L’incenso color magenta che tinge il Vietnam

Siamo in un piccolo villaggio di Hanoi, capitale del Vietnam. Ogni anno, quest’area si tinge di un acceso color magenta. Sì, perché qui esiste una tradizione secolare che riguarda la produzione artigianale dell’incenso, praticamente un rituale, ricavato dalle canne di bambù essiccate.

incenso magenta vietnam

L’incenso color magenta che tinge il Vietnam – Di Long Bao per shutterstock

Vietnam: le distese di incenso color magenta

Per la precisione l’area specifica di questa meravigliosa coltura, si verifica a Quang Phu Cau, a  40 km da Hanoi, nel Sud Est asiatico.

Il rituale della lavorazione dell’incenso color magenta, dà vita al piccolo villaggio di Hanoi. Difatti rappresenta la celebrazione del capodanno vietnamita, offrendo un vero e proprio spettacolo.

Zafferano: l’oro rosso che decora i vostri abiti

Il Vietnam è un incantevole mix di arte, storia e tradizioni. Terra spirituale che ha affrontato un passato turbolento, è in crescente sviluppo ed è strutturata prevalentemente in pagode, tra le verdi colline e rigogliose piantagioni di riso. È sicuramente una delle mete turistiche più ambite. Sono peculiari alcuni villaggi per la

  • seta, villaggio di Van Phuc.
  • Ceramica, a Bat Trang.
  • Pittura, a Dong Ho.

Noi ci concentriamo sulla produzione artigianale di questo sgargiante incenso color magenta che, forse, è ancora poco conosciuta.

incenso magenta vietnam

L’incenso color magenta che tinge il Vietnam – Di Vietnam Stock Images per shutterstock

Incenso color magenta: cosa dice la tradizione

Denominato anche ‘il villaggio dell’incenso’, questo piccolo centro alle porte della capitale di Hanoi non è l’unico produttore di quest’arte, anche se risalta grazie, appunto, alla sua posizione strategica.

La produzione dei bastoncini d’incenso non è un’operazione facile. Sono centinaia le persone che si adoperano per riuscire ad essiccare e abbattere la corteccia del bambù al fine di ricavarne i bastoncini.

Ovviamente la scadenza è il capodanno lunare. Festa molto sentita dalla popolazione vietnamita che è solita accendere da 1 fino a 7 bastoncini d’incenso aromatizzato. L’unica condizione è quella di bruciare i bastoncini in numero dispari.

Questa tradizione è tramandata da secoli e il lavoro svolto dagli abitanti di Quang Phu Cau è un mestiere che richiede tempo, pazienza e passione.

incenso magenta vietnam

L’incenso color magenta che tinge il Vietnam – Di Quang nguyen vinh per shutterstock

Come si crea il bastoncino d’incenso color magenta

I legnetti di bambù vengono ricavati proprio da questa robusta e sostenibile pianta. Per prima cosa i gambi del bambù vengono raccolti e lasciati ad essiccare, in modo da rilasciare tutta l’umidità.

Successivamente la pianta è pronta per essere tagliata. A questo punto si arriva alla colorazione vera e propria. I bastoncini dapprima vengono immersi nella tinta rossa e in seguito rivestiti della pasta aromatizzata, come ultimo step. Una volta asciugati all’aria, sono pronti per il capodanno lunare vietnamita e per essere bruciati.

Se vi chiedete perché si è scelto proprio il rosso, la risposta è molto semplice. Secondo la cultura vietnamita il rosso è un colore benefico e propiziatorio.

incenso magenta vietnam

L’incenso color magenta che tinge il Vietnam – Di Vietnam Stock Images per shutterstock

Capodanno vietnamita: il Tết, un nuovo inizio

Tra le celebrazioni più sentite della cultura vietnamita, la più importante è sicuramente il Tết, (Tết Nguyên Ðán, che tradotto significa ‘festa della prima mattina del primo giorno’) o capodanno lunare, che ricade tra il 19 gennaio ed il 20 febbraio. In generale si estende dal primo al settimo giorno di prima luna e la festa dura circa 10 giorni.

Le città esplodono di riti e celebrazioni, fra cui la credenza che gli spiriti degli antenati tornino sulla terra solo per un giorno, creando un’aura mistica e magica che aleggia per tutta la città.

Il Tết è davvero una celebrazione importante. Difatti, in quel giorno, le famiglie si riuniscono e visitano le tombe dei propri cari, lasciando fiori freschi e incensi, appunto. In questa giornata si sospendono le attività lavorative e si intraprendono atti e comportamenti per propiziare l’anno nuovo e lasciare indietro la negatività.

incenso magenta vietnam

L’incenso color magenta che tinge il Vietnam – Di Vietnam Stock Images per shutterstock

Per liberarsi della sfortuna, le abitazioni vengono pulite a fondo e non mancano gli scambi di doni e le offerte ai propri dèi. Ma non solo, altre usanze riguardano lo scambio di

  • manciate di riso o ramoscelli di pesco.
  • Nuove banconote, in numero pari ed inserite in piccole buste rosse.
  • Si acquistano nuovi abiti.
  • Vengono risolti i conflitti con parenti e amici.
  • I debiti vengono saldati.

Ovviamente non mancano danze, parate e fuochi d’artificio.

Il cibo, poi, è una costante in qualsiasi festa o evento. Durante il capodanno vietnamita è usanza preparare dei piatti adibiti soltanto a questa festa. Nello specifico, una è la pietanza prediletta: si chiama Bánh chưng e si tratta di una torta di riso, con uova e carne che viene avvolta in delle foglie di banana. Nonostante sembri un piatto semplice, in realtà richiede 12 ore di preparazione.

incenso magenta vietnam

L’incenso color magenta che tinge il Vietnam – Di Dang Xuan Hung per shutterstock

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il capodanno vietnamita è divenuto famoso in tutto l’Occidente e negli Stati Uniti durante la guerra del Vietnam, del 1968, con l’offensiva del Tết.
  • Secondo uno studio della Società britannica di ecologia, che ha osservato la diffusione della specie Boswellia papyrifera, una delle piante da cui si ricava ‘l’incenso puro’, situata in Africa e nella Penisola arabica, se ne prevede una riduzione del 50% nei prossimi 15 anni. Arrivando alla scomparsa del 90% nei prossimi 50 anni. Questo pericolo è un allarme per l‘industria dell’incenso.

Fiori di Ciliegio, Sakura: l’incontro fra natura e poesia

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Interior-Garden designer& Web project