I cibi che non scadono mai

Dalla colazione ai condimenti, tanti alimenti possono essere consumati anche molto tempo dopo essere stati acquistati

Tra i cibi che consumiamo tutti i giorni ce ne sono alcuni che non scadono mai.

Tantissime volte capita di fare la spesa e di portarne a casa più di quanta se ne riesca a consumare. Tra offerte imperdibili ed errori di calcolo, la spesa colma di prodotti anche non necessari è all’ordine del giorno. Qualunque sia il motivo, trovarsi con cibi prossimi alla scadenza non è piacevole. Spesso bisogna consumarli in fretta, regalarli o usarli per preparazioni da porzionare o congelare.

Non tutti i cibi però scadono effettivamente quando lo dice l’etichetta perché si conservano molto a lungo nel tempo. Ci sono normative ferree che rendono necessario apporre su ogni alimento una data di scadenza anche se non sarebbe necessario per molti alimenti. Questi, se conservati correttamente, possono essere consumati ben oltre la data di scadenza. Ecco i cibi che non scadono mai, nonostante riportino una data di scadenza.

I condimenti tra i cibi che non scadono

Tra questi sicuramente va ricordato lo zucchero. Essendo un conservante naturale, lo zucchero dura diversi anni dopo la scadenza. Il suo sapore non varia nel tempo, l’unico problema è l’indurimento. Se conservato in modo sicuro e al riparo da caldo e freddo eccessivi, si conserverà al meglio.

Anche il miele si conserva a lungo nel tempo ma c’è la possibilità che si indurisca. Nessun problema comunque, rimane lo stesso commestibile.

Il sale tende a durare per diversi anni dopo la scadenza proprio come lo zucchero e questo perché è privo di acqua e perciò meno incline a deteriorarsi.

cibi che non scadono mai

Foto di ExplorerBob su Pixabay

Alcolici e aceto

Se ad alta gradazione, gli alcolici non scadono mai. Anche una volta aperti, grazie all’alcol e allo zucchero combinati, si mantengono a lungo nel tempo e possono andare avanti per anni, migliorando addirittura il sapore. Ovviamente, la conservazione in bottiglie idonee e al riparo da temperature estreme è fondamentale, altrimenti il rischio è quello di trovare della muffa, cosa che capiterebbe anche prima della scadenza.

L’aceto di vino bianco si conserva dopo la scadenza mantenendosi intatto sia nel colore che nel sapore. Anche quello rosso può mantenersi a lungo ma il passare degli anni può fargli cambiare odore e colore, rendendo più difficile capire se è ancora commestibile.

Riso, legumi e cioccolato

Il riso bianco può andare avanti anche 30 anni. L’importante è tenerlo a temperature basse, ben chiuso e non al caldo. È possibile conservarlo anche in freezer. Queste regole valgono solo per il riso bianco perché quello integrale o ai cereali tendono a deteriorarsi a causa dei grassi che contengono.

I legumi essiccati e privi di acqua, si mantengono a lungo negli anni. L’importante è tenerli ben a riparo dai raggi del sole e a temperature stabili, ovvero non troppo calde o fredde.

Anche dopo la scadenza, il cioccolato fondente può andare avanti per qualche tempo. Si tratta in media di uno o due anni, dipende dalla qualità e dagli ingredienti. Basterà uno sguardo per capire se è ancora buono.

cibi che non scadono mai

Foto di congerdesign da Pixnio

Gli alimenti della colazione

Il caffè, soprattutto quello solubile, a meno che non sia stato conservato in freezer, dura davvero a lungo.

Seppur più delicato degli alimenti sopra elencati, anche il latte in polvere può essere conservato per molto tempo, ovviamente ben chiuso e in un ambiente protetto e non soggetto a temperature instabili.

7 regole per una alimentazione sicura

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo e tu?

  • Ci sono altre categorie di alimenti che per periodi più brevi possono essere consumate dopo la data di scadenza. Tra questi ci sono yogurt, formaggi stagionati o prodotti dolciari a lunga conservazione.
  • È importante ricordare che per poter consumare i cibi anche dopo la data di scadenza bisogna essere certi di averli conservati in modo corretto e saper distinguere tra un alimento sano e uno che non lo è più. Mangiare cibi andati a male è un rischio per la salute.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it