A Natale salviamo l’ambiente, e risparmiamo, con i LED

Con un piccolo accorgimento, sostituendo le vecchie lampadine con i più moderni LED, è possibile risparmiare e contemporaneamente evitare di danneggiare l’ambiente.

Durante le feste siamo soliti adottare una tradizione che dura da secoli: in questo periodo decoriamo casa con addobbi multicolori e accessori variopinti. Ma l’abitudine di utilizzare luci per illuminare l’albero di Natale o addirittura strade e facciate di palazzi è più recente, dato che l’illuminazione artificiale, se ci pensiamo, esiste solo da poco più di un secolo.

Con l’illuminazione l’atmosfera natalizia diventa più gradevole, ma tra questo e l’uso maggiore che facciamo di elettrodomestici e accessori tecnologici in questo periodo fa sicuramente impennare i costi in bolletta.

Per questo, se non lo avete ancora fatto, se siete ancora tra coloro che in casa utilizzano luci fluorescenti o, peggio, a incandescenza tradizionale, potrebbe essere utile iniziare a sostituire lampadine e catene luminose con i più moderni LED. Secondo la società, con le luminarie di nuova generazione si ottiene una riduzione dei consumi energetici vicina al 90%.
Durante il periodo natalizio, un mese in cui l’illuminazione diventa protagonista, anche solo sostituendo una catena di lampadine decorative con la sua corrispondente a LED permette di risparmiare energia elettrica diminuendo le emissioni di CO, dannose  per l’ambiente.
Inoltre non dimentichiamo che le lampadine fluoerescenti (CFL, compact fluorescent lamp) per quanto sia ecologiche e sostenibili quando viene il momento di gettarle vanno trattate con i rifiuti speciali.  Contengono infatti mercurio in piccole quantità (circa 5 milligrammi) altamente inquinante per l’ambiente. Una volta esaurite si possono riportare dove le avete acquistate, oppure nei luoghi di raccolta presenti nelle città  insieme agli altri catalogati RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Qui vanno conferite anche le lampade LED e i neon. Maggiori informazioni sono sul sito dell’azienda per la gestione dei rifiuti della vostra città o comune.
L’Ente spiega che se anche solo centomila  famiglie adottassero questo consiglio – sostituire con i LED le catene luminose degli addobbi natalizi – si potrebbe ottenere un risparmio di energia elettrica di oltre 1600 MWh con una conseguente diminuizione di emissioni di CO2.
Sono piccoli gesti che però possono fare del bene all’ambiente e al portafoglio se adottati da tante persone.

Le luci a LED ci permettono di apportare un risparmio di energia elettrica che arriva  fino al 90%  rispetto a una lampadina tradizionale a incandescenza. Per questo l’ENEA ha pubblicato una rapida guida che illustra l’importanza del  passaggio da lampadine alogene o fluorescenti ai LED ad alta efficienza energetica.

Utilizzare questa semplice accortezza permette di risparmiare oltre 100 euro nel corso della vita della lampada, e di recuperare il suo costo entro un anno.

 

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu? 

  • Le lampadine ad incandescenza sono state bandite nei Paesi dell’Unione Europea a favore di prodotti più ecosostenibili come i LED. Il risparmio previsto per il 2020 in tutta Europa corrisponde a un consumo equivalente di 11 milioni di famiglie.

  • Dal 1° settembre 2018 l’Unione Europea ha vietato la vendita delle lampade alogene. Tali lampade non potranno più essere prodotte e commercializzate.

 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it