Depurarsi con una alimentazione sana

Una alimentazione corretta e una attività fisica costante ci aiutano a vivere bene e a lungo.

Prendersi cura della propria salute significa modificare le proprie abitudini e lo stile di vita. Sono dunque scelte da valutare con la massima attenzione.

Ma partire da una corretta alimentazione è sicuramente un buon modo per mantenersi in salute e, come vedremo in dettaglio, non è poi così difficile da raggiungere.

Qui di seguito alcuni punti da tenere in considerazione per un comportamento corretto nei confronti del nostro organismo.

    • Diamo sempre molta  importanza alla prima colazione. La colazione è un pasto importante, che interrompe il lungo digiuno notturno e ci offre l’energia necessaria per affrontare la giornata fino all’ora del pranzo,ì. Ci aiuta inoltre a non avere fare a metà mattinata. Per una prima colazione si possono scegliere cereali integrali e frutta fresca o essiccata, latte scremato o di soia. Chi ha poco tempo può scegliere una mela o altro frutto con uno yogurt magro o di soia.
    • Meglio distribuire i pasti nella giornata: con piccoli pasti ogni 2-3 ore per mantenere stabili i livelli di glicemia. Possiamo fare brevi spuntini con frutta secca o frutta di stagione.
    • Mangiamo lentamente: se mangiamo velocemente la digestione risulterà più lenta e alimenteremo maggiormente l’accumulo di grasso.
    • Aiutiamo il fegato a disintossicarsi. Il fegato ha bisogno di molti nutrienti, come vitamine e fitonutrienti. Riduciamo la quantità di zuccheri per non affaticarlo. Alimentiamoci con frutta e verdura e aiutiamoci con integratori naturali come il polline, il lievito di birra e i cereali germogliati. Sono alcuni degli alimenti naturali fonte abbondante di elementi nutrizionali protettivi per il fegato e per tutto l’organismo. Consumati in piccola quantità hanno la funzione di integrare la normale razione alimentare.

Per questo ultimo punto consigliamo il libro Fegato, cure naturali e alimentazione scritto dal dott. Paolo Pigozzi. Un medico che si è perfezionato in Nutrizione Clinica e dietetica e in Fitoterapia presso l’Università di Siena, completando il suo percorso in Diagnosi e terapia dei disturbi del comportamento alimentare presso l’Università di Padova. In questo libro troverete tutto quanti necessario conoscere per mantenere in salute il fegato con un approccio naturale. Dalla corretta alimentazione all’uso di piante medicinali come prevenzione e cura di patologie.

Il nostro fegato, infatti, è l’organo più importante per il nostro metabolismo. A questo organo sono demandate numerose funzioni, indispensabili per il benessere e la salute dell’intero organismo. È lui che si occupa della trasformazione di sostanze nutritive e disintossicanti l’organismo.  La  sua attività disintossicante e protettiva è rivolta alle scorie prodotte dal normale metabolismo nei confronti di farmaci e agenti tossici di vario genere, di additivi alimentari e di sostanze inquinanti in qualsiasi modo entrate nell’organismo. Depurando il fegato depuriamo dunque l’intero nostro organismo.

    • Stop alcolici e bevande zuccherate. Inutile dire che il miglior modo di disintossicarsi è ridurre ogni alimento non indispensabile che induce a sovraccaricare il fegato e l’intero organismo. Alcune sostanze (le principali sono l’alcool etilico, i farmaci e gli additivi alimentari) possono influire negativamente sul fegato e comprometterne, in vario modo, la funzionalità.
    • Non mangiamo nulla prima di coricarci: verso sera il nostro metabolismo rallenta. Oltre a costringere il fegato e l’apparato digerente a un superlavoro, i cibi vengono trasformati in grassi e accumulati. Meglio non assumere alimenti almeno 2-3 ore prima di andare a dormire.
    • Siamo in sovrappeso? Calcoliamo il nostro indice di massa corporea. L’Indice di Massa Corporea (IMC, kg/m2) si calcola dividendo il peso, espresso in kg per il quadrato dell’altezza, espressa in metri oppure con questo utile strumento online. Puntiamo poi a ridurre il peso in eccesso, soprattutto il grasso addominale che forma un tessuto endocrino in grado di promuovere i processi infiammatori, che a loro volta favoriscono l’accumulo di grasso.
    • Riduciamo lo stress. Lo stress è una difesa del nostro corpo da sollecitazioni fisiche e psicologiche. Come conseguenza si ha l’effetto di aumentare  le riserve che conservano energia nel nostro corpo: in pratica grasso in eccesso. Per questo motivo potrebbe essere molto utile un percorso di consapevolezza alimentare.  E in questo caso potrebbe essere di aiuto l’intervento di uno psicologo o una psicologa che possa aiutarci a lavorare sulla componente emotiva che risiede nell’alimentazione. Un altro modo per ridurre lo stress è compiere una sana e costante attività fisica. Non ci si stanca mai di ricordare l’importanza di svolgere attività motoria.

Concludiamo infine con alcuni opuscoli che possono tornare utili e messi a disposizione gratuitamente dal sito del Ministero della Salute.

Dieta sana = dieta costosa? No. Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto.

La dieta sana può diventare costosa se mancano le giuste conoscenze di educazione alimentare. Se invece possediamo le corrette informazioni nutrizionali, possiamo contenere la spesa senza però penalizzare i principi di una corretta alimentazione. In questa guida si spiega come acquistare cibi che costano “meno” ma “valgono di più” e soprattutto ci fanno del bene.

Etichettatura degli alimenti: cosa dobbiamo sapere.

Saper leggere e comprendere cosa troviamo scritto sulle etichette degli alimenti è indispensabile perché ci aiuta a fare scelte più sane e consapevoli per la nostra salute. L’etichetta fornisce informazioni utili sul contenuto nutrizionale degli alimenti e permette di ottenere numerose indicazioni per comprendere come i diversi alimenti concorrono ad una dieta corretta ed equilibrata.

Mangia a colori. Frutta e verdura 5 porzioni al giorno

Anche fuori casa puoi seguire abitudini alimentari corrette. Ecco alcuni consigli utili.

Decalogo per un uso corretto degli integratori alimentari

Gli integratori alimentari sono prodotti presentati in piccole unità di consumo come capsule, compresse, fialoidi e simili, a base di nutrienti o altre sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico, ideati e proposti per favorire il regolare svolgimento delle funzioni dell’organismo senza alcuna finalità di cura.

 

I consigli per mangiare fuori casa e restare in forma

 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post