Auto: brevettata la “scatola nera” che ci assiste in caso di incidente

È italiana l’invenzione che potrebbe rivoluzionare la sicurezza di chi guida sulle strade

Negli ultimi anni le compagnie di assicurazione hanno dotato numerosi veicoli di un accessorio, la scatola nera, che provvisto di rilevatore GPS è in  grado di registrare una grande quantità di dati relativi al comportamento, allo stile di guida dell’automobilista, e ai motivi degli incidenti che possono capitare durante la  guida.

Immaginate ora una scatola nera che, a differenza di quelle che si installano normalmente sui veicoli, non si fermi solo alla registrazione di dati, ma  che consenta di  trasmetterli tempestivamente per seguire in automatico una procedura di  assistenza in caso di incidente, sollevando dalle difficoltà di gestione della procedura il conducente stesso. Questo sistema, di  nome IFAPP, per la prima volta realizzato in Italia, è stato approvato dal Ministero dello Sviluppo Economico  e brevettata dal suo inventore, il Prof. Michele Fabrizio Pompilio, docente di diritto assicurativo presso l’Università Popolare degli Studi di Milano.

Invenzione tutta italiana.

Con un dottorato di ricerca in materia di diritto delle assicurazioni, da molti anni il prof. Pompilio si occupa della gestione di liquidazione di sinistri assicurativi come patrocinatore stragiudiziale. Il docente ha pensato a uno strumento che potesse assicurare l’assistenza necessaria per gestire un sinistro, con un pronto intervento in assistenza alla vittima che in questo modo può anche  disinteressarsi di tutte le questioni tecniche e burocratiche collegate all’evento e quindi all’incidente.

L’applicazione è disponibile sia per iOS sia per Android, è facilmente configurabile con i numeri ed indirizzi mail da contattare per informare circa il proprio stato in caso di incidente, ed è estremamente utile perché la funzione che riesce a svolgere è paragonabile davvero a quella di un angelo custode.

Una app che supera le difficoltà dei contatti e quindi dell’informazione tempestiva, eliminando la necessità di una procedura lenta e completa come quella tradizionale.

In caso di sinistro con un altro veicolo infatti,  sia che lo si abbia subìto sia che  il conducente ne sia la causa, esiste l’obbligo di informare tempestivamente per iscritto la propria Compagnia assicuratrice.

Non solo App.

Con IFAPP infatti il programma di rilevazione e segnalazione predispone un servizio che procede in maniera automatica. E tutto quanto senza intervento umano.   Il sistema digitale permette di rilevare e notificare l’incidente, attraverso un rilevamento indipendente con successiva notifica dell’incidente stesso.

Da oggi, ha spiegato l’inventore, questa nuova procedura automatica offrirà una  serie di  collaborazioni al conducente rimasto vittima di un sinistro. Dopo avere esaminato  la realtà  quotidiana di  molti automobilisti, infatti, il Prof. Pompilio ha avvertito la necessità di  dotare gli  assicurati di uno strumento che fornisse allo stesso tutte le informazioni necessarie colmando  quel lacune organizzative che si verificano in  caso di  incidente. L’inventore ha pensato di realizzare un collegamento tra le situazioni giuridiche che si aprono al momento di un sinistro e le necessità operative necessarie  per far scattare un pronto intervento e nello stesso tempo allertare le istituzioni assicurative per ridurre al minimo le conseguenze anche economiche.

Una  vera novità, insomma.

Grazie a uno studio condotto dalle collaborazioni con università, si è stati grado di realizzare un prodotto che vada incontro alle reali ed effettive esigenze dell’automobilista.

 

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo i dati ISTAT nel 2018 sono stati 172.553 gli incidenti stradali con danni a persone in Italia, in calo rispetto al 2017 (-1,4%), con 3.334 vittime  e 242.919 feriti (-1,6%).
Infografica sui tassi di mortalità e sulle cause e circostanze degli incidenti stradali

Infografica sulle cause e circostanze degli incidenti stradali

.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.