Stai per comprare una poltrona relax? Ecco cosa devi sapere

Per completare il tuo soggiorno e trasformarlo in un ambiente che riesca a farti sentire a tuo agio, quel che ti ci vuole è una poltrona relax, destinata nel giro di pochissimo tempo a diventare una fedele compagna del tuo riposo e del tuo benessere.

Puoi usarla in qualsiasi modo e per tantissimi scopi: guardare la tv, tenere in braccio i tuoi figli, leggere il giornale, ascoltare la musica, bere il caffè, e così via. In commercio trovi due differenti tipologie di poltrone relax: quelle manuali e quelle elettriche. Nel primo caso esse si regolano tramite pulsanti meccanici, mentre nel secondo caso sono munite di un motore (o anche più di uno) per mezzo del quale l’alzapersona e il poggiapiedi possono essere usati più facilmente.

Le posizioni di una poltrona relax

A prescindere dal fatto che si tratti di un modello manuale o elettrico, una poltrona relax ti permette di scegliere tra tre posizioni differenti: la posizione classica, cioè quella di seduta normale; la posizione tv, cioè quella con il poggiapiedi che è sollevato rispetto a terra; e infine la posizione letto, cioè quella con il poggiapiedi che è sollevato rispetto a terra e, in più, lo schienale è reclinato.

Come scegliere la poltrona relax giusta

Cliccando sul prezzo italian concept poltrone trovi le tariffe più basse per comprare la poltrona dei tuoi sogni. Già, ma quali sono i modelli migliori? Il consiglio è di optare per quelle soluzioni che ti concedono la possibilità di modificare la postura anche nel caso in cui tu sia già seduto. Non pensare che ciò sia possibile unicamente con le poltrone elettriche, comunque: anche quelle manuali ti consentono di farlo, attraverso i comandi che sono posizionati sui braccioli (mentre con i modelli elettrici tutto può essere gestito attraverso il telecomando).

Il motore di una poltrona elettrica

Se hai in mente di puntare su un modello elettrico, ti conviene sapere come è fatto e come funziona. Esso si basa su uno o due motori, a seconda dei casi, per mezzo dei quali viene messo in funzione il cosiddetto lift, che non è altro che il sistema di elevazione. La poltrona, dunque, viene sollevata attraverso il sistema elettrico, in modo tale che possano essere agevolate la tua seduta e la tua alzata. Il lift può essere sincronizzato o indipendente: nel primo caso il poggiapiedi e lo schienale si muovono nello stesso momento; nel secondo caso le parti si muovono in maniera indipendente. Come puoi immaginare, una poltrona relax elettrica è ideale per tutti coloro che hanno difficoltà a muoversi, come per esempio le persone un po’ in là con gli anni. Ciò non toglie che tu possa ricorrervi comunque anche se sei nel pieno delle tue forze!

Come è fatta una poltrona relax manuale

Nel caso di una poltrona relax manuale, come si è detto, non è previsto alcun tipo di motore: nel caso in cui tu voglia reclinare il poggiapiedi o il poggiatesta non devi fare altro che agire sulle levette laterali che si trovano sul bracciolo destro, o semplicemente esercitare una lieve pressione con il corpo.

Come trovare la poltrona relax più giusta per te

Tieni presente, nella scelta della poltrona relax, il contesto in cui essa dovrà essere inserita: non solo per valutare lo stile dell’arredamento, ma anche per capire se hai spazio a sufficienza per inserire un nuovo elemento senza che ciò soffochi il locale. Abbi cura anche nella scelta del rivestimento, poiché è anche dai materiali che dipende il comfort di cui potrai beneficiare: i più comuni sono quelli in tessuto e in pelle, ma è preferibile sempre puntare su una soluzione che sia traspirante e, soprattutto, sfoderabile, in modo che la si possa lavare senza troppe difficoltà.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.