Manutenzione del verde nei mesi più freddi: come prepararlo e preservarlo

Condividi L'articolo su

La manutenzione del verde nei mesi più freddi è importante tanto quella estiva.

La potatura per le piante è uno stimolo per crescere maggiormente, pertanto una potatura regolare permette alle piante, ma anche al manto erboso, di infoltirsi. Quando si “lascia andare” il verde, questo tende nel tempo a diradarsi e indebolirsi, diventando antiestetico.

Decespugliatori professionali: alleati perfetti per il nostro giardino

Per rendere più denso e forte il manto erboso, le siepi e il verde in generale, è necessaria una regolare manutenzione. Questo perché più si taglia con costanza, più la pianta cresce permettendole di darle anche la forma desiderata.

È essenziale munirsi quindi di decespugliatori professionali di diverso tipo per la manutenzione delle tante varietà di arbusti, come ad esempio quelli che si possono trovare al link https://www.oleomac.it/it-it/c/prodotti/decespugliatori/.

Ne esistono diverse tipologie, da quelli a batteria a quelli elettrici, a seconda delle esigenze, ma anche della dimestichezza con lo strumento.

Questi strumenti permettono non solo il taglio di piante e siepi, ma anche di liberarsi da arbusti infestanti che vanno rimossi al fine di preservare alberi e piante del nostro giardino.

Per questo tipo di lavoro è necessario un decespugliatore di tipo elettrico con lame in acciaio, poiché più resistente e adatto, ma se si tratta solo di potare delle siepi e mantenere l’erba curata, basterà un decespugliatore più leggero, anche a batteria.

Decespugliatori

Manutenzione del verde nei mesi più freddi: come prepararlo e preservarlo – Canva

Imparare le regole di taglio e potatura per la manutenzione perfetta del verde

Se non si conoscono le buone abitudini da mettere in pratica per il taglio e il mantenimento al meglio del nostro prato, diventa difficile poter ambire al giardino più bello del quartiere.

Ci sono piccole accortezze e consigli che si tramandano da generazioni e che i nostri nonni hanno gelosamente custodito. Qui di seguito alcuni pratici consigli di manutenzione:

  • Mai lasciare che l’erba cresca più di 9-10 cm in qualsiasi periodo dell’anno, pena il diradamento delle foglie esistenti e una lentezza maggiore nel ricambio di foglie nuove;
  • Utilizzare decespugliatori professionali di qualità, strumenti essenziali che svolgono diverse funzioni, dalla pulizia al taglio;
  • Non tagliare più di un 1/3 dell’altezza del prato. Oltre che diventare antiestetica, l’erba troppo bassa, al contrario, si seccherebbe indurendosi e ottenendo gli stessi effetti negativi di un manto erboso lasciato crescere troppo;
  • Rispettare le frequenze di taglio. Soprattutto in primavera e autunno, è bene effettuare più tagli alla settimana permetteranno all’erba di irrobustirsi;
  • Evitare trattamenti chimici dopo il taglio di piante o manti erbosi. Che si tratti di un albero, di una siepe o di un prato, il taglio è di fatto uno stress per la flora. Proprio come una ferita, il taglio prevede fuoriuscita di clorofilla dalle foglie e linfa dai rami. Per questo il verde del giardino o dell’orto, dovrebbe stare lontano dai diserbanti e da altri prodotti chimici dopo essere stato potato. In tal modo le piante avranno il tempo di “cicatrizzarsi”;
  • Utilizzare teli termici per piante e alberi delicati durante l’inverno. Coprire con dei cappucci le tipologie di piante che patiscono il gelo è un buon modo di preservare il verde del giardino.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su
Scritto da