App e corsi di lingua online: quali sono i migliori

Le App sono ottime alleate per chi vuole imparare una lingua straniera ma non ha tempo per iscriversi a un corso oppure per chi, nel tempo libero, vuole tenersi allenato e migliorare le proprie conoscenze. Esistono molti strumenti, sia gratuiti che a pagamento. Scopriamo i migliori corsi di lingua online.

Rosetta Stone: Uno degli strumenti per le lingue più completo in circolazione nonché il più utilizzato al mondo. Attraverso gli esercizi sarà possibile imparare le basi della grammatica oppure migliorare il proprio livello, per oltre 35 lingue. il punto di forza del metodo di Rosetta Stone per imparare le lingue online è quello dell’interazione tra gli utenti in stile social network. Il software, a pagamento, nasce per pc ed è disponibile anche per smartphone Android e Ios e per tablet.

Memrise: Come suggerisce il nome, Memrise si basa sull’apprendimento mnemonico sfruttando tecniche di memoria scientificamente valide e divertenti. L’app offre la possibilità di realizzare un’esperienza personalizzata in base al livello di partenza e agli obiettivi desiderati e il sistema permette di imparare nuovi vocaboli e idiomi, associandoli agli stessi nella propria lingua madre. Disponibile gratuitamente su Google Play, App Store e Amazon con una vasta offerta di lingue.

Duolingo: Si tratta senza dubbio di una delle App per imparare le lingue più conosciute e amate a livello internazionale. Il punto di forza di Duolinguo è il suo metodo: l’apprendimento unito al gioco. Sull’app non si troveranno regole grammaticali, soltanto testi, immagini e audio pensati per aiutare l’apprendimento. Disponibile per Android, Ios e Windows Phone.

Fluentify:  Su Fluentify è possibile scegliere un tutor, l’orario preferito e cominciare una vera e propria lezione personalizzata di 30 minuti. Pensato esclusivamente per l’inglese, è uno strumento ottimo per chi ha bisogno di prepararsi per conseguire attestati come Ielts o Toefl, per imparare e migliorare anche solo un aspetto della lingua (parlato, scritto). Per accedere al servizio è necessario acquistare un pacchetto e poi cominciare ad imparare direttamente dal proprio browser preferito oppure dal cellulare attraverso l’app su Android o Ios.

Busuu: Il funzionamento di Busuu è molto semplice e questo è senza dubbio uno dei motivi per i quali l’App può contare su una community con più di 50 milioni di madrelingua. Chiunque può mettere a disposizione degli altri iscritti le proprie conoscenze linguistiche e interagire. Disponibile online sui principali browser o su App store e Google Play.

Tandem:  L’idea alla base di Tandem è lo scambio linguistico: basta iscriversi, accedere, cercare chi parla la lingua che si vuole imparare e iniziare una chat. Attraverso l’App si possono anche correggere i messaggi, fare chiamate e videochiamate oltre a utilizzare alcuni giochi creati per facilitare l’apprendimento. Disponibile su Google Play e Apple Store.

HiNative: Non rientrerebbe fra i corsi di lingua online ma tra i social. Su HiNative è possibile porre domande su curiosità, dubbi a veri madrelingua di tutto il mondo iscritti alla community. Si tratta perciò di un approccio incentrato sul parlato ed è un attimo strumento da affiancare al mero studio di una lingua straniera. HiNative è disponibile online, per Android e per Iphone.

Leggi anche:

Ecco la classifica ufficiale delle lingue più parlate nel mondo

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Cinese mandarino, inglese e spagnolo sono le tre lingue più parlate al mondo.
  • L’italia è al trentaquattresimo posto della classica “EF EPI”, il rapporto internazionale più ampio che misura la competenza dell’inglese nel mondo.
  • In tutte le otto edizioni dell’EF Epi si evince che le donne parlano l’inglese meglio degli uomini. Questo si verifica sia a livello globale che nella maggior parte dei singoli Paesi.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continua a seguirci su www.habitante.it