Come sverniciare e dipingere un mobile in legno

Una delle domande che chiedono con più frequenza ai nostri esperti è: come si tinteggia il legno?

La domanda riguarda soprattutto i mobili e in molti chiedono se si può dipingere senza sverniciare la vernice preesistente.

In effetti un mobile in legno può essere trattato in due modi per rimetterlo a nuovo:

  1. Sverniciando prima il legno, scartavetrandolo, passando una mano di aggrappante  e poi trattandolo con una vernice adatta al legno;
  2. Acquistando una vernice coprente (ci sono vernici che possono essere stese pressoché su qualunque materiale comprese piastrelle, metallo e legno) e stenderla dopo avere trattato il legno con un fondo di preparazione; di questo però tratteremo in un prossimo articolo.

Vediamo in questo filmato come può essere portato a termine il primo metodo, sicuramente quello dai risultati più accurati e professionali.

Sul mercato troviamo numerose  resine speciali all’acqua. Sono vernici coprenti, pronte all’uso, ideali per essere applicate davvero su ogni superficie: piastrelle, gres, ceramiche,elettrodomestici, vetro, laminati, piani di lavoro, legno, muro, acciaio, alluminio.

Anche se constatiamo che la superficie da verniciare è in buono stato, consigliamo l’utilizzo di un fondo di preparazione,  necessario per garantire un perfetto risultato estetico finale.

Vedi ad esempio: Trattamenti e vernici per legno interno

I fondi sono preparati studiati per creare uniformità e far assorbire il prodotto con un effetto di ancoraggio della decorazione e per avere il sufficiente “tempo aperto” per creare un particolare effetto impedendo che la mano asciughi troppo in fretta.

COSA FARE PRIMA DI INIZIARE I LAVORI

Smonta eventuali accessori come maniglie,  pomoli decorazioni. Conserva tutto in una scatola etichettata in modo da ritrovare tutto quando il mobile è pronto. Se gli accessori sono numerosi, scatta alcune foto del mobile prima di toglierli. Questo vi faciliterà il successivo montaggio. In questa fase potete anche decidere di sostituire eventuali maniglie o pomoli danneggiati o rovinati con l’uso.

Trova un luogo ampio (es esempio il balcone di casa o un garage) coperto dalle intemperie e ben arieggiato su cui stendere  un telo di plastica (meglio anche uno di cartone) per appoggiare il mobile senza danneggiarlo e per evitare di macchiare il pavimento.

Procurati alcuni pezzi di carta vetrata per legno o tamponi di lana  di grana media e fine o una levigatrice elettrica. Questa operazione permette di  rimuovere lo sporco, la vernice e i residui di lucidatura o cera.

Un decerante (se necessario come da filmato) e uno sverniciatore, cotone, alcool etilico, schiarente e spray trattante per il legno.

Prevedi anche dello stucco per legno se prevedi di riparare eventuali crepe o graffi.

INIZIAMO I LAVORI

Puoi iniziare con un decerante o con uno sverniciatore (vedi il filmato per la differenza)

Inizia poi con la levigatura, dedicando la stessa quantità di tempo per ogni parte del mobile e seguendo le venature del legno. questo eviterà di non comprometterne la superficie.

Se noti creme, ammaccature o graffi è il momento di ripararlo. Procurati uno stucco per legno per riempire le irregolarità.

Usa la carta vetrata a grana media e poi la fine, o lana di acciaio o la levigatrice  per carteggiare il mobile e rendere uniformi le aree sui cui hai messo lo stucco.

Levigatrice - foto Shutterstock

Levigatrice – foto Shutterstock

Al termine passa  un panno pulito privo di pelucchi per togliere ogni residuo di legno o polvere

STENDI LA VERNICE

Prepara prima il mobile con il primer o fondo di preparazione. Il primer permette di far aggrappare la vernice meglio al legno e farla durare più a lungo nel tempo.

Dipingi il mobile utilizzando un pennello di grandezza adatta in modo da passare con movimenti tutti nella stessa direzione per non creare chiazze di vernice disomogenea.

Stendere la vernice – foto Shutterstock

Un consiglio: non dipingete l’interno dei cassetti, per evitare che diventino appiccicosi.

Seguite i consigli del produttore, anche se in genere sono necessarie almeno 2-3 mani di vernice.

DOPO LA VERNICIATURA

Ricordarsi sciacquare immediatamente e accuratamente i pennelli con acqua calda e sapone. In genere queste vernici sono ad acqua e dunque non è necessario utilizzare un solvente come l’acquaragia.

Attendi almeno 24 ore (o il tempo indicato dal produttore) e poi, quando la vernice si è asciugata completamente, rimetti gli accessori al loro posto.

SE TI È PIACIUTO L’ARTICOLO  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it