5 modi per limitare i consumi di energia in casa

Limitare i consumi di energia in casa vuol dire tutelare l’ambiente nonché i risparmi dell’abitante. Circa il 30% delle emissioni di anidride carbonica derivano dal cuore delle mura domestiche: cattive abitudini e azioni inconsapevoli rendono la casa il primo luogo di spreco energetico.

5 MODI PER LIMITARE I CONSUMI DI ENERGIA IN CASA

Imparare a vivere al meglio la casa vuol dire prendere coscienza dei comportamenti sbagliati: evitare sprechi di energia, ridurre consumi, emissioni e spese in bolletta.

Isolare la casa ed aumentare la massa termica

Isolare casa vuol dire evitare dispersioni di calore con la conseguente riduzione dei consumi fino al 20%.

Isolamento di tetto e pareti

Un tetto non isolato nel modo adeguato causa un terzo delle perdite di calore. Una casa non protetta con uno strato di materiale isolante e copertura esterna, fa sì che non si mantenga la massa termica interna.

Utilizzare finestre efficienti

Infissi vecchi, con spifferi e vetri sottili, sono responsabili di un quinto del calore disperso. Profili anti spiffero e doppi vetri riducono della metà le perdite di calore. Da considerare anche la posizione e la grandezza delle finestre. Una casa efficiente deve avere più finestre sui muri rivolti a sud e poche o nessuna a nord. È fondamentale riuscire a catturare il più possibile il calore e la luce solare durante le ore mattutine. Il Sole è una fonte di calore ecologica e gratuita!

5 modi per limitare i consumi di energia in casa

5 modi per limitare i consumi di energia in casa – www.pixabay.com

5 modi per limitare i consumi di energia in casa

5 modi per limitare i consumi di energia in casa – www.pixabay.com

Aumentare la massa termica in casa

Le variazioni di temperatura durante il giorno fanno sì che il flusso di calore tra l’interno e l’esterno dell’abitazione cambi in modo significativo. La massa termica è la capacità di un materiale di opporsi al passaggio del calore e di accumularne una parte, mantenendo la temperatura dell’ambiente omogenea, costante e confortevole, nonostante la variabilità delle temperature esterne. Per aumentare la massa termica di una casa è fondamentale l’uso di materiali con un’elevata massa termica:

  • mattoni (per muri e pavimenti)
  • calcestruzzo
  • pietra (ideale per pavimenti)
  • acqua (nell’impianto dei termosifoni)

Riscaldare la casa nel modo giusto e mantenere una temperatura ottimale

Gli impianti di riscaldamento con più di 15 anni risultano obsoleti ed inefficienti. Assolutamente da sostituire con soluzioni più moderne ed adeguate quali

  • caldaie a condensazione
  • stufe e caldaie a biomassa (ad esempio pellet)
  • impianti solari termici.

Nel rispetto dell’ambiente e degli abitanti, per avere il massimo comfort in casa occorre

  • accendere il riscaldamento solo se necessario
  • controllare la temperatura con attenzione
  • mantenere una temperatura tra i 19 e i 22 gradi.

Buttare le vecchie lampadine 

Una casa in media possiede oltre 20 lampadine. Bisogna buttare via quelle ad incandescenza o alogene per dare spazio alle lampadine a basso consumo energetico. Una lampadina led consuma fino a 10 volte meno. Da preferire un unico punto luce per ogni stanza: una lampadina da 100 W illumina quanto 4 lampadine da 25 W, ma il consumo è indubbiamente minore. L’utilizzo delle lampadine LED, a basso consumo energetico, porterà a ridurre i consumi delle famiglie di circa 115 euro ogni anno. Durante il giorno meglio preferire la luce naturale: persiane e tende aperte per permettere alla luce del sole di illuminare l’abitazione.

5 modi per limitare i consumi di energia in casa

5 modi per limitare i consumi di energia in casa – www.pixabay.com

Spegnere gli apparecchi in casa

Per limitare i consumi di energia in casa è indispensabile lo spegnimento degli apparecchi elettrici durante i momenti di inutilizzo. Ricordare dunque di

  • spegnere i computer
  • scollegare tutti gli elettrodomestici ed apparecchi elettronici che consumano elettricità anche se non sono in funzione
  • scollegare il televisore (lasciato in stand-by può consumare quasi il 40% dell’energia necessaria al suo funzionamento)

Lasciare gli elettrodomestici in stand-by rappresenta il 10% dei consumi. Basterebbe una ciabatta con interruttore per disattivare in modo pratico e veloce ciò che non viene utilizzato.

Generare energia

Oggi è possibile produrre energia in casa. Esistono in commercio piccoli impianti solari o generatori eolici che permettono di sfruttare il sole e il vento per produrre energia elettrica destinata al consumo domestico. Per esempio un impianto di pannelli fotovoltaici e solari termici in casa sarebbe un ottimo investimento con risultati riscontrabili nel risparmio economico e nella riduzione dell’inquinamento.

5 modi per limitare i consumi di energia in casa

5 modi per limitare i consumi di energia in casa – www.pixabay.com

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • La maggior parte dell’energia sulla Terra proviene dal Sole e dalle rocce liquefatte al centro della Terra o nelle maree. Attualmente quasi tutta l’energia utilizzata dall’uomo arriva dai combustibili fossili quali petrolio, carbone e gas vari. I combustibili fossili sono risorse non rinnovabili, quindi destinate ad esaurirsi, ed inquinanti a causa dell’anidride carbonica che sprigionano. Questo causa l’innalzamento della temperatura dunque l’effetto serra. La scienza ci esorta a cambiare il modo di vivere, diminuendo le emissioni di anidride carbonica nei prossimi anni per impedire ulteriori deleteri cambiamenti climatici.
  • NED è uno strumento Made in Italy che si collega al quadro elettrico di casa. Attraverso questo dispositivo è possibile quantificare i consumi energetici dei dispositivi in casa e risparmiare sulla bolletta fino al 20% ogni anno.
  • Dal 2006 note aziende e organizzazioni si uniscono ogni anno nell’Energy Day, la Giornata Nazionale del Risparmio di Energia in casa, per contribuire insieme alla riduzione del consumo energetico in ambito domestico. Le attività dell’Energy Day durano diverse settimane e culminano nell’Energy Day vero e proprio, il sabato che precede il passaggio all’ora solare (26 ottobre 2019).

Leggi anche 10 modi per limitare i consumi d’acqua in casa

 TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Antonella Mangiaracina

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web