesimo colpo di scena è avvenuto con l’elezione del nuovo presidente, Carlos Alvarado, che ha ideato un piano per vietare i combustibili fossili. Il Costa Rica conta 5 milioni di abitanti mentre l’Italia 60 milioni (12 volte in più) ma per quanto riguarda l’energia la questione è differente: l’Italia, secondo le statistiche, ha bisogno di 30 volte la quantità di energia della quale ha bisogno il Costa Rica. Sono loro a produrre troppo, o siamo noi a consumare più dell’indispensabile?

Norvegia 100% rinnovabile con 0 emissioni

Credits: www.pixabay.com

Primo produttore europeo di gas e petrolio, ma anche grande produttore di energia rinnovabile per l’uso interno. Il fondo sovrano norvegese ha adottato un piano per azzerare definitivamente gli investimenti nel settore oil e gas, nonostante il fatto che il mercato di gas e petrolio sostengano le pensioni di tutto il paese. Il progetto più ambizioso però è sicuramente quello che ha la scadenza nel 2025. Per allora vedremo una mobilità norvegese totalmente elettrica e con zero emissioni. Già oggi la Norwegian EV Association conta più di 100 mila unità elettriche. Per il 2030 la Norvegia considera di ottenere la Carbon Neutrality, 10 anni prima della data prevista all’inizio del progetto.

Paraguay 100% rinnovabile attraverso l’energia idroelettrica

Credits: www.pixabay.com

Se si pensa alle nazioni del Sud America si pensa a paesi in difficoltà economica e con un tasso di povertà non indifferente, ma da oggi dovremo escludere il Paraguay dalle nostre convinzioni. Il sistema idrico naturale del Paraguay ha reso il paese rinnovabile al 100%, del resto solo in una nazione costellata di fiumi come questa si poteva raggiungere un obiettivo così ambizioso. Ad esempio, la diga di Itaipu genera 75 terawatt all’ora. L’American Society of Civil Engineers ha proclamato il Paraguay una delle sette meraviglie del mondo moderno. Nonostante ciò la diga sta provocando un dissesto ambientale non indifferente: ad oggi ha distrutto 700km² di foresta pluviale, le cascate di Guaìra e alcuni villaggi di indios. Nonostante ciò il Paraguay continua a sfruttare le proprie possibilità.

Cambiare è impegnativo ma possibile. Magari non avrà le risorse geotermiche dell’Islanda i fiumi del Paraguay, ma una Italia rinnovabile sarebbe possibile.

Leggi anche: “Sostenibilità, la classifica ufficiale dei Paesi più sostenibili del mondo”

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • In Cina è stato creato un parco di pannelli solari sul mare, dove prima c’era un miniera di carbone.
  • Nell’ultimo anno, gli italiani che utilizzano le energie rinnovabili, molto o poco che sia, hanno fatto risparmiare all’Italia 4 milioni di euro.
  • In Francia hanno creato la Energy Observer, la prima imbarcazione idroelettrica del mondo.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Giuseppe Carissimo