Le tendenze 2019 della ristorazione italiana

Il settore della ristorazione è uno dei pilastri dell’economia italiana. Pertanto, deve adeguarsi alle scelte dei consumatori e seguire le evoluzioni del mercato, senza dimenticare la tradizione. Scopriamo le tendenze 2019 della ristorazione italiana.

Lo scorso anno i consumi nei ristoranti hanno raggiunto i massimi storici con 85 miliardi spesi e il 2018 è stato anche l’anno che ha confermato la crescita dei ristoranti etnici e del food delivery. Le aziende del settore sono dunque molto attente a studiare gli ultimi trend e le esigenze dei consumatori.

In particolare TheFork, app leader nella prenotazione online di ristoranti ogni anno organizza il TheFork Restaurants Awards – New Openings. Si tratta di un progetto che valorizza i ristoranti italiani e dà molto spazio alle nuove aperture. L’iniziativa si avvale della collaborazione di Identità Golose e ha partner istituzionali quali la Federazione Italiana Pubblici Esercizi e l’APCI-Associazione Professionale Cuochi Italiani. In parallelo, il progetto ha sviluppato una sorta di mappa dei nuovi trend della ristorazione.

Di Rawpixel.com – SHUTTERSTOCK

Le sei tendenze 2019 della ristorazione italiana

  • Convivialità e ricerca. Al centro dell’attenzione c’è la soddisfazione dei commensali che si raggiunge proponendo locali accessibili ma allo stesso tempo “cool”: offerte gastronomiche veloci e di fasce di prezzo varie unite a un servizio informale, in ambiente curato.
  • Lievitati. L’attenzione ai lievitati nei menù dei ristoranti è sempre più centrale, in particolare è la pizza gourmet il piatto che sta diventando sempre più di tendenza nell’ultimo periodo. Cosa rende una pizza gourmet? Certamente gli ingredienti ma anche la lievitazione, l’utilizzo di prodotti a km 0, il lievito madre e le farine.
  • Cucina della memoria. Tradizione culinaria e importanza per le materie prime sono pilastri fondamentali che non passano mai di moda. Anche nel 2019 la tendenza è riscoprire e talvolta riproporre piatti della tradizione in chiave contemporanea.

Di Brent Hofacker -SHUTTERSTOCK

  • Attenzione alle materie prime e all’ecosostenibilità. Più che una tendenza,  si tratta di una richiesta constante in tutti i settori del mercato e in particolare in quello gastronomico. I consumatori, infatti, sono sempre più imformati e scelgono con consapevolezza cosa mangiare, badando alla provenienza delle materie prime e preferendo una cucina sana. Salute, poi, si sposa con ecosostenibilità: una ristorazione attenta agli sprechi e all’ambiente è forse il trend principale del 2019.
  • Cibo come ponte tra culture. Il riferimento è alla cucina etnica di tradizione, sempre più apprezzata dagli italiani. Tendenza del 2019 è anche la combinazione di cucina etnica con quella tradizionale italiana, con la creazione di contaminazioni a volte sorprendenti.
  • Multisensorialità. I consumatori vivono sempre di più la ristorazione come un’esperienza che coinvolge non solo il palato. Ecco spiegata la sesta e ultima tendenza 2019 della ristorazione: la ricerca di stimolare tutti i sensi porta alla creazione di forme sperimentali di cucina. Tra queste, ad esempio, la cucina ancestrale che prevede l’utilizzo di strumenti di cottura primitivi.

Di Elena Eryomenko – SHUTTERSTOCK

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Gli italiani per mangiare fuori casa spendono circa 80,2 miliardi di euro in un anno.
  • Il ristorante Industry Kitchen di New York ha realizzato la pizza gourmet più costa al mondo, dal prezzo di 2.000 dollari americani. Si chiama 24 K  ed il nome è dovuto alle foglie e ai petali d’oro che ne compongono il condimento.

Leggi anche:

Quanti sono i ristoranti in Italia?

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it