Destinazioni women friendly: per vacanze tutte al femminile

Quali sono le mete più interessanti per un pubblico di sole donne? Eccone alcune, con le classifiche di quelle più Women Friendly.

Le vacanze sono un momento di relax agognato tutto l’anno, e numerose rappresentanti del gentil sesso scelgono di partire per vacanze in solitaria, senza doversi preoccupare di altro che non sia scoprire la meta prescelta.

Secondo una ricerca condotta da British Airways dal titolo “Global solo travel study” condotta su 9.000  uomini e donne tra i 18 e i 64 anni, in Gran Bretagna, Stati Uniti, Francia, India, Germania, Cina, Brasile e Italia, il 63% delle donne ha dichiarato di aver fatto una viaggio da sola nella propria vita e, il 73%, di avere intenzione di intraprenderne uno a breve. Ovviamente le agenzie di viaggio stanno studiando soluzioni adatte a questo genere di richiesta. 

 I “Solo traveller” sono single, ma anche persone sposate, con il desiderio di partire in solitaria.  

Un aspetto fondamentale per una vacanza in solitaria al femminile è capire quando una meta sia women friendly oppure no. Paesi anche affascinanti come il Kenya o il Sud Africa, a causa delle forti discriminazioni, sono infatti in fondo alla classifica, dominata invece da paesi come Francia, Spagna, Italia, Canada e Stati Uniti. Le metropoli mondiali, come Parigi e New York sono fra le mete preferite.

Luoghi unici da visitare da sole o in compagnia: iniziamo con la Svezia.

Al di fuori tuttavia delle mete più famose e desiderate, ci sono alcune destinazioni meno note ma egualmente affascinanti, come la Svezia, e in special modo la capitale Stoccolma, che si rivela essere una città facile da girare, soprattutto a piedi, molto sicura e con numerose mete culturali a disposizione, a partire dal Museo Nobel, dedicato ad Alfred Nobel e al premio da lui creato. Un aspetto secondario non indifferente è dato dal fatto che nei paesi nordici i pagamenti in contanti sono ormai una percentuale bassissima, tanto che alcuni negozi accettano solo carte di credito, consentendo di girare con pochissimi soldi.

Stoccolma

Stoccolma in una foto di Everst su Shutterstock

.

Portogallo.

Un’altra destinazione “minore” ma egualmente importante è il Portogallo, che nasconde alcune città meravigliose, come Sintra, considerata una località romantica e fiabesca, che ospita numerosi palazzi, giardini e vicoli affascinanti. Il centro caratterizzato da numerosi azulejos, le piastrelle decorative tipiche del Portogallo, offre ai visitatori la possibilità di visitare il bel castello dei Mori, il Palazzo Nazionale e alcune tenute storiche. Anche la capitale stessa, Lisbona, è in grado di offrire scorci e suggestioni a qualunque visitatrice.

Portogallo

La Basilica di Congregados in Portogallo in una foto RossHelen su Shutterstock

.

Giappone.

Fra le mete extraeuropee il Giappone, complice anche l’ingresso prepotente della cultura giapponese nei film e nei programmi televisivi, oltre che per la diffusione del sushi, riscuote sicuramente la simpatia di molte viaggiatrici in solitaria, attratte dalle grandi città, in particolare da Tokyo, che si rivela essere un mix di modernità occidentale, partendo dai grattacieli, e di cultura giapponese tradizionale, riscontrabile nei palazzi storici e nei giardini. I musei e gli spettacoli tradizionali, come le lotte di sumo, sono un interessante corollario utile a comprendere una cultura estremamente diversa dai canoni occidentali.

Torii Gate in Ueno Park, Tokyo

Torii Gate in Ueno Park, Tokyo – Foto di Noina su Shutterstock

.

Stati Uniti.

Gli Stati Uniti sono forse la meta occidentale più affascinante e desiderata, sia a causa dell’influenza di Hollywood, sia per l’enorme differenza di culture e paesaggi presenti. Le principali città, come New York, Las Vegas, San Francisco e Philadelphia sono altrettante ottime mete per le vacanze, ognuna con il proprio fascino e le proprie attività peculiari: a New York uno spettacolo a Broadway, a Las Vegas i casinò, a San Francisco il surf e l’industria del cinema, a Philadelphia la storia americana. Al di fuori delle città si estende un vero e proprio continente, che viaggiatrici avventurose potrebbero voler attraversare percorrendo l’iconica Route 66 o visitando i grandi parchi, Yellowstone in primis. 

Manhattan, New York, in una Foto di Yulia Mayorova su Shutterstock

 

 

.
Si ringrazia per la consulenza il dott. Alberto Trelani

 

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Per prendere visione della classifica dei paesi con minore e maggiore discriminazione nei confronti delle  donne visitate The Global Gender Gap.
  • Ogni anno US News & World Report  pubblica l’elenco dei migliori paesi al mondo dove vivere per le donne. Questa classifica si basa su di un sondaggio eseguito su più di 9.000 donne in tutto il mondo.

 

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.