Consigli pratici per il primo viaggio in camper

Novelli camperisti pronti a partire? Ecco i nostri consigli pratici per arrivare preparati al vostro primo viaggio in camper.

Il camper è un mezzo molto amato dagli italiani, tanto che nel 2017 il settore ha registrato un trend positivo per produzione, export e immatricolazioni. Secondo Touring Club Italia, questo mezzo è associato all’idea di un’esperienza di viaggio libero e per questo ideale per apprezzare al meglio territori e culture.

Di ME Image – SHUTTERSTOCK

Prima di partire

Buona prassi prima di partire per il primo viaggio in camper (e per i successivi!) è fare un check up generale dal meccanico. Oltre allo stato del motore, è fondamentale assicurarsi di avere energia elettrica e per il riscaldamento ovvero la batteria e la bombola del gas. Altra questione altrettanto importante è verificare il livello dell’acqua nel serbatoio.

Sbrigate questi fondamentali controlli tecnici, è il momento di programmare il viaggio e attrezzarsi per la partenza.

Itinerario di viaggio

Viaggiare con un camper permette di visitare zone altrimenti difficilmente raggiungibili e spesso fuori dai tradizionali itinerari turistici. Senza rinunciare all’avventura, è bene però arrivare preparati e conoscere i luoghi che si andranno a visitare per non lasciarsi sfuggire tappe importanti.

La fonte principale di indormazione è senza dubbio internet ma è consigliabile munirsi di un buon atlante stradale cartaceo, per non rischiare di trovarsi in posti isolati e senza connessione internet. Il modello di atlante ideale è quello in scala 1:200.000, che contiene sia dettagliate indicazioni geografiche che informazioni storiche e culturali.

Sono tante anche le App

Check list: cosa portare

Dunque, l’atlante stradale è primo punto della check list di cosa portare con sè per il primo viaggio in camper e per i successivi. A seguire:

  • Cavo di alimentazione per la corrente e adattatori
  • Cunei di livellamento, servono a mettere in piano l’autocaravan
  • Tubi per la ricarica dell’acqua
  • Kit di primo soccorso
  • Cassetta attrezzi
  • Picchetti e corde per il campeggio
  • Scorte alimentari di base e detersivi
  • Telo da mettere a terra in caso di sosta lunga
  • Stoviglie: sì a set di pentole da campeggio, sconsigliati vetro e ceramica.
  • Tavolo e sedie pieghevoli, per godersi l’esterno del camper dove è permesso.

Dove sostare

La regola generale è di sostare un po’ defilati dai centri abitati meglio ancora in aree attrezzate per la sosta dei camper. Nelle mappe online come sull’altlante cartaceomsono segnalate le aree di sosta, i parcheggi, i campeggi dove poter fermare il proprio mezzo. A questo scopo esistono varie App, che contengono anche suggerimenti di altri viaggiatori, come EcoMotori, CamperContact e CamperLife.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Nel Nord Italia c’è il maggior numero di persone che utilizza camper, addirittura il 76,6% delle immatricolazioni totali del 2016.
  • Ogni anno a Parma si tiene Il Salone del Camper, la più importante fiera dedicata al caravanning e al turismo en plein air.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continua a seguirci su www.habitante.it