Ferrero: l’azienda per donne, sostenibilità e sport

È quanto emerge dall’VIII Rapporto di Responsabilità Sociale d’Impresa: Ferrero è un’azienda orientata all’attenzione verso i consumatori, a una comunicazione trasparente, innovativa, alla sostenibilità (pratiche agricole sostenibili) e registra una crescita delle figure femminili manageriali.

Un approccio alla sostenibilità, quello di Ferrero, basato infatti sulla strategia riassunta nello slogan “Condividere valori per creare valore”.

Di JHVEPhoto – Shutterstock

Ferrero: crescono le figure manageriali femminili in azienda e l’attenzione al tema della sostenibilità

Si registra un amento delle “senior manager”: Ferrero è un’azienda che si colora di rosa con la promozione del ruolo delle donne all’interno della propria organizzazione; è stato avviato, inoltre, un progetto di formazione per le donne coltivatrici di nocciole in Turchia. Rafforzato l’impegno a favore di un approvvigionamento responsabile di cacao, con l’obiettivo di lavorare fianco a fianco con i coltivatori, migliorare i mezzi di sussistenza delle comunità locali, proteggere i diritti dei bambini e prevenire la deforestazione. Oltre a confermare tutti gli impegni assunti attraverso la propria strategia di Responsabilità Sociale d’Impresa al 2020, quest’anno Ferrero ha collegato tutti i temi di business di Gruppo agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs), al fine di supportarne la realizzazione entro il 2030.

Kinder+Sport – Joy of Moving: l’educazione sportiva fondamentale per Ferrero

Sul fronte della promozione di stili di vita attivi tra i giovani e le loro famiglie, il progetto internazionale di Responsabilità Sociale del Gruppo “Kinder+Sport – Joy of Moving” supporta programmi di educazione sportiva, fornisce attrezzature tecniche alle scuole, promuove campionati studenteschi, sostiene la realizzazione di eventi sportivi dedicati ai più piccoli, organizza campus multidisciplinari per avvicinare i bambini allo sport, coopera con atleti ed ex-campioni e patrocina progetti di ricerca volti ad aumentare la consapevolezza dei benefici della vita attiva.

Il progetto è  nato nel 2005 e ad oggi coinvolge 4,4 milioni di bambini in più di 28 Paesi in tutto il mondo, opera in collaborazione con partner accreditati ed esperti tra istituzioni, quattro Comitati Olimpici, 126 federazioni e associazioni sportive e la Isf (International School Sport Federation), che organizza e promuove l’incontro e l’attività fisica nelle scuole di tutto il mondo.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continua a seguirci su www.habitante.it

Written by