Raccolta delle castagne in Trentino-Alto Adige: dove andare?

Ottobre e autunno sono sinonimo di castagne: vediamo dove andare per la raccolta delle castagne in Trentino-Alto Adige.

Le castagne in Trentino-Alto Adige: prelibatezza d’autunno

castagne in Trentino-Alto Adige

Shutterstock – tartanparty

Uno degli alimenti più sani e ricchi che la natura ci offre in questo periodo dell’anno per affrontare il freddo che arriverà: la castagna si presenta come un ingrediente primario per la preparazione di molte specialità, ed è tradizionalmente abbinata ai salumi tipici o accompagnata con il burro o il latte di montagna e servita in zuppe e minestre.

Le castagne in Trentino-Alto Adige e il sentiero dedicato

castagne in Trentino-Alto Adige

Shutterstock – ANDRES MC

In questa regione la castagna è così adorata che esiste un sentiero apposito dove fare la raccolta: il sentiero della castagna, appunto, detto “Keschtnweg“. Riconoscibili i castagneti poichè lungo questo sentiero ricoprono i pendii della Valle Isarco dall’abbazia di Novacella, nei pressi di Bressanone fino all’altipiano del Renon e giù fino al maniero di Castel Roncolo, poco a nord di Bolzano. Il sentiero della castagna Keschtnweg è un tracciato ideale pensato da vivere non solo nella stagione autunnale, ma anche nel resto dell’anno: la varietà delle essenze arboree di veste di tanti colori e profumi nelle varie stagioni dell’anno.

Il sentiero della castagna è particolarmente popolare durante la stagione del Törggelen, ovvero la degustazione del vino nuovo. Si tratta dell’antica tradizione che vede nelle ultime giornate assolate e calde d’autunno i “Buschenschank”, le osterie della buona frasca, da Novacella vicino a Bressanone, a Naz-Sciaves , Velturno , Chiusa , Villandro e fino a Barbiano e Laion , aprono le stube agli avventori per l’usanza del “Törggelen”.

La raccolta delle castagne in Trentino-Alto Adige: dove andare?

castagne

Foto di Przemek Iciak su Shutterstock

Albiano si trova solo a 18 km dal capoluogo trentino ed è conosciuta per la raccolta delle castagne in questo periodo dell’anno. Luogo ideale per itinerari all’aria aperta e percorsi di trekking, è possibile fare la raccolta delle castagne. Una meta ideale nel cuore della valle di Cembra, alle pendici settentrionali dei rilievi dell’altopiano del Calisio.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Velturno, definito il paese dei castagni per le 3.300 piante che lo circondano, sono in programma anche quest’anno settimane di festeggiamenti. Dal 1997 a Velturno ogni anno a inizio novembre si festeggia la castagna con la sagra della castagna. Il cosiddetto Keschtnigl è un insieme di escursioni guidate, visite guidate,degustazioni, concerti e del “Niglsunntig“, una grande festa nel centro di Velturno dove le associazioni locali offrono specialità a base di castagne.
  • Il mercato della castagna “Nigl-Markt”si svolge il 9 novembre 2019. Lungo la via principale di Velturno troverete tante specialità tipiche della gastronomia contadina e delle cantine vini, caldarroste, prodotti del maso e creazioni artigianali della tradizione contadina.
  • Il Törggelenè un’usanza culinaria autunnale diffusa soprattutto nella Val d’Isarco e nel Burgraviato, in Alto Adige che si effettua principalmente nel periodo della festa del ringraziamento. Solitamente durante la fine dei mesi autunnali, ci si ritrova nella Stube (una via di mezzo tra una cantina e una sala da pranzo) dei contadini dell’Alto Adige per la ricorrenza del Törggelen, la pigiatura dell’uva. La parola “Stube“, di derivazione indoeuropea, trova i suoi corrispettivi nell’inglese stove e in italiano “stufa”.

 

Credits immagine in evidenza: Shutterstock – Lesya Dolyuk

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione