Carnevale di Fano: storia e programma della tradizione più dolce d’Italia

Il carnevale di Fano è bello anche da gustare. 

La sua particolarità infatti, oltre a essere uno dei carnevali più antichi d’Italia insieme a quello di Venezia, è infatti il “getto” di ogni tipo di dolciumi che vengono lanciati dai carri in sfilata.

Carnevale di Fano: il più antico di Italia

Il Carnevale di Fano è tra i più antichi d’Italia. La sua nascita risale al 1347, data del primo documento noto nel quale vengono descritte le spese sostenute dal Comune per i festeggiamenti carnevaleschi.

Nel 1765 viene inaugurato il “getto” dei dolciumi, peculiarità del Carnevale di Fano. Mentre un manifesto del 1872 informa la cittadinanza della costituzione della “Società della Fortuna”, antenata dell’odierno Ente Carnevalesca, e del programma dei “divertimenti carnevaleschi” tenutosi nel medesimo anno.

Nel mese di agosto del 1947 si è svolto invece tra via Cavour, via Filzi e il Lungomare, il primo “Corso dei fiori”, edizione estiva del Carnevale caratterizzata da carri allegorici rivestiti da coloratissimi fiori.

Il 1951 è una data storica per il Carnevale di Fano. Il corso mascherato, ospitato fino a questa data nel piccolo corso Matteotti, viene spostato nell’ampio viale Gramsci in modo da permettere ai maestri-carristi di cimentarsi in più ardite ed articolate costruzioni allegoriche.

carnevale di fano

Foto di Hitdelight su Shutterstock

Carnevale di Fano: la festa

Il Carnevale di Fano 2020 si festeggia nelle 3 domeniche che precedono il martedì grasso (9 – 16 e 23 febbraio).

I maestosi carri di cartapesta di Fano raggiungono anche i 16 metri di altezza. Le tre domeniche di festa verranno accompagnate dalla “Musica Arabita” (la musica arrabbiata in dialetto), un gruppo di musicisti alternativi che si serve di oggetti di fortuna per produrre ritmi allegri e musicali.

In testa al corteo c’è il Pupo a cui, tradizionalmente, vengono fatte espiare tutte le colpe e le conseguenze delle azioni irresponsabili del Carnevale.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • L’edizione 2020 è dedicata all’ambiente e alla salvaguardia del pianeta e avrà il titolo ‘I sentieri dell’Eco: casca il Mondo, casca la Terra, tutti giù per terra’. Uno dei carri sarà infatti dedicato a Greta Thunberg.
  • Per assistere alle sfilate dei carri di Fano si paga un biglietto. Il prezzo per assistere dalla tribuna si aggira sulle 12 euro a persona.

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

In copertina: foto di Natale Zanardi su Shutterstock