Le cementine, dalle umili origini ad icone di stile

In attesa che sia il Cersaie 2018 a svelarci le tendenze che ispireranno architetti e designers durante il 2019, ripercorriamo l’affascinante storia del rivestimento che ha probabilmente avuto più successo nel 2018: le cementine.

Chi vi si è imbattuto, e magari innamorato, le ha probabilmente conosciute nella loro forma di quadrotte in grès porcellanato, in sostanza piastrelle quadrate in ceramica, decorate con motivi geometrici o floreali, resistenti a tutto proprio come solo il buon grès sa essere. Ma forse non sa che non sono state sempre così.

Umili origini e grande avvenire

Le cementine sono infatti figlie dell’urbanizzazione massiccia (talvolta semi-selvaggia, come sempre accade nei boom, diciamolo pure) che seguì a ruota lo sviluppo industriale a cavallo tra la fine dell’800 e i primi del ‘900.

Le periferie delle città industriali lievitarono tanto in larghezza quanto in altezza, i materiali a disposizione per realizzare pavimenti e rivestimenti in abitazioni popolari, o quanto meno non di certo alto-borghesi, non erano poi molti.

Tuttavia, utilizzando sapientemente i materiali di scarto provenienti da altre lavorazioni edili, come il cemento Portland, frammenti di marmo, e ossidi naturali, furono create delle nuove piastrelle, battezzate appunto cementine.

Si trattava di formelle quadrate o esagonali di dimensioni 20×20 o talvolta 25×25, composte da un fondo di cemento e sabbia di circa 2 cm, sovrastato da uno strato di finissima sabbia mescolata nuovamente a cemento e ossido di ferro, poi trattate con olio di lino, dalle funzioni idrorepellenti e anti-macchia.

origini delle cementine

pinterest

Le cementine, sobrie ma piene di stile

Colorate con motivi floreali o geometrici, giustapposte a creare cornici, greche, perfino illusioni ottiche, diventarono un rivestimento popolare ed economico, ma carico di fascino. Nonostante le loro umili origini infatti, queste piastrelle di cemento colorato conservano ancora oggi un tono distinto e sofisticato, senza parlare del loro notevole impatto visivo.

Lungi dall’essere un pavimento invisibile o neutro, le cementine diventano protagoniste della scena domestica. Che rivestano tutto il pavimento o che siano utilizzate come dettaglio per impreziosire un pavimento altrimenti molto sobrio, è davvero impossibile non notarle.

Tra i motivi per cui sono nuovamente tanto amate dai progettisti e sono state reintrodotte (magari rivisitate in grès) nei cataloghi di molte aziende del settore c’è senza dubbio la loro versatilità di posa. A seconda del motivo della decorazione infatti, si prestano benissimo per creare effetti ottici spettacolari o per emulare tappeti e delimitare visivamente gli ambienti.

Qualche malelingua pronostica che il successo delle cementine andrà affievolendosi nel 2019 e che, tutto sommato, non andranno più così di moda.

Può anche darsi, ma non dimentichiamo che i bravi progettisti sanno valutare ed utilizzare i prodotti in modo opportuno progetto per progetto, personalità per personalità, infischiandosene delle “tendenze”.

Le tendenze sono appunto tendenze, altrimenti si chiamerebbero diktat, e a nessun creativo dovrebbero troppo piacere i diktat. Quindi che sia bandita la frase “No perché non va di moda”.

Qualche idea per acquistare le cementine per il vostro pavimento?

Habitante ha selezionato per voi tre interessanti proposte.

idea arredo cementine

Ceramiche Sant’Agostino

PATCHWORK di Sant’Agostino è una raccolta delle mattonelle in piccolo formato (dal 20×20 al 15×15 cm) che Ceramica Sant’Agostino ha creato per decorare ambienti residenziali o spazi commerciali, a parete o pavimento, attraverso stilemi grafici ed abbinamenti cromatici che si rifanno, reinterpretandone la tradizione in chiave contemporanea, alle cementine.

Keope Ceramica

CEMENTINE di Keope Ceramica è una collezione in gres porcellanato rettificato che traduce in un linguaggio contemporaneo il fascino delle tradizionali piastrelle cementine in cemento decorato.

Un’ampia gamma di grafiche esclusive, in cui s’intrecciano trame floreali e motivi geometrici, per donare un tocco di originalità a rivestimenti e pavimento.

Cementine è proposta nelle versioni Warm, Cold e Color e può essere posata sia per realizzare pattern creativi e personalizzati sia in abbinamento ad altre collezioni della gamma Keope amplificandone le potenzialità decorative.

FioraneseCementine

CEMENTINE di Fioranese Ceramica è una gamma di fondi decorati in gres porcellanato di misura 20×20 cm utilizzabili sia a pavimento che a rivestimento che donano un tocco “vintage” all’ambiente. Le varie decorazioni in cui sono disponibili hanno uno spiccato gusto vintage senza però mai scadere nella semplice imitazione dell’antico, ma al contrario, mantenendo un chiara identità contemporanea.

Voglia di cementine d’epoca?

Come spiegato poco sopra, c’è una vasta scelta di cementine di nuova generazione , ma se voleste conferire un tono davvero ricercato al vostro progetto di interni, potreste valutare la possibilità di includere delle cementine d’epoca. Le quadrotte vengono infatti recuperate da demolizioni o ristrutturazioni. Ciò comporta che la quantità dei pezzi sia limitata, ma questo non può che accrescerne valore e fascino. Ecco dunque qualche indirizzo per scovare le vostre cementine d’epoca.

Per milanesi e limitrofi c’è l’Edil Antico di Gianni Greppi in via Argelati.

 Nella zona del cremasco invece, un indirizzo utile è quello della Bianchessi Luigi e Pietro nella zona di Ricegno.

I piacentini possono invece rivolgersi a Contini Vittorio, che a Borgonovo val Tidone vende materiali edili di recupero in attesa di una nuova vita.

A Roma invece, da Maffettone Maioliche, azienda nata dalla passione per le mattonelle antiche, potete trovare le maioliche di Caltagirone, di Vietri e quelle napoletane.

In Toscana, per l’esattezza a Forte dei Marmi, si trova Recuperando, attività nata nel 1987, specializzata nella vendita di materiali antichi per l’edilizia e il restauro conservativo.

A Benevento la ditta Pietrantica si occupa del recupero di materiali ed elementi architettonici. Da loro si possono trovare cementine antiche adatte per la ristrutturazione.