Istruzioni su come arredare il giardino in pochi semplici passi

La primavera risveglia la nostra voglia di passare il tempo all’aria aperta e, soprattutto se abbiamo un giardino, nulla potrà placare l’irrefrenabile desiderio di arredarlo per poter vivere al meglio questo spazio della casa a cui abbiamo rinunciato negli scorsi mesi più freddi.

Come arredare il giardino e quali sono gli elementi principali

Non è semplice scegliere i mobili da giardino: ci imbattiamo tra mobili in resina, in ferro forgiato, in teck ecc. Ma perché non dirigerci verso una chaise longue in legno, metallo o bambù per il nostro relax in giardino?

L’arredamento da giardino va scelto in funzione del proprio stile, della sua resistenza alle intemperie, della sua manutenzione, dello spazio che abbiamo a disposizione (se è un giardino o una terrazza). L’arredo da giardino va anche abbinato con gli oggetti come il capanno, rimessa o il barbecue in pietra.

Da qui nasce la difficoltà di poter uniformare con un linguaggio univoco uno spazio così eterogeneo rispetto agli altri ambienti della casa a cui siamo abituati: lo spazio aperto a cui ci riferiamo va considerato come un unicum e quindi organizzato con un tema comune, perché si tratta di un luogo dove il colore dell’arredo deve essere abbinato alle piante del giardino.

giardino casa

Come arredare il giardino dove troviamo alberi, prato, arbusti, fiori e piante sistemati in terra o raggruppati ad aiuola: troviamo una sorta di armonia in tutto ciò. Per questo dobbiamo fare in modo che la scelta del nostro arredamento sia coerente con questa armonia e non un caos inadeguato di mobili.

Quale materiale scegliere per arredare il giardino?

Per capire come arredare il nostro giardino facciamo una panoramica delle tipologie di materiali in cui possiamo trovarlo.

Credits: G7 Webs

In primis troviamo il legno: può essere in diverse essenze classificate su una scala da 1 a 5 rispetto alle loro proprietà di resistenza all’umidità, agli insetti, al calore ecc. Per intenderci, se la nostra scelta verterà su un arredo da giardino in teck, ci ritroveremo con un legno imputrescibile e resistente alle termiti, quindi di classe 4. Possiamo scegliere diversamente dal teck, un legno di eucalipto, di jatoba, o pino (classe 4) oppure un arredo in acacia (classe 2) che ha una buona resistenza all’umidità. In ogni caso è preferibile scegliere un arredo da giardino in legno certificato perché ci garantirà che la foresta da cui è stato prelevato il legno è gestita in modo sostenibile: parliamo di legno certificato FSC o PEFC.

Credits: Banff2008

Una valida alternativa dallo stile naturale e vicino al legno è un arredo da giardino in bambù: quest’ultimo appartiene alla famiglia delle palme ed ha una grande resistenza nel tempo, perché è una liana imputrescibile. Questo particolare materiale regalerà all’ambiente un aspetto esotico.

Possiamo scegliere altresì elementi d’arredo in resina intrecciata o stampata. Hanno due processi di fabbricazione differenti ma il risultato finale in termini di manutenzione e durabilità è lo stesso. Essi sono infatti resistenti alle intemperie e spesso abbinati ad una struttura in alluminio, mentre i piani del tavolo sono in vetro. Risultano chiaramente più economici degli arredi in legno o bambù.

mobili giardino legnomobili arredo giardino

Parlando sempre di materiali più economici ma dal design ricercato, ci riferiamo all’arredamento da giardino in alluminio: elemento leggero, inossidabile e moderno. Come ogni metallo però ha la grande pecca di riscaldarsi molto se esposto ai raggi solari, quindi va abbinato a un gazebo, a una tenda o un ombrellone che faccia da filtro all’irraggiamento; oppure optare per cuscini di cotone per sederci anche nei giorni più soleggiati. Gli arredi da giardino in alluminio sono spesso abbinati al textilene, un materiale sintetico simile a una tela in PVC scelto per le sedute e gli schienali.

Credits: www.gardendesign.com

Risulta invece più duraturo e resistente un arredo in ferro forgiato. Può avere diverse declinazioni stilistiche: dal colore nero opaco all’aspetto invecchiato. Possiamo ricoprirlo di cuscini abbinati agli altri accessori d’arredo come un gazebo, un’amaca o un telo ombra. Emergerà sicuramente uno stile elegante e ricercato.

sedie giardino in ferro

Come scegliere l’arredo in funzione delle persone?

Aspetto da non trascurare nella progettazione del nostro arredamento da giardino è la scelta degli accessori in base al numero delle persone che lo vivono quotidianamente e degli eventuali ospiti.

 Ad esempio una famiglia di 4 persone mediamente opta per un arredo da giardino non superiore a 6 posti, con un tavolo. Quando ci saranno gli ospiti ci si affiderà a un tavolo accessorio, magari da pic nic pieghevole, che nel resto del tempo non disturberà il look del nostro giardino.

Se invece abbiamo a che fare con famiglie numerose che necessitano di grandi tavolate, bisognerà optare per un tavolo da giardino da 10 persone con sedute supplementari. Molto comodi sono i tavoli con prolunghe se non vogliamo scegliere un tavolo fisso dalle grandi dimensioni, che per lo più risultano rettangolari.

Arredare casa è sempre un’esperienza per esplorare il nostro gusto, le nostre esigenze, la nostra creatività. Il giardino è uno spazio importante della casa per far emergere la nostra passione per la natura e la voglia di vivere le giornate all’aria aperta in completo relax.

Serena Giuditta

Share Post