Quanto consuma una stufa a pellet? Pro e contro per l’acquisto giusto

Arriva il freddo dell’inverno e noi siamo pronti all’aumento dei consumi? Vediamo quanto consuma una stufa e pellet e i pro e i contro per fare l’acquisto giusto.

Tra poco saremo presi dall’euforia del Natale 2019 e arriveranno i primi freddi a farci accendere il riscaldamento. Spesso non basta il solo riscaldamento e facciamo uso anche del termoventilatore o della stufa. Come fare a scegliere la stufa giusta? Vediamo pro e contro della stufa a pellet.

Quanto consuma una stufa a pellet? Valutare i consumi di casa

“Cosa fareste se improvvisamente vi venissero a mancare il gas per la cucina, la legna per il caminetto, il gasolio per l’auto, la benzina per la moto? E se mancasse anche la corrente elettrica?

Non potreste fare più niente. – chiede Andrea Mameli nel suo “Manuale di sopravvivenza energetica. Come consumare meglio ed essere felici”. – A meno di adottare tecniche di sopravvivenza in stile Robinson Crusoe, degne di un’isola deserta. O di una civiltà rimasta senza energia. Per fortuna, questo scenario apocalittico non è dietro l’angolo: molti decenni ci separano dalla fine delle risorse fossili.

Il rischio immediato è uno solo: l’aumento dei prezzi di carburanti, gas e bolletta elettrica. D’altra parte, prezzi sempre più alti non significano, per noi che siamo circondati da spese di ogni tipo, un lento avvicinamento alla fine delle nostre risorse? Più una cosa costa, meno ce la possiamo permettere. È per questo che sapere vuol dire sopravvivere. Sapere quanto consumiamo, cosa siamo in grado di limitare, come possiamo ridurre.”

Quanto consuma una stufa a pellet? Consumare consapevolmente

Il primo punto è che non esiste una ricetta unica per tutti. L’unica soluzione è cambiare atteggiamento: essere attenti consumatori per evitare consumi di bolletta e soprattutto evitare di contribuire al surriscaldamento terrestre.

Premesso che a parità di potere calorifico, l’utilizzo di una stufa a pellet consente un risparmio economico relativo al consumo di combustibile, il pellet appunto. Ma quanto consuma una stufa a pellet? Risulta davvero così conveniente rispetto ai termosifoni a gasolio, metano, gpl, o alle stufe a legna, e quali sono le variabili da considerare?

Banalmente per capire quanto consuma una stufa a pellet, bisogna valutare il modello di stufa al quale facciamo riferimento.

Quanto consuma una stufa a pellet? Due tipologie di stufe a pellet

Quanto consuma una stufa a pellet?

Shutterstock – gualtiero boffi

Complice una adeguata campagna promozionale favorevole a questa tipologia di impianto, oltre al costo ridotto del combustibile, la stufa a pellet ha goduto di un grande successo diventando la prima soluzione alla quale si pensa in alternativa ai sistemi di riscaldamento tradizionali.

Sul mercato oggi troviamo due tipologie differenti di stufe a pellet, le seguenti:

  • Stufe ad aria: si tratta di stufe a pellet tradizionali, che sono in grado di riscaldare l’ambiente al cui interno sono posizionate e diffondendo il calore come aria calda. Mediamente una stufa a pellet con un potere calorifero che oscilla tra i 5 e i 15 kW può costare dai € 900.00 ai € 2000,00.
  • Stufe idro: con il termine idro si indica la capacità della stufa a pellet di riscaldare anche con l’acqua calda sanitaria, quindi di collegarla all’impianto della nostra casa. Definite anche Termostufe a Pellet, queste stufe hanno un costo superiore rispetto a quelle ad aria, che aumenta in base alla potenza, fino a raggiungere i 35 kW e i € 6000,00.

Quanto consuma una stufa a pellet? Un investimento che vale nel tempo

Maggiore è la potenza della stufa, maggiori saranno anche i consumi, ed è evidente che una stufa a pellet idro è capace di produrre anche acqua calda sanitaria consumi di più rispetto ad una tradizionale.

