Alla scoperta di Stanz bei Landeck, Austria

Le montagne sono le grandi cattedrali della terra, con i loro portali di roccia, i mosaici di nubi, i cori dei torrenti, gli altari di neve, le volte di porpora scintillanti di stelle.
John Ruskin

Stanz gode di una posizione soleggiata vicino a Landeck ed è famosa nel Tirolo e non, per le sue pluripremiate distillerie di grappa. Infatti, questo piccolo villaggio ha più licenze di distillazione che abitazioni.

Alla scoperta di Stanz bei Landeck. Stanz è la casa di circa 600 abitanti, ed è conosciuta innanzitutto per la sua grappa. A 1.000 metri sul livello del mare offre le condizioni di crescita ideali per frutti come la prugna “Stanzer Zwetschke”, che viene trasformata in grappa, grazie a un metodo secolare tramandato di generazione in generazione.

austria

shutterstock Di berni0004

Alla scoperta di Stanz bei Landeck

Una volta all’anno, il villaggio ospita il “Stanz brennt!” ovvero la festa della grappa. A settembre, visitatori e gente del posto possono gustare torte, gnocchi, marmellate e liquori tutti fatti con le prugne coltivate nella zona.

Alla scoperta di Stanz bei Landeck

Stanz dà anche il nome alla valle Stanzertal, che va dalla città di Landeck fino al passo Arlberg, collegando le province del Tirolo e del Vorarlberg. Qui e in tutto il comune, ci sono molti sentieri escursionistici e percorsi per mountain bike da esplorare in estate. Mentre in inverno è un’ottima base per chi ama le racchette da neve. Inoltre, a pochi passi c’è la piccola stazione sciistica di Venet Bergbahnen.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Da un punto di vista politico, a partire dal secolo scorso il Tirolo austriaco è suddiviso principalmente in Tirolo Settentrionale (Innsbruck) e Orientale (Lienz), che corrispondono in pratica all’omonimo stato federale austriaco.
  • Il nome “Tirolo” deriva da Castel Tirolo, il castello che fu la residenza della famiglia dei Conti di Tirolo e che è uno dei principali edifici fortificati dell’Alto Adige.

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA