Formaggi vegan: ecco quali sono i migliori

Oggi il mercato alimentare offre una vasta gamma di prodotti vegetali in grado di sostituire in tutto e per tutto gli alimenti derivati dagli animali. Parliamo per esempio di tofu, seitan, tempeh, alternative alla carne come burger e pesce “vegetale” fino ad arrivare ai formaggi vegan. Ebbene sì, esiste un’alternativa vegetale anche ai formaggi. Conosciamone i migliori in commercio.

Formaggi vegan: ecco quali sono i migliori

Dietro alla scelta di seguire un regime alimentare vegano ci sono diverse motivazioni che vanno dai temi ambientalistici a quelli salutistici fino a quelli socioeconomici. Il veganesimo si è molto diffuso negli ultimi anni così come gli alimenti vegani, ovvero prodotti che non siano né di origine animale né di loro derivati. Vediamo quali sono i migliori formaggi vegetali consumati e apprezzati dai vegani.

Impossible Burger: la carne del futuro sarà veg?

Stracchino vegetale a base di riso integrale

Tra i migliori formaggi vegan ecco un’alternativa vegetale allo stracchino prodotta dal riso. Questo stracchino vegetale è perfetto da spalmare sul pane o come accompagnamento alle vostre verdure preferite o come ingrediente per primi e secondi piatti leggeri e gustosi. Un prodotto adatto a chiunque, grandi e bambini e a chi è intollerante a latte, lattosio, glutine e alla soia.

Mozzarella a base di riso integrale germogliato

Una delle migliori alternative vegetali alla classica mozzarella è la sua versione vegan preparata a base di riso integrale germogliato. Il sapore non si discosta molto dalla controparte animale, per questo la mozzarella vegetale può essere utilizzata allo stesso modo, ad esempio per preparare un’insalata caprese, per la pizza, la lasagna, la pasta ripiena e tantissimi altri piatti della tradizione italiana.

Formaggi vegan - formaggio di tofu

Formaggi vegan: ecco quali sono i migliori – SHUTTERSTOCK

Fiocchi di tofu

A ricordare i famosi fiocchi di latte ci pensano i fiocchi ricavati dal tofu, sono morbidi, gustosi, poveri di grassi e 100% vegetali. Possono essere consumati semplicemente spalmati sul pane oppure per arricchire un’insalata con pomodorini conditi con sale, olio e basilico. In alternativa si possono sbriciolare e usare per farcire pasta e quiche salate.

Formaggio spalmabile veg

Altra interessante alternativa vegana al formaggio vaccino è il formaggio spalmabile completamente vegetale. Ideale per toast, piadine, bruschette e altre preparazioni. Disponibile in diversi gusti: naturale, gusto cheddar, con olive, con peperoncino, con erbe, aglio, cipolla e pepe.

Formaggi vegan - formaggio spalmabile veg

Formaggi vegan: ecco quali sono i migliori – SHUTTERSTOCK di GCapture

Formaggio No-Muh

Tra i formaggi vegani il No-Muh fu il primo ad arrivare in Italia, diversi anni fa, riscuotendo un immediato successo tra i vegani e generando un velocissimo passaparola. Esistono diverse varietà di questo prodotto: da quello simil-parmigiano a quello con le noci o la versione per fare la fonduta. Il No-Muh classico è privo di glutine, colesterolo, soia, lattosio, componenti derivati dal latte, caseina, olio di palma e di qualsiasi ingrediente di origine animale.

Ricotta vegetale a base di soia

Una recente novità, per quanto riguarda i prodotti vegani, è la ricotta vegetale a base di soia con aggiunta di calcio e di vitamina D2. Il sapore ricorda quello della ricotta nella sua versione classica. Questa tipologia di formaggio vegan può essere consumata come accompagnamento a verdure e contorni o all’interno di primi e secondi piatti, quali paste e polpette ma anche salse e mousse e come sostituto della maionese.

Latte vaccino: calano le vendite e aumentano quelle delle alternative vegetali

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La parola veganismo, o veganesimo, è la trasposizione nella lingua italiana della parola veganism nella lingua inglese, derivante dal termine vegan, nome che assunsero gli aderenti alla prima associazione vegana, fondata in Inghilterra nel 1944, la “Vegan Society“.
  • Il popolo “veg”, con cui si intendono sia i vegani che i vegetariani, in Italia ha raggiunto il suo massimo storico nel 2020, costituendo l’8,9% della popolazione totale, mentre nel 2019 e nel 2018 le percentuali erano rispettivamente del 7,1% e 7,3%. Lo rivela il nuovo Rapporto Italia 2020 pubblicato dall’istituto di ricerca Eurispes.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Biologa