Alla scoperta di Cremona: la città, gli abitanti, cosa visitare e mangiare

L’Appuntamento con l’Habitante Viaggiatore oggi vi accompagna a Cremona: scopriamo insieme i luoghi e gli appuntamenti da non perdere per conoscere questa città e la sua provincia.

 

Alla scoperta della città di Cremona

Siamo in Lombardia, qui si trova Cremona, una città a misura d’uomo, dove poter passeggiare ammirando le sue bellezze e degustare gli ottimi piatti della cucina locale. Città del torrone e di liutai, qui infatti 500 anni fa è nato il violino. La sua storia è indissolubilmente legata alla liuteria, elemento che la rende unica nel panorama mondiale. Vanta un’altissima concentrazione di botteghe di liutai, ce ne sono più di 150, e in città, nelle varie collezioni, sono conservati numerosi strumenti storici. Oltre che nel Museo del Violino Antonio Stradivari, che è allo stesso tempo un museo, un auditorium ed un centro di ricerca sulla liuteria antica e moderna. Queste caratteristiche hanno valso a Cremona il riconoscimento Unesco di patrimonio culturale immateriale dell’umanità nel 2012. Nella piazza del comune si possono ammirare architetture medievali, come il Torrazzo, la famosa torre campanaria alta 112 metri, la cui architettura è frutto della sovrapposizione nel corso dei secoli di più elementi. Al suo interno si trova il Museo Verticale del Torrazzo che permette ai visitatori di visitare tutti gli ambienti interni e seguire un percorso legato alla misurazione del tempo. Nella stessa piazza anche la Loggia dei Militi, il Battistero di San Giovanni e il Palazzo del Comune, che ha la tipica struttura del broletto lombardo. Da visitare anche la Cattedrale di Santa Maria Assunta, che per i suoi affreschi è chiamata la Cappella Sistina della Pianura Padana. Ed anche l’Auditorium Arvedi, progettato da Yasuhisa Toyota. Nel Museo Civico Ala Ponzone è possibile ammirare il San Francesco in meditazione di Caravaggio e L’ortolano di Giuseppe Arcimboldi, mentre nel Museo Archeologico, si trova la domus del Ninfeo, con pitture e frammenti musivi.


Gli abitanti di Cremona: quanti sono e come si chiamano?

Gli abitanti di Cremona si chiamano cremonesi e in totale sono 72.680 di cui 35.034 uomini e 37.646 donne.

Tutti i comuni della provincia di Cremona

I comuni limitrofi sono 11: (in ordine alfabetico)

Gerre de’ Caprioli, Bonemerse, Castelvetro Piacentino (PC), Castelverde, Malagnino, Gadesco-Pieve Delmona, Spinadesco, Persico Dosimo, Stagno Lombardo, Monticelli d’Ongina (PC), Sesto ed Uniti 

Le frazioni sono 19: (in ordine alfabetico)

Acquaferma, Battaglione-Bagnara, Bosconello, Carpanella, Carpanellina, Cavatigozzi, Co’ Duro, Croce Grande, Crocetta Alta, Gazzolo, Gerre Borghi, Lucchini-Chiavicone, Palosca, Persichello, Picenengo, Porcellasco, San Pedrengo, San Savino, Varolino

https://www.comune.cremona.it/


shutterstock_Di canadastock

Alla scoperta della provincia di Cremona

La provincia di Cremona è ricca di luoghi da visitare, tra storia, arte e cultura. Tra questi Crema con il suo Duomo in stile longobardo-gotico, il Museo Civico, la Basilica di Santa Maria della Croce e l’imponente Palazzo Terni. Da scoprire anche Pizzighettone, circondata da un complesso murario lungo circa 2 km, che circonda l’intero centro storico con la Torre del Guado, e poi Soncino, con il Castello che risale alla fine del ‘400, tra le rocche meglio conservate del Nord Italia. Per chi ama le escursioni nella natura l’area che circonda Cremona è l’ideale, qui il fiume Po regala degli ottimi percorsi grazie alla fitta rete di argini e piste ciclabili. Qui si possono fare gite all’aria aperta, passeggiare nel Parco delle Colonie Padane o nel Parco al Po oppure scegliere una minicrociera fluviale. Legato al fiume anche il percorso delle Ciclovie del Po che unisce quattro province: Pavia, Lodi, Cremona e Mantova. 

Gli appuntamenti da non perdere

Tra gli appuntamenti da non perdere quello dedicato al dolce simbolo della città, la Festa del Torrone appuntamento annuale che si tiene tra le strade e le piazze che si animano di numerose iniziative, tra corteo storico, degustazioni, spettacoli, musica, laboratori per bambini, mostre d’arte e la costruzione di un torrone gigante. E poi lo STRADIVARIfestival che ospita, nell’Auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino, grandi nomi tra violinisti e pianisti internazionali impegnati in concerti solistici tra i più celebri e amati e in opere del repertorio sinfonico e cameristico classico e romantico.

I piatti tipici da assaggiare

Tra i piatti tipici di Cremona troviamo formaggi e insaccati, come il salame IGP, morbido e insaporito con aglio, il cotechino cremonese vaniglia e il Grana Padano, il Provolone Valpadana e il Salva Cremasco, tutti con denominazione DOP. Altro piatto tipico è il gran bollito cremonese, preparato con almeno 5 tagli di carne, tra i quali la lingua di vitello e il salame da pentola. E la pasta ripiena, come i marubini in brodo, che sono tortellini ripieni di carne, i tortelli cremaschi dal ripieno dolce e i blisgon casalaschi, ripieni di zucca. Altro simbolo gastronomico di quest’area è la mostarda, preparata con pezzi di frutta candita e senape, e il torrone. Tra i dolci anche la Torta Bertolina, tipica di Crema, a base di uva fragola, che viene prodotta solo nel periodo della vendemmia.

 

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il broletto lombardo è l’edificio dove aveva sede la magistratura dei comuni lombardi e nel quale si svolgevano l’attività amministrativa e l’esercizio della giustizia, nei secoli XXII e XXIII. Presenta un impianto planimetrico regolarizzato, costituito da un piano terra porticato – non sempre aperto su tutti i lati – e da una sala assembleare soprastante, illuminata da un’ampia finestratura e con ingresso indipendente. (fonte enciclopedia Treccani)

 

 

 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post