Il fattore davvero determinante, oltre alle cifre dei kW, kWh, combustibili e tabelle comparative, è il costo di acquisto di questi dispositivi, della relativa installazione e della periodica manutenzione.  Stiamo parlando infatti di un investimento considerevole per una famiglia, ma bisogna considerare che alcuni costi sono periodici altri una tantum.

Il pellet è uno dei parametri più importanti da considerare quando si parla di consumi: per calcolare i consumi della stufa a pellet, bisogna verificare in quanto tempo consumiamo una confezione da 15 kg di materia prima di media qualità. Le stufe a pellet moderne utilizzano questa quantità di prodotto per produrre calore per 12 ore consecutive. Il costo di queste confezioni è di circa 3,50 €.

Calcolato per i mesi di utilizzo della stufa a pellet, il costo si aggira intorno ai 735 € all’anno solo di combustibile, contro i 1260 € pagati per la sola bolletta elettrica o del gas (questo dipende poi dal tipo di allacciamento) in termini di consumo. Il risparmio netto è di 525 € all’anno, solo per quanto riguarda le materie prime.

Quanto consuma una stufa a pellet? Valori a confronto

Quanto consuma una stufa a pellet?

Shutterstock – UMB-O

Secondo il Confronto prezzi combustibili per riscaldamento in Alto Adige realizzata dal Centro Tutela Consumatori Utenti, al fine di calcolare correttamente la spesa relativa al riscaldamento a seconda del combustibile scelto, vengono indicate le quantità di combustibile necessarie a produrre 7.000 kWh.

  • Combustibili                    – 7.000 kWh corrispondono
  • Gasolio                                   – 700 litri
  • Gas Liquido (in cisterna)   – 547 chili
  • Gas Metano                           – 714 m³
  • Pellets                                     – 1.458 chili
  • Minuzzoli di Legno              – 1.556 chili
  • Legna Spezzata (mista)       – 1.667 chili

Fonte https://www.consumer.bz.it/it/confronto-prezzi-combustibili-riscaldamento-alto-adige 

 

La tabella si esprime in kWh proprio perché fa il raffronto con le quantità di combustibile che sono necessari a produrre tale energia.

Infatti, kWh sta per kilowattora e rappresenta l’unità di misura dell’energia elettrica.  kW e il kWh si differenziano per il fatto che mentre il kilowatt misura la potenza, il kilowattora identifica l’energia fornita in un’ora di tempo dalla potenza di un kilowatt.

Per il corretto funzionamento di una stufa a pellet, la corrente elettrica serve esclusivamente per l’accensione. Ciò significa che i consumi di questi dispositivi dal punto di vista dell’elettricità sono marginali. Facendo una valutazione annuale, facciamo una stima media di un consumo fino a 80 kW/h di energia elettrica, quando una stufa a gas consuma sei volte di più, circa 500 kW/h. Il costo dei consumi delle stufe a pellet è di circa 11,20 € all’anno, al quale dovremo aggiungere i 735 € delle materie prime, viste poco fa.

I valori in termini economici della bolletta dipendono molto anche dalle tariffe. Se abbiamo una tariffa bioraria, è possibile risparmiare ancora di più accendendo la stufa a pellet la sera e nei festivi. Invece, se abbiamo tariffe di favore, dato dalla scelta di un contratto nel mercato libero, bisogna controllare sul contratto qual è la tariffa per i consumi elettrici. In questo modo, sarà più semplice calcolare i consumi della stufa a pellet con maggior precisione.

Risparmiare sul riscaldamento: 10 consigli

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Per verificare quanto consuma la tua stufa a pellet, devi avere:
  1. Superficie e altezza della tua abitazione. Serve a stabilire quanto calore ti serve, considerato il fatto che le stufe a pellet consentono di ottenere il riscaldamento ottimale in abitazioni piccole e medie.
  2. Coefficiente termico. Serve a determinare il calore da generare in base alle condizioni esterne.
  • Per avere ridotti consumi della stufa a pellet:
  1. Assicurarsi che la stufa a pellet sia ermeticamente chiusa
  2. Le porte siano aperte
  3. Una volta accesa e raggiunta una certa temperatura, si può ridurre il carico da bruciare
  4. Tenere sotto controllo i consumi, facendone un uso consapevole e responsabile.

 Credits immagine in evidenza: Shutterstock – Mike Fouque

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.