Planetaria in cucina: cos’è e a che cosa serve

La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella.
Anthelme Brillat-Savarin

Per chi ama cucinare e preparare deliziose pietanze, un aiuto in cucina è sempre utile. Un alleato importante può essere la planetaria!

Planetaria in cucina: cos’è e a che cosa serve. L’impastatrice planetaria è un robot da cucina largamente diffuso. Utilizzato non solo da chef professionisti, ma anche da tantissime persone che amano cimentarsi in cucina e preparare ricette sfiziose in modo semplice e senza grossi sforzi. Si tratta in sostanza di uno strumento in grado di impastare tutti gli ingredienti messi nell’apposito contenitore annesso al robot. Il risultato che si raggiunge è un impasto, sia dolce che salato, perfettamente liscio ed uniforme.

Planetaria in cucina: cos’è e a che cosa serve

Insieme a questo robot professionale, di solito, vengono anche forniti tre accessori interscambiabili, da usare in base alle diverse necessità di preparazione delle ricette:

  • frusta: utilizzata per montare il composto
  • paletta: mescola gli ingredienti
  • gancio: consente di impastare anche i cibi più densi

La macchina possiede un braccio meccanico che si muove imitando la rotazione dei pianeti e consentendo all’accessorio scelto di raggiungere ogni angolo del recipiente. Può essere impiegata per la preparazione di impasti per pasta fresca, pane, pizza, ma anche crema pasticciera, pasta frolla, ecc.

cucinare

shutterstock Di Strannik_fox

Planetaria in cucina: cos’è e a che cosa serve

Prima di procedere all’acquisto di una planetaria è necessario capire qual è la destinazione d’uso e cosa si desidera ottenere. Infatti, i costi sono variabili in base all’uso domestico o professionale. In ogni caso, i prezzi sono abbastanza elevati, dato anche il fatto che oggi sono veri e propri pezzi di design che abbelliscono il banco lavoro in cucina.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Il termine planetaria deriverebbe dal movimento che compie la macchina. Infatti, mentre si osserva in funzione, ricorda molto gli effetti del moto dei pianeti.
  • La planetaria non è un’invenzione dell’ultimo decennio, anzi, le prime e più antiche risalgono agli anni ‘30

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Post Tags
Share Post