Fabriano, la città della carta

Pensando a Fabriano non possono che venire in mente i blocchi di fogli da di carta e, in effetti, la città marchigiana ha un legame inscindibile e secolare con l’industria cartaria. Scopriamo la storia del più importante centro di di produzione di carta d’Europa.

Fabriano, la città della carta

SHUTTERSTOCK

Città UNESCO

Fabriano si trova nelle Marche, in provincia di Ancona ed è una delle città italiane appartenente alla lista delle Città Creative dell’UNESCO, inserita nella categoria “Artigianato, arti e tradizioni popolari” per la produzione della carta a mano. Ciò  a ben ragione, in quanto Fabriano è anche una delle pochissime città al mondo dove ancora oggi si fabbrica carta a mano, una tradizione che racchiude secoli di storia.

Come è arrivata la carta proprio a Fabriano?

Se ci si chiede come abbia fatto la carta ad arrivare a Fabriano e come la città sia diventata il centro di produzione più importante d’Europa la risposta è la vicinanza con Ancona, porto commerciale molto attivo negli scambi con il mondo arabo. Furono infatti gli Arabi a portare dalla Cina al Mediterraneo le tecniche di produzione della carta che a Fabriano, soprattutto dalla seconda metà del XIII secolo, furono perfezionate dall’abilità degli artigiani fabrianesi con l’uso della pila idraulica, della gelatina e della filigrana. È nel 1264 che inizia la produzione della carta a Fabriano. Più avanti, con la nascita della stampa a caratteri mobili la carta diviene strumento imprescindibile a cui affidare la parola scritta e perciò Fabriano polo principale della sua produzione.

Il Museo della Carta della Filigrana 

È possibile rivivere i secoli di storia della lavorazione artigianale della carta nel Museo della Carta della Filigrana, che ha sede in uno dei più bei complessi monumentali della città di Fabriano, l’antico Convento di San Domenico. Nel museo è allestito un percorso didattico con tutte le fasi di sviluppo di quest’arte, le tecniche di produzione e il legame con la città di Fabriano.

Nella sede del Museo della Carta e della Filigrana è stata ricostruita la Gualchiera Medioevale Fabrianese, che riproduce le tecniche usate dai celebri “Mastri Chartai”. Il museo offre anche delle attività didattiche rivolte ai più piccoli, che hanno la possibilità di cimentarsi nella creazione di un foglio di carta.

L’azienda Cartiere Miliani Fabriano

Nel 1782, dall’unione di tutte le cartiere presenti sul territorio, nascono le famose Cartiere Miliani Fabriano, ancora oggi azienda di primo livello a livello mondiale. L’alta qualità che ha sempre distinto la carta di Fabriano venne anche premiata con la Medaglia d’oro alla celebre esposizione di Londra nel 1851.

Annual Conference UNESCO 2019

Dal 10 al 15 giugno 2019 i rappresentanti Unesco e delegati di 180 città del mondo si incontreranno a Fabriano per l’Annual Conference, l’evento più importante organizzato periodicamente dal Network delle Città Creative UNESCO.

Per l’occasione, sarà esposto alla Pinacoteca fabriense il capolavoro giovanile di Leonardo, la Madonna Benois, proveniente dall’Ermitage di San Pietroburgo.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • Le Cartiere Miliani Fabriano fanno parte delle pochissime Cartiere autorizzate dalla Banca Centrale Europea (BCE) a produrre la carta per le banconote in Euro.
  • Scopri di più sulla regione Marche nel nostro approfondimento.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it