Brunello Cucinelli: un’azienda dal “capitale umanistico”

Possiamo vivere nel mondo una vita meravigliosa se sappiamo lavorare e amare, lavorare per coloro che amiamo e amare ciò per cui lavoriamo.
Lev Tolstoj

Lavorare occupa gran parte della nostra vita quotidiana. Infatti, trascorriamo metà delle nostre giornate feriali al lavoro. Una persona media dedica a tale attività almeno il 15% della propria esistenza, e se consideriamo un’aspettativa di vita di 83 anni, passiamo più di 12 anni a lavorare senza sosta.

Brunello Cucinelli: un’azienda dal “capitale umanistico”. Il lavoro è una parte fondamentale della vita di una persona. Grazie ad esso, si può avere una prima indipendenza dalla famiglia di appartenenza, realizzare i propri progetti e perché no, concedersi alcuni dei piaceri della vita. Considerando che si trascorre circa il 15% della propria esistenza nelle attività lavorative, sicuramente queste condizioneranno fortemente l’umore e la vita delle persone. Infatti, stress e depressione derivanti da problematiche occupazionali, sono sempre più frequenti in questi anni. I motivi sono molteplici e complicati: sicuramente l’instabilità e l’insicurezza del posto di lavoro incidono fortemente. Non è solo una questione di stabilità, infatti anche in situazioni simili, l’ambiente in cui si opera determina lo stato d’animo di un lavoratore.

Brunello Cucinelli: un’azienda dal “capitale umanistico”

Brunello Cucinelli, re del cashmere italiano, da anni adotta nella sua azienda una filosofia lavorativa che mira al benessere del lavoratore. L’imprenditore umbro ha più volte dichiarato che i dipendenti sono il “capitale umanistico” di un’impresa. Infatti, vuole che i suoi impiegati finiscano il lavoro alle cinque e mezza e non si mandino email di lavoro fuori orario, per “conservare la propria energia creativa”. La pausa pranzo è di un’ora e mezza, durante la quale si può mangiare nella mensa interna alla fabbrica, molto simile ad un ristorante di alto livello. Anche gli interventi effettuati nel paesino umbro di Solomeo sono rivolti al benessere collettivo. Cucinelli ha restaurato edifici, vie, piazze, giardini, spazi pubblici e diverse costruzioni adiacenti al centro storico. Ha costruito all’interno del paese un teatro e un anfiteatro; una biblioteca aperta agli impiegati.

umbria

shutterstock Di Vinicio Tullio

Solomeo ospita gli uffici amministrativi e la “Scuola dei mestieri”, dove si insegnano materie come “rammendo e rimaglio”, “taglio e confezione”, “sartoria e arti murarie”. Inoltre, intorno al paese ed adiacente alla nuova fabbrica, sono stati costruiti tre parchi: Parco Agrario, Parco dell’Oratorio Laico e Parco dell’Industria, dove ci saranno vigneti, frutteti e uno stadio. Un sistema aziendale che ha reso la filosofia d’impresa Cucinelli un modello da seguire. Infatti, i dipendenti sono tra i più soddisfatti tra quelli presenti in Italia.

Brunello Cucinelli

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Nello stesso tempo che si passa a lavorare si potrebbe correre 7,35 volte intorno alla Terra, si potrebbe andare 17.520 volte da Roma a Milano in automobile e girare 1.569 volte la Terra con l’aereo.

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA