Il raccolto di maggio: ortaggi, legumi e frutta di stagione

Maggio è il mese in cui la natura si risveglia e inizia a portare in tavola una più ampia varietà di ortaggi, legumi e frutta.

Il mese di maggio è atteso dagli amanti della dieta mediterranea. I banchi di frutta e verdura si riempiono di alimenti freschi, nutrienti e ricchi d’acqua. È il mese in cui è possibile disintossicarsi dalle tossine accumulate durante la stagione invernale. Cavoli, carciofi, spinaci, porri, asparagi e finocchi lasciano spazio alle primizie: cetrioli, zucchine, melanzane, peperoni, pomodori e ancora fragole, nespole e ciliegie.

Frutta di maggio

Fragole, kiwi, pompelmo, lamponi, albicocche, nespole, amarene e ciliegie sono i frutti del mese di maggio. Resta poco tempo per mangiare i frutti che si conservano a lungo come le mele, i limoni e le pere.

Proprietà dei principali frutti di maggio

Le fragole hanno un elevato potere antiossidante e sono ricche di vitamina C, calcio, ferro, magnesio e fosforo. Inoltre, sono indicate per combattere il colesterolo. Arrivate ad aprile, nel mese di maggio le fragole sono indubbiamente più gustose. L’unica nota negativa è che sono un frutto ad alto potere allergizzante, bisogna prestare attenzione ai bambini piccoli e alle donne in stato interessante.

Il raccolto di maggio: fragole

shutterstock Di Svetlana Lukienko

Le nespole sono ricche di calcio e carboidrati. Nel mese di maggio, quelle dal colorito giallo-arancio intenso sono ricchissime di vitamina C. Inoltre, hanno delle proprietà astringenti per l’intestino se consumate acerbe e lassative se mangiate mature. Sono ideali per preparare delle dolcissime e nutrienti confetture per la prima colazione.

Il raccolto di maggio: nespole

shutterstock Di Kate Nag

Le ciliegie, disponibili fino al mese di luglio, sono frutti antidolorifici naturali contro le infiammazioni articolari, caratterizzate da una discreta quantità di vitamina A e C. Dal colore rosso intenso, con la loro polpa zuccherina, le ciliegie sono tra i frutti più apprezzati di questa stagione. Questo frutto è molto dissetante in quanto contiene molti sali minerali e allo stesso tempo possiede delle proprietà diuretiche, lassative e depurative.

Il raccolto di maggio: ciliegie

shutterstock Di Shulevskyy Volodymyr

Ortaggi e verdura di maggio

L’orto di maggio ripropone in raccolta alcune delle verdura da foglia del mese di aprile come spinaci, lattughe, rucola, sedano. Ancora per poche settimane sarà possibile consumare cavoli, carciofi, porri, asparagi, finocchi, broccoli, cicoria. I nuovissimi arrivi di stagione sono fave, piselli, ceci, fagiolini e, dove la temperatura è più mite, nascono i primi fiori di zucchina e si potranno raccogliere le patate novelle.

Proprietà di fave, piselli e patate novelle

Le fave sono i legumi tipici di maggio. Sono poco caloriche e molto ricche di vitamina B, fibre (indispensabili per le funzioni intestinali), ferro e proteine. Le fave hanno elevate proprietà depurative. Consumate fresche con il pane apportano al corpo l’energia di cui necessita.

I piselli, verdi e freschi, sono tra i legumi con il più elevato tasso di proteine. Sono ricchi di vitamine A e B1, fosforo, potassio, sodio, magnesio e ferro. Sono particolarmente gustosi e, una volta cotti, danno un buon senso di sazietà e aiutano a depurare l’organismo.

Il raccolto di maggio: fave e piselli

shutterstock Di Shulevskyy Volodymyr

Le patate novelle contengono fibre, potassio e acqua. Quelle raccolte nel mese di maggio, in particolare, hanno una buccia liscia e tenera e, rispetto alle patate a lunga conservazione, sono più ricche di selenio e vitamina C.

Il raccolto di maggio: patate novelle

shutterstock Di Artem Shadrin

Erbe aromatiche

Tra le erbe aromatiche, nel mese di maggio, troviamo la salvia, il timo e il rosmarino (sempre verdi), e ancora la maggiorana, il prezzemolo, l’erba cipollina e le prime foglie di menta. Il basilico si può raccogliere solo dove il clima è più caldo.

Il raccolto di maggio: erbe aromatiche

shutterstock Di Olga Miltsova

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu? 

  • Al giorno d’oggi frutta e verdura sono disponibili in quantità illimitate durante tutto l’anno. Spesso si consumano ortaggi provenienti da altri Paesi o frutti acerbi, perché non di stagione. È necessario fare scelte alimentari consapevoli, limitando sprechi e scegliendo esclusivamente i prodotti che la natura offre. Mangiare frutta e verdura di stagione fa bene all’organismo, ma anche alle tasche dell’abitante! Costa meno acquistare prodotti di stagione, perché non sono necessarie né serre né importazioni. Ancor meglio è scegliere prodotti a km 0. La verdura e la frutta, seguendo il normale ciclo naturale, non solo contengono maggiori principi nutritivi, ma crescono anche con una quantità minore di insetticidi o pesticidi, a tutto vantaggio dei consumatori che possono cibarsi di prodotti più salutari e anche più gustosi. I prodotti fuori stagione richiedono un maggior utilizzo di energia e uno spreco di suolo, creando maggiore inquinamento ambientale.
  • Un’ottima idea può essere quella di creare un piccolo orto in casa. Nell’orto domestico (dentro casa, nel giardino o sul balcone) è possibile seminare gli ortaggi e le piante aromatiche. Per organizzare e curare al meglio il proprio orto domestico, è bene rivolgersi agli esperti CIFO. L’azienda CIFO, attiva dal 1965 nel settore Giardinaggio e Agricoltura, saprà consigliare i prodotti migliori attraverso un blog ricco e sempre aggiornato.

 cifo

 

 

 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web