Quante chiese ci sono in Italia?

L’Italia è uno dei Paesi con più luoghi di culto cattolici al mondo: scopriamo quante sono le chiese disseminate lungo lo Stivale.

Sono decisamente molte le chiese presenti in Italia: appartenenti a soggetti privati, Regioni, ordini, congregazioni e confraternite. Con il Fec, Fondo edifici di Culto, lo Stato ne possiede oltre ottocento, tutte di grande valore storico artistico. Il Fondo cura, tutela e valorizza gli edifici di proprietà dello Stato. La conservazione e i restauri sono assicurati da interventi realizzati in collaborazione con il ministero per i Beni e le Attività Culturali, che vengono finanziati direttamente o mediante sponsorizzazioni.

Quante chiese ci sono in Italia?

www.pixabay.com

Quante chiese ci sono in Italia? Quale regione italiana ha il numero più alto di chiese?

Ecco quante chiese ci sono nelle varie regioni italiane. I territori sono stati suddivisi in regioni ecclesiastiche. La regione ecclesiastica è un’istituzione cattolica, regolata dal Codice di diritto canonico nei canoni 433 e 434, che raggruppa più province ecclesiastiche e/o diocesi direttamente soggette alla Santa Sede tra loro vicine.

  1. Trentino-Alto Adige, Veneto e Friuli-Venezia Giulia (Triveneto): 3.527
  2. Lombardia: 2.723
  3. Emilia Romagna: 2.686
  4. Toscana: 2.474
  5. Piemonte e Valle D’Aosta: 2.249
  6. Campania: 1.821
  7. Sicilia: 1.767
  8. Lazio: 1.458
  9. Liguria: 1.251
  10. Abruzzo e Molise: 1.074
  11. Puglia: 1.060
  12. Calabria: 974
  13. Marche: 823
  14. Sardegna: 625
  15. Umbria: 591
  16. Basilicata: 270
quante chiese ci sono in Italia?

www.pixabay.com

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • In Italia esistono 16 regioni ecclesiastiche. Il territorio della regione ecclesiastica non necessariamente corrisponde a quello dell’omonima regione amministrativa.
  • Che differenza c’è tra chiesa, basilica, cattedrale e duomo? Tutte sono chiese. La basilica è, letteralmente, la casa del Signore. Ogni chiesa, quindi, può essere considerata una basilica, ma per esserlo deve avere una certa importanza e un certo valore artistico. Il duomo (dal latino domus = casa), rappresenta anch’esso la casa di Dio, ma è la chiesa più importante di una città. Se il duomo si trova in una città che è sede vescovile, prende il nome di cattedrale, perché il vescovo ha lì la sua “cattedra”.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web