Barefooting, camminare scalzi fa bene alla salute

Barefooting, l’atto di camminare scalzi, è una delle attività che fa bene alla salute dell’uomo.

Hai mai sentito parlare di gimnopodismo? Si tratta di un movimento di abitanti che considerano nel proprio stile di vita la scelta di non indossare calzature durante le attività quotidiane, camminando solo a piedi nudi. La filosofia di questa comunità si basa sul radicamento dell’uomo nella natura, partendo dall’appoggio dei piedi nudi su di essa. Questo movimento è nato in Nuova Zelanda e si è poi velocemente diffuso negli Usa, per approdare infine in Europa.

Fonte: Wikipedia

Di g-stockstudio – Shutterstock

Camminare scalzi fa bene alla salute

Camminare scalzi è un’attività che aiuta al ritrovo del proprio equilibrio e per trarne beneficio non è necessario uscire: anche l’atto di togliersi le scarpe entrando nella propria casa e camminare scalzi fa bene alla salute.

Secondo gli esperti, infatti, le scarpe tolgono sensibilità ai nostri piedi e, pur essendo progettate e modellate per adattarsi non solo alla nostra forma ma anche ai nostri movimenti e all’equilibrio generale del corpo, ci portano a modificare la nostra postura. Tendono, in particolare, a spostare il nostro baricentro in avanti, con una conseguente modifica della distribuzione del peso sulla muscolatura del piede; siamo soprattutto noi, insomma, ad adattarci a qualcosa di non naturale e non viceversa. Camminare scalzi, al contrario, sollecita la muscolatura in modo naturale, ci permette di distribuire il peso in maniera corretta, consente una migliore circolazione sanguigna e favorisce la traspirazione. Inoltre, camminare scalzi fa bene all’umore e allevia lo stress.

Camminare scalzi in casa: perché farlo

 

barefoot camminare scalzi

Di bezikus – Shutterstock

Fa bene ai piedi scalzi

Dopo una giornata intera fuori casa, magari costrette sui tacchi o con uno stivale striminzito, togliere le scarpe è liberatorio. E non solo: aiuta a riposare i piedi stanchi e a curare le patologie che possono colpire il piede stesso, come l’alluce valgo o problemi estetici come calli e duroni.

Allena i muscoli

Camminare scalzi permette di allenare completamente tutta la muscolatura del piede e del polpaccio, fino ma tutta la gamba e al gluteo. Hai mai notato quanti sport si svolgono proprio a piedi nudi? Dalle arti marziali allo yoga, chi si allena scalzo ha il dono dell’elasticità.

Sgonfia rapidamente

La camminata scalza è amica del ritorno venoso: questo vuol dire che se gli arti soffrono e sono gonfi e indolenziti, togliere scarpe e magari calze aiuta a riprendere rapidamente la giusta circolazione sanguigna.

Un rilassante massaggio naturale

Come insegnano gli esperti di riflessologia plantare, la pianta del piede se stimolata permette di curare e massaggiare naturalmente anche altri organi interni. Camminare scalzi permette di fare pressione sulle terminazioni nervose stimolando dunque tutto il nostro fisico. Per chi può, l’ideale sono i terreni morbidi e imperfetti come un bel prato verde. Ma per cominciare.. perché non stare sempre scalzi in casa?

Qualche curiosità sull’abitudine di stare a piedi nudi in casa,in questo articolo

Di Followtheflow – Shutterstock

Camminare scalzi fuori casa, tenendo conto dell’igiene

I rischi potenziali che corre un barefooter sono facilmente intuibili: tagli e infezioni, ustioni o conseguenze del congelamento. È tutto evitabile con un po’ di attenzione e ponendosi in ascolto del proprio corpo. Gli “scalzisti” assicurano che con il tempo i piedi si abituano, diventano più spessi e ci si sente più sicuri di sé: i piedi diventano via via più elastici, non più callosi o esteticamente “brutti” di prima, al contrario di quanto si potrebbe immaginare.

Doveroso è parlare anche dei possibili pericoli che comporta il barefooting fuori casa: esiste la possibilità di contrarre parassitosi quale la anchilostomiasi o la schistosomiasi nel caso si cammini a piedi nudi su terreni od in acque dolci inquinati dalle larve di tali parassiti . È da rilevare poi che sul suolo generalmente albergano diverse specie di germi patogeni che possono trovare via d’ingresso anche attraverso lievi lesioni. Sussiste quindi la possibilità di contrarre infezioni quali il tetano. Per ovvi motivi è sconsigliabile deambulare a piedi nudi su terreni infestati da animali velenosi, quali serpenti o scorpioni . In Europa l’unico ofide velenoso autoctono è la vipera.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Circa 400 mila: il numero di batteri che portiamo a spasso sotto le suole delle nostre scarpe

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